Resta in contatto

News

Liverani alla DS: “Babacar, Farias e Imbula devono trascinare. L’Atalanta? Bene contro chiunque”

Il tecnico del Lecce, ospite alla Domenica Sportiva, ha parlato ancora di Atalanta-Lecce e dello stato della sua squadra. Spunti chiesti anche sul derby d’Italia Juventus-Inter.

Fabio Liverani ha partecipato alla nota trasmissione Rai dicendo la sua (anche) sulla sconfitta di oggi del suo Lecce in casa dell’Atalanta, squadra per cui l’allenatore spende elogi: “Loro dall’anno scorso hanno una concentrazione, una positività e una forza fisica enorme. Il segnale dell’Atalanta è la mancata vendita dei giocatori dopo l’arrivo in Champions. La costruzione continua e chiunque fa fatica. Giocano a uomo e lo fanno perché hanno fisicità e due giocatori che permettono di farlo”.

PUNTO LECCE. Il focus si è poi spostato sul Lecce. Liverani ha illustrato il momento e provato a pensare al futuro: “Noi abbiamo fatto un mercato cercando di contenere i costi prendendo calciatori con qualità ancora non espresse. Babacar, Farias e Imbula sono questi. Devono trascinare la vecchia guardia a fare bene. Abbiamo fatto 6 punti in sette partite anche se abbiamo già incontrato tante big. Competeremo con quelle sette-otto squadre fino alla fine e sarà questo il nostro campionato”. 

INTER-JUVE. Il trainer è stato poi interpellato su Inter-Juventus 1-2 di stasera. Gli si chiedeva se i bianconeri visti oggi fossero sembrati una squadra dipinta da Maurizio Sarri: “Credo di si, specialmente nel ruolo di Pjanic,l’unico insostituibile. Tenere la linea di centrocampo alta, con la difesa capace di opporsi negli uno contro uno, è un primo dettame del gioco di Sarri. Grande differenza nella rosa credo vi sia però. L’Inter sta accorciando il gap in campionato, ma sotto il profilo della tecnica credo che la Juve stia in continuità, mentre l’Inter è al primo anno”.

PROFILO BASSO. E poi una battuta su ogni paragone tra le big e la quotidianità di Liverani: “Non mi piace parlare di bilanci e budget, noi non guardiamo molto il confronto con queste realtà perché abbiamo il nostro percorso“.

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News