Resta in contatto

News

Vicenza, Brocchi: “Domani affrontiamo la migliore squadra della B”

L’allenatore del Vicenza presenta la partita di domani sera al Via del Mare. Queste le dichiarazioni riprese da trivenetogoal.

Ogni partita è un’opportunità per fare punti, domani affrontiamo la migliore squadra della B, dovremo mettere in campo tutto il possibile per fare meglio. Quello che conta è il risultato finale, bisogna mettere più attenzione. Il morale? È sempre quello, i risultati faticano ad arrivare ed è qualcosa di difficile da digerire perché le prestazioni sono state buone e dev’essere la base di partenza. Si è fermato nuovamente Cappelletti, ha un problema delicato, domani farà un esame e capiremo i tempi di recupero ma non credo possa recuperare prima del nuovo anno. Pasini ha fatto una settimana di allenamento ma non è ancora al 100%, Longo è a disposizione, Diaw è tra i convocati e lo porterò in panchina e potrà entrare con un mini taglio ridotto.

Mancini? È un giocatore forte ed è difficile da trovarne così, potrà continuare a migliorare. Potrà giocare? Si, insieme a Giacomelli e Dalmonte. Dobbiamo avere rispetto del Lecce senza pensare che abbia già vinto la partita. Giochiamo 11 contro 11, io devo essere il primo a non trasmettere timore, ce la giocheremo a viso aperto. Il comunicato della società per la fiducia nei miei confronti? Non pensavo ce ne fosse bisogno, la società sa cosa stiamo facendo e purtroppo sappiamo che c’è tutto ma mancano i punti, abbiamo dato un’identità e gioco però mancano i risultati. Secondo me l’unica strada per ottenere i punti è quella di fare le prestazioni”.

“Quello della Curva? Va solo ringraziata, a questi ragazzi non manca voglia e impegno, ci sono dei limiti strutturali con alcune carenze anche per cambiare formazione,  i nostri tifosi l’hanno capito e credo che avrebbero reagito diversamente con prestazioni diverse. Il mercato? Penso che la società si debba prendere le proprie responsabilità e lo sta facendo, così come sto facendo io. I ragazzi devono sapere che alcuni stanno meritando, altri invece possono fare decisamente di più, faccio io un nome: Proia lo tirò fuori perché spesso ha giocato in un ruolo diverso per esigenze di squadra e per questo poi ha ricevuto diverse critiche“.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News