Resta in contatto

News

Le pagelle del Milan: Pioli perfetto. Castillejo devastante

Solo voti sopra la sufficienza per la formazione rossonera, perfetta la gestione della gara da parte di Mister Pioli che ha indovinato tutte le mosse.

Donnarumma 6: Unico spettatore della partita, vede andare il pallone alle sue spalle per due volte, per sua fortuna un gol viene annullato per un ginocchio. Per il resto inoperoso.

Conti 6.5: puntuale e concentrato, tiene a bada Saponara e compagni quando si affacciano dalle sue parti. Si spinge poco in avanti anche perché dà manforte in difesa, ma quando lo fa sforna l’assist per il poker finale.

Kjaer 6.5: al 9° mostra subito la sua sostanza sradicando una palla insidiosa su potenziale ripartenza pugliese. Idem al 27esimo quando scalcia via il pallone su un insidioso Saponara pronto ad entrare in area. Al 34esimo mura invece una conclusione di Falco dopo un pericoloso contropiede. L’acciacco ora fa tremare mister Pioli. (dal 39′ Gabbia 5.5: Rischia il rosso sul secondo intervento di Babacar, che è furbo a strappargli un rigore.

Romagnoli 6.5: Prende le misure immediatamente a Falco, non lo fa mai decollare. Arcigno e solido che alza il muro davanti alla porta di Gabriel.

Theo Hernandez 6.5: partenza, via e sgroppate. Torna carico dopo l’ultimissimo turno di stop, affonda come sa fare e crea svariati pericoli sulla sua fascia soprattutto nel primo tempo. Che occasione al 24esimo.

Kessie 6:  Corre, lotta e recupera palloni a destra e manca. Ci prova al 19esimo ma il tiro è centrale. Salvato dal VAR in occasione del gol di Meccariello.

Bennacer 6: qualità e quantità come suo solito. Che assist per Theo al 24esimo che purtroppo spreca. Nel finale del primo tempo sbaglia e serve un assist quasi perfetto per Lapadula. Si riprende man mano lavorando anche a fari spenti come sa fare perfettamente.

Castillejo 7: il suo ritorno sulla destra, in entrambe le fasi, si sente subito. Bel passaggio filtrante per Rebic dopo appena un minuto di gioco. Al 17esimo ha una buona occasione ma il sigillo arriva giunge al 26esimo con una gran zampata. Finalmente il suo primo gol. (dal 67′ Saelemaekers 6: Entra in campo e serve l’assist del quarto gol dimostrando di essere in palla.

Calhanoglu 6.5: E’ il padrone della mediana del campo non lascia nulla ai difensori del Lecce, regala qualche bella giocata che avrebbe anche strappato degli applausi.

Bonaventura 6.5: Pioli lo preferisce a Paquetá per esperienza e abitudine al gol e i fatti, alla fine, gli danno ragione.  Si impegna, si propone con intelligenza e segna il gol lampo fondamentale per portare a casa la partita.

Rebic 6.5: Non si fa vedere per gran parte della partita in cui si occupa del lavoro sporco, poi però sfrutta al meglio il regalo della difesa del Lecce e di fatto chiude la partita. (Dal 66′ Leão 6.5: ingresso e gol dopo pochi minuti. Questa volta il segno lo lascia eccome. Un gol che gli ridà ossigeno e credibilità in questo rush finale).

Pioli 7: aveva parlato di un gruppo tonico, pronto e concentrato alla vigilia del match. Tutto assolutamente vero. Il suo Milan domina dall’avvio, controlla con maturità

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Sei stato un grande. E che dire di quelle punizioni di collo esterno. Magiche"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."
Advertisement

Altro da News