Resta in contatto

News

Mancosu è il top in Europa. Meglio di De Bruyne e Dybala

Mancosu è tra i migliori centrocampisti europei. A dirlo sono i numeri del capitano, che alle spalle si è messo mostri sacri dei campionati continentali.

Chi lo avrebbe mai detto quattro anni fa che quel ragazzo sardo, con tante belle promesse dietro di sé, arrivato dalla Casertana quasi in sordina, sarebbe diventato il simbolo di questa rinascita giallorossa. Con quella realizzato contro la Spal è arrivato a quota otto reti stagionali, una in più rispetto all’ultimo campionato di C. Numeri da capogiro per un giocatore che la massima serie l’aveva vista solo di sfuggita agli albori della sua carriera.

Invece adesso, a 31 anni, segna in tutti i modi, anche se la specialità della casa rimane il calcio di rigore dove oggi fa registrare uno splendido 5 su 5. In A in questo momento ha realizzato gli stessi gol di Zapata e Caicedo, due in più di Dybala e tre di Higuain. Tutti loro però di professione fanno gli attaccanti, mentre lui si divide tra trequarti e centrocampo. Tra le sue vittime ci sono anche big del campionato Inter, Juventus e Napoli, all’appello mancano Roma, Lazio e Milan che ancora il Lecce deve affrontare nel girone di ritorno.

MEGLIO DI. In questo momento però Marco Mancosu, dal punto di vista realizzativo, è il miglior centrocampista del vecchio continente. Nessuno ha fatto meglio del numero 8 giallorosso. Mettendo a confronto i cinque campionati europei, ovvero Spagna, Inghilterra, Francia e Germania, si evince che nessun centrocampista e/o trequartista ha fatto meglio di lui fino a questo momento. Al massimo è stato eguagliato da giocatori come Parejo (Valencia) e Santi Cazorla (Villarreal) che in Liga hanno messo a segno 8 reti. In Premier invece il fenomeno De Bruyne è fermo a quota 7, mentre in Francia Mancosu ha lo stesso numero di gol di Di Maria.

In Germania il centrocampista Philipp Max (Augsburg) è a 7, mentre a quota 8 c’è il sorprendente Haaland (arrivato in giallonero a gennaio), ma il talento norvegese è un attaccante e non un esperto mediano con spiccate doti offensive. A differenza del nostro capitano il biondo centravanti del Dortmund non ha nemmeno idea di cosa significhi la gavetta in Serie C, dove è cresciuto e maturato Mancosu. Ovvero colui che, a tutti gli effetti, è entrato nella storia del Lecce con cui ha scritto, e ha ancora voglia di scrivere, pagine che rimarranno nel cuore dei tifosi.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Classico di chi non sa argomentare, girarla sul piano personale. Il tuo? Solo pregiudizio e necessità di sentirsi duro e puro senza averne fisiologia..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."
Advertisement

Altro da News