Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Lecce: Gabriel-Dell’Orco-Calderoni, che disastro. Shakhov e Majer fantasmi

Brescia-Lecce, le pagelle giallorosse: tanti i protagonisti della disfatta giallorosso. La Mantia e Lapadula partono bene, poi deludono. Anche Rossettini affonda.

Gabriel 4,5 – Perché, perché lo hai fatto? Il brasiliano, che veniva da un periodo d’oro non scalfito dall’errore col Genoa viziato da errore arbitrale, rovina partita e suo momento con l’inspiegabile uscita vuoto che consente al Brescia di raddoppiare. Una valutazione clamorosa, che annulla le almeno tre importanti parate fatte anche quest’oggi

Rispoli 4,5 – Rovina la sua miglior prestazione offensiva, in cui stava davvero facendo vedere cose interessantie  di qualità, mettendoci buona parte della firma sul primo e sul terzo gol lombardo. Dimentica Torregrossa che fa da sponda dando il “la” al vantaggio, sempre dall’attaccante si fa spostare come una piuma per il tris. Cose vietate a chi guarda la Serie A, e forse anche la B

Rossettini 5 – Privato di Lucioni, ha il compito di guidare la difesa. Ma, e forse ce ne siamo accorti già in Coppa, probabilmente non ha più età, forze e mentalità per farlo, perché intorno a lui succede di tutto in una retroguardia da circo. E sul centro di Spalek era fuori per una passeggiata

Dell’Orco 4,5 – Prova a ripetere la prova positiva con il Genoa e le premesse sembrano ancora buone. Mera illusione, poiché su tutti e tre i gol è lì a vagare sperduto rendendo vita facilissima agli avanti locali. E’ bene ritrovi il suo posto in panca, o al massimo da alternativa mancina, e soprattutto che il Lecce si adoperi per cercare un difensore centrale di ruolo, utile alla causa

Calderoni 4 – Oggi ha deciso che era giornata per aprire le porte ad avversari che hanno dato tutto, ma di certo non fatto magie per bucare la porta giallorossa. Il patatrac lo commette sul primo gol, nel quale decide di non fare il suo dovere nella diagonale difensiva inesistente che consente a Chancellor di colpire. Il bis è un capolavoro di Gabriel, ma lui è ancora in ritardo. E poi strafalcioni difensivi a non finire (che vanificano i discreti tentativi in avanti) fino al cambio

dal 71′ Babacar 5,5 – Poteva riaprirla dopo trenta secondi dall’ingresso in campo con una giocata super, ma sembrava brutto rovinare la media di squadra e la cicca da zero metri. Nulla più fino al fischio finale

Majer 4,5 – Lo sloveno è forse sparito con l’infortunio in nazionale? Una paura che un po’ tutti hanno dopo la seconda pessima prova di fila in cui sbaglia tutto in ambedue le fasi, venendo asfaltato dalla mediana bresciana. Esce ko, e forse avrà ancora tempo per ritrovarsi

dal 62′ Farias 5,5 – Un paio di guizzi interessanti e tanta grinta. Ma anche quasi solo imprecisione al cross e nell’intesa con i compagni

Tachtsidis 5,5 – Lì in mezzo è l’ultimo a mollare, l’ultimo a cercare di creare gioco e di disturbare l’avanzata altrui. Questo non basta, e lo capiamo, ma poteva anche metterci qualcosina in più da prima, soprattutto quando il Lecce era in gara. Magari evitando il fallo da cui è nato l’1-0

Tabanelli 5,5 – Prima da capitano da dimenticare. Uno degli eroi della rimonta con il Genoa parte benino per poi dissolversi nel nulla, visto che di testa ne prende poche e di ritmo i bresciani lo doppiano come nulla fosse. Pesce fuor d’acqua, si guadagna mezzo voto in più per l’assist spedito alle ortiche da La Mantia

Shakhov 4,5 – Probabilmente abbiamo capito che Liverani è solo costretto a metterlo vista l’indisponibilità di Mancosu, e visto che sembrerebbe non disposto a cambiare modulo. Lui magari sarà anche stanco alla quarta da titolare di fila, ma potrebbe metterci del suo per evitare una parabola discendente con la quale sta vanificando quanto buono mostrato prima. Oggi sbaglia tutto, ma proprio tutto, e resta negli spogliatoi

dal 1′ st Falco 6 – E’ sua l’unica sufficienza di giornata del Lecce. Un premio? Certo che no, visto che per essere il migliore in un contesto odierno del genere è bastato aver indovinato quei quattro-cinque dribbling e passaggi di fila utili a pressare gli avversari. E peccato per la punizioni fuori di niente

Lapadula 5 – Davanti è l’unico a cercare, davvero e da subito, di scardinare le strette maglie biancazzurre. Una rovesciata, un paio di ottimi movimenti, tanta grinta. Troppo poco, e anche lui finisce nell’immenso calderone delle insufficienze

La Mantia 4,5 – Azzerato dalla difesa bresciana manco fosse composta da Nesta e Cannavaro, non sfrutta quelle 3-4 potenziali occasioni che gli capitano a tiro prima dei disastri difensivi dei suoi. Ed ha sul piede la palla per riaccendere la speranza, sprecata malamente. Passo indietro

All. Liverani 4 – Una sconfitta da spartire a metà tra la mancanza di alternative di una rosa non in grado di sopperire alle assenze più pesanti e gli errori di un tecnico che stavolta ha preso un granchio enorme. Che senso ha decidere di insistere con il trequartista regalando (ancora) un tempo agli avversari, per poi cercare di correggere il tiro chiudendo addirittura con cinque punte? Non era più consona una via di mezzo iniziale, magari con il tridente visto a Torino? Anche perché l’ennesima doppia rimonta da chiedere a questi ragazzi sarebbe forse stato troppo. Le assenze per una rosa così corta possono essere un alibi. Non giocarsi un match di tale valore senza un briciolo di carattere. Così no

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] la comparazione tra le pagelle del Lecce scritte dalla nostra redazione e i quotidiani sportivi/locali. Nessuna media arriva alla sufficienza. Gabriel il peggiore, poco […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

CalcioLecce.it mi chiedo solo se l’anno scorso all’Empoli Dell’Orco ha fatto il
difensore centrale facendo ottime prestazioni e alcune volte come terzino come mai qui da noi al Lecce é da mettere in panchina?🤔qualcosa non torna e non funziona. Forse sarà che il demerito lì dietro non sarà solo suo? Oggi un centrocampo inesistente e pasticcione, 5 attaccanti e zero goal un Gabriel disattento un Calderoni sempre in ritardo è mai a coprire etc etc etc…. hanno fatto la partita!!!

Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un grande ottima visione di gioco nel centrocampo dell'epoca."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Durante una marinata da scuola x assistere agli allenamenti del LECCE, mentre i calciatori facevano riscaldamento intorno al campo, GRIDAI..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Cuore giallorosso e salentino verace. Sempre pronto a rimarcare l’amore per le sue origini e per l’US Lecce (vero Conte?). Il ritorno come..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Un sogno che speriamo ritorni con un giovane di pari valore"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Pagelle