Resta in contatto

Approfondimenti

Burak Yilmaz day-3: mettiamo in ordine gli avvenimenti

burak Yilmaz

Il secondo giorno di Meluso in Turchia ha portato l’avvicinamento tra le parti. Restano ancora però dei grandi ostacoli: il Besiktas non fa sconti.

Burak Yilmaz, il sogno per il ritorno in Serie A del Lecce, è una trattativa difficile ma la volontà di due parti coinvolte potrà renderla possibile. Già nelle prime fasi, però, le Aquile Nere di Istanbul non promettevano sconti.

Ci eravamo lasciati ieri sera con l’esito positivo del colloquio tra Meluso e Ozkan Dogan, il procuratore di Burak Yilmaz (leggi qui), propenso a proporre con piacere al suo assistito un biennale.

Appurato il desiderio di cogliere la sfida italiana, Burak dall’altra parte non è un patrimonio che il Besiktas vorrebbe perdere facilmente.

Leggi qui l’andamento del tormentone Burak Yilmaz-Lazio nel 2013

La foto che ritrae Meluso intento a trattare con Dogan e con l’intermediario sotto la sede dei bianconeri è stata percepita in Anatolia come il segnale che il Lecce fa sul serio.

Nel pomeriggio, le parti hanno confermato lo stadio della trattativa. Notizie agrodolci per il Lecce. Burak ha ancora espresso il “sì” alla soluzione, ma l’ostacolo Besiktas non si è abbassato.

Nel tardo pomeriggio, si è propagata anche tra i quotidiani turchi la notizia della volontà del calciatore di andare a Lecce. Solo pochi giorni prima si parlava ancora di un attaccante al centro del progetto di Abdullah Avci, neotecnico bianconero.

I principali media turchi, nel cambiare registro sulla volontà del calciatore non più orientata solo alla conferma, hanno però ribadito il pugno di ferro del Besiktas. Zero volontà di rescissione a cuor leggero e richiesta di partenza di 7,5 milioni, 5,5 in più del valore di mercato al momento. Il Lecce ha alzato la posta, ma ballano ancora almeno 2 milioni di distacco tra domanda e offerta.

Trattativa arenata? Non proprio, anche e soprattutto per fattori esterni. Il campione d’Europa Ricardo Quaresma, il vicecampione del mondo Domagoj Vida e la stellina turca Muhayer Oktay fanno risaltare la crisi finanziaria del Besiktas. 

La richiesta di pagamento degli stipendi arretrati inoltrata più o meno pubblicamente ha fatto inalberare il presidente Fikret Orman, che magari voleva tirare una boccata d’aria dalla liquidità immessa per Yilmaz.

In ogni caso, i canali di comunicazione del Besiktas dapprima dicono che non c’è stata nessun offerta da parte del Lecce, poi sottolineano una risposta negativa all’offensiva di Meluso. Strategia o sicurezza?

Gli ultimissimi sviluppi dicono che Burak Yilmaz è ancora in vacanza a Parigi. I momenti rilassanti con la famiglia, documentati dai social personali del bomber, sono destinati a finire.

Come confermato da gianlucadimarzio, l’attaccante tornerà a Istanbul tra due giorni. Giovedì, insieme al procuratore, si ribadirà la volontà di prendere al volo il trasferimento in Serie A. Mauro Meluso dovrebbe anch’egli partecipare al summit.

Ozkan Dogan, intanto, dopo le foto pubbliche con Meluso di Turchia-Francia 2-0 di venerdì scorso, pubblica su Instagram un pensiero criptico: “Il mio silenzio non è debolezza, è l’inizio della mia rivincita”. Besiktas avvisato o sfogo personale? Non lo sapremo mai, ma gli hashtag parlano chiaro.

Solo lì, effettivamente, il sogno potrà prendere il volo o arenarsi definitivamente. Ieri è stato già detto: l’entourage può forzare la mano col Besiktas e spingere verso la definizione dell’affare.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Classico di chi non sa argomentare, girarla sul piano personale. Il tuo? Solo pregiudizio e necessità di sentirsi duro e puro senza averne fisiologia..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Nel 1993-94 il Cagliari arrivò dodicesimo, ottenendo la salvezza matematica proprio contro di noi battendoci 1-0 in casa e non ebbe Mazzone come..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."
Advertisement

Altro da Approfondimenti