Resta in contatto

Approfondimenti

I numeri di Hat-Trick Coda: capocannoniere solitario, il sestetto di Cheva nel mirino e le triplette…

L’attaccante del Lecce ha allungato a cinque la propria striscia di giornate in gol. La tripletta siglata alla Reggiana, oltre alla possibilità di eguagliare il filotto di Chevanton (6 gol nelle prime partite della stagione 2002/2003), eguaglia altri “triplettisti” giallorossi in B.

Massimo Coda è sempre più l’uomo-copertina di questo avvio di campionato. I tre palloni messi alle spalle di Venturi permettono di toccare quota 7 reti in 8 presenze. Il campano, in queste gare, ha già eguagliato il (magro) bottino di reti raccolto l’anno scorso l’anno scorso con il Benevento. Per Coda, mai tanto incisivo nelle prime partite dei campionati, il Lecce è una seconda giovinezza. Arrivato a parametro zero grazie al blitz di Pantaleo Corvino, Hispanico è entrato subito nei cuori dei supporter giallorossi per prolificità e sacrificio assicurato nella costruzione della manovra offensiva che Corini vuole improntare.

CINQUINA. Da ieri, Coda è al secondo posto della classifica dei calciatori capaci di segnare consecutivamente. Dopo aver eguagliato Corvia a quota 4 giornate, l’ex sannita, già col gol dell’1-0 divenuto parte della tripletta, ha raggiunto il secondo posto in solitaria. In vetta, ora, Chevanton, per sei volte a segno con il Lecce di Delio Rossi, è ancora più vicino. Venerdì sera in casa del Chievo, in uno stadio dove Coda ha realizzato l’ultima tripletta (in maglia Benevento contro l’Hellas Verona) la chance per superare numeri già straordinari. Ovviamente, le cinque giornate consecutive con iscrizione in tabellino rappresentano il record personale del bomber, per due volte bravo a timbrare il cartellino quattro volte con Benevento e Salernitana.

ALTRI PALLONI A CASA. Fu di Guido Marilungo (in Reggina-Lecce 2-4 del 2009/2010) l’ultima tripletta di un calciatore del Lecce in Serie B. Nel 2006/2007, invece, per due volte, entrambe in trasferta, Simone Tiribocchi fece hat-trick: prima a Crotone alla 33° (1-3) e poi a Vicenza (1-3) alla 39°. Andando indietro con gli anni, si possono menzionare la triplette di Pietro De Santis. Quest’ultimo fece tris al Siracusa (1946/1947). L’altro pioniere Franco Cardinali segnò tre volte al Pisa (6-0) e alla Cremonese (4-0) nella stagione 1948/1949. Ma c’è chi fece di meglio: Aurelio Pavesi De Marco andò cinque volte in rete in Lecce-Scafatese 8-0 del 16 marzo 1947, la vittoria più larga del Lecce in Serie B. Numeri nei numeri: Lecce-Reggiana 7-1 di ieri si posiziona sul podio anche di questa speciale classifica (leggi qui). Ancora Cardinali, invece, annovera un poker nella prolifica stagione 1948/1949: la vittima fu il Seregno (5-1).

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Gianni
Gianni
9 giorni fa

Parlando dei record del Lecce non possiamo dimenticare che la serie di gol consecutivi più lunga è di Anselmo Bislenghi che segnò per sette gare di seguito in serie C nel 52. Poi, il record di gol in una sola partita è di Otello Torri che segnò sei volte in Lecce Trani 8-0 nel ’43. Poi ci sono i primati parziali da voi descritti validi per la serie B.

Last edited 9 giorni fa by Gianni
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un grande ottima visione di gioco nel centrocampo dell'epoca."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Durante una marinata da scuola x assistere agli allenamenti del LECCE, mentre i calciatori facevano riscaldamento intorno al campo, GRIDAI..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Cuore giallorosso e salentino verace. Sempre pronto a rimarcare l’amore per le sue origini e per l’US Lecce (vero Conte?). Il ritorno come..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Un sogno che speriamo ritorni con un giovane di pari valore"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti