Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lecce, la “fase 3” da intraprendere: recuperare sicurezza e attaccare difese chiuse

La seconda sconfitta consecutiva, la prima in casa nel 2023, ripropone dei segnali già visti contro l’Hellas Verona su cui lavorare

Sia chiaro, 20 punti alla prima giornata di ritorno e più 8 (alla peggio più 5) sulla zona salvezza è un risultato su cui il novantanove percento di tifosi del Lecce avrebbero messo la firma alla vigilia di questo campionato, e neanche due cocenti sconfitte in altrettanti scontri salvezza devono scalfire quanto di buono è stato fatto nel primo spezzone del campionato. Fatta la dovuta premessa, è da evidenziare che il Lecce, pur rimanendo nel solco della forte identità data da Baroni, deve continuare a crescere per fare punti. Senza il lavoro costante su aspetti da migliorare la Serie A (Corvino docet) è una bestia che non perdona. Contro Verona e Salernitana, due squadre alla portata, il monito si è confermato: ai primi errori difensivi, il Lecce ha incassato gol. E’ successo sul colpo di testa di Depaoli al Bentegodi prima dell’uno-due Dia-Vilhena ieri. Sei gol subiti in tre gare sono tantini per un team con principi come quelli scelti da Baroni per centrare la salvezza.

Da qui si sviluppa il primo tema, collegato alla sorta di “fase 1” dell’approccio del Lecce al campionato. Con una squadra ancora da sistemare, Baroni e lo staff hanno martellato sulla compattezza e su reparti corti a difesa degli ultimi venti metri per poi distendersi in ripartenza. La strategia tutto sommato ha pagato e il Lecce ha raggranellato discrete prestazioni e punti (aspetti messi nell’ordine giusto) anche contro le big. Al contrario, contro le parigrado, Hjulmand e compagni hanno faticato a imporre il proprio gioco. La vittoria contro la Salernitana dell’andata ha sbloccato delle sicurezze e fatto cogliere i frutti del quotidiano lavoro ma mancava ancora quel quid in più davanti.

Dopo la sconfitta casalinga contro la Juventus, gara dove il palo di Hjulmand all’89’ è stato l’unico pericolo, il Lecce ha messo in pratica la crescita nell’attacco dello spazio ed ha intrapreso con profitto i miglioramenti anche dal punto di vista dei risultati. Alla difesa attenta si è affiancato un approccio veemente con aggressione delle corsie e riempimento dell’area.

Da Udinese-Lecce 1-1 al pari della Spezia, i giallorossi hanno colto prestazioni dove, indipendentemente dai punti, si creava tanto sfruttando il giusto appunto giocando con fame sui propri punti forti. La “fase 2” ha visto una squadra tonica, giovane e sfrontata senza paura di giocare coi propri dettami senza guardare valore di mercato e tecnico dell’avversario di fronte. I record eguagliati di tre vittorie consecutive e sei risultati utili hanno premiato la convinzione di Baroni e la confidenza di tanti esordienti nel massimo campionato italiano.

L’approssimarsi degli scontri salvezza ha però rallentato, e ci sta, il percorso di crescita, lo ripetiamo, da concretizzare con i soliti principi e senza stravolgere nulla tatticamente. Le sconfitte con Verona e Salernitana hanno palesato le difficoltà che la squadra ha ad “aprire” difese schierate. E’ stato così nella ripresa in Veneto e il film si è rivisto nel secondo spezzone di gara ieri. Anche se la partita di ieri è stata l’esibizione con la pericolosità offensiva statisticamente più alta, il Lecce non ha impegnato severamente Ochoa quando la difesa granata ha alzato il muro, al contrario di un primo tempo dove, al contrario degli ospiti, Strefezza e Colombo non hanno punito gli errori di una difesa di certo non impeccabile.

Restando nell’alveo dei dati, è emblematico che nella classifica dei giocatori con passaggi chiave, per trovare elementi del Lecce bisogna scorrere fino al 35°posto di Strefezza (20 passaggi chiave) e al 49° di Gallo (17). Le caratteristiche di Colombo, attaccante tecnico e non ariete d’area, e Ceesay, a cui serve campo, di certo non sono congeniali a fare l'”apriscatole”.

Senza dubbio, e ritornando alla premessa d’obbligo, un pizzico di maggior attenzione in episodi, soprattutto difensivi, che giocoforza cambiano le storie delle partite, potrebbe far ritornare il Lecce sui binari giusti. Due sconfitte così fanno male, ma il campanello d’allarme deve servire per lavorare con la solita attenzione. Serve una sorta di “fase 3”? Sì, a partire dalla gara contro la Cremonese. A Baroni, che deve avere la massima fiducia, la scelta della ricetta giusta.

Subscribe
Notificami
guest

34 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Viadelmare
Viadelmare
1 anno fa

La fase 3 deve essere semplicemente di dotarsi di una punta di categoria come tutte le squadre di serie A, non puoi giocare con due attaccanti da 3 reti a testa in 20 partite. Coda non doveva essere ceduto e se si pensava di cederlo doveva essere acquistato un attaccante di pari livello, non promesse e meteore. Noi gli attaccanti li sapremmo servire con Strefezza e Di Francesco ma in area non c’è la punta vera questo il problema

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Direi pure non scoppiare nei secondi tempi, costante diventata insopportabile.

Cri
Cri
1 anno fa

Per puntare sui giovani devi avere un buon condottiero(mister) che li sappia far giocare e tirar fuori il meglio, anche cambiando moduli di gioco se necessario ,e il giusto Mix di esperienza,e poi in quanto a qualità a parte Strefezza siamo messi propio male,ed in serie A ci vuole

Gian
Gian
1 anno fa

La fase 3 dovrebbe essere: comprare una punta! Fine della fase 3…

Vincenzo
Vincenzo
1 anno fa

Sento sempre parlare di attaccanti, ma nessuno dice che i terzini e le fasce quando fanno il contropiede ok, ma se devono saltare l’uomo per andare al cross con squadre che si chiudono sono NULLI… Gli unici con che riescono ad inventare qualcosa sono Banda, Strefezza e Di Francesco…

Pippone
Pippone
1 anno fa
Reply to  Vincenzo

Concordo

Abbonato hold styles
Abbonato hold styles
1 anno fa
Reply to  Vincenzo

Pienanente d’accordo e si vede wuando vengono utilizati in partita in corso.

Liv
Liv
1 anno fa

Un’analisi in gran parte condivisibile, ma ritengo che Baroni possa fare il tentativo di cambiare modulo giocando con i due attaccanti, almeno quando dobbiamo recuperare lo svantaggio, almeno nell’ultima mezz’ora… è una possibilità che vake la pena provare bene in allenamento…
Inoltre credo che Strefezza e Di Francesco siano insostituibili, se in forma ovvio…
In difesa Gallo si è dimostrato più efficace rispetto a Pezzella.
Speriamo in un rientro di Pongracich, sostituto importante di Umtiti, che non regge 90 minuti…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per attaccare le difese chiuse servono gli attaccanti.

Pippone
Pippone
1 anno fa

Non bastano,ci vogliono gli schemi per aggirarle

Giangj
Giangj
1 anno fa

A proposito di ieri abbiamo subito 2 gol incredibili, il primo con un tiro che non farà mai più nella sua carriera e il secondo… Beh! Perdiamo palla sulla trequarti, sbagliano il passaggio d’appoggio e ne nasce l’assist solo davanti al portiere. SOLO SFIGA!
Ecco, se c’è un appunto da fare, magari si potrebbe far capire a Di Francesco che nel gioco del pallone è concepito anche il “passaggio” ad uno dei compagni.

Giangj
Giangj
1 anno fa

Se a Udine finisce come penso si resta a +8 sulla terzultima. Da una neopromossa non si può pretendere di più. Ete ca’ nu bu ccuntentati mai!
FORZA LECCE.
PS Nu sprecati energie cu li fessa.

Giallorosso dentro
Giallorosso dentro
1 anno fa
Reply to  Giangj

Stamu cu la speranza ca vince l’Udinese. No ca la società ci catta nu centravanti da A. Tenimu Colombo e Ceesay ca nn su boni mancu x la C!!!!

Giallorosso a vita
Giallorosso a vita
1 anno fa

Ma se non sei contento perché non cambi squadra? C’è ma ruttu……. e catta ….. e catta …. e catta
Le punte queste sono se ti sta bene zitto e tifa altrimenti continua a tifare le squadre del nord. PEZZENTE

Giallorosso dentro
Giallorosso dentro
1 anno fa

Non capisci te pallone… Vanne cu pazzi la terra…. A vita!!!

Franz
Franz
1 anno fa

Ci sono problemi quando incontriamo squadre che intasano gli spazi purtroppo andiamo in confusione e ieri si è visto cmq sono sicuro che il mister riuscirà a correggere questa pecca.💪💛❤

Vincenzo
Vincenzo
1 anno fa
Reply to  Franz

Esatto. Ma purtroppo vai in difficoltà perché escono fuori i limiti tecnici dei giocatori, soprattutto dei terzini che non riescono proprio a saltare l’uomo. Trovano l’ostacolo e si fermano…..

maestro maestro
maestro maestro
1 anno fa

Maestro spirituale veggente
 Qualunque sia il tuo problema, sono qui per aiutarti con tutti i tuoi problemi finanziari, amorosi e di salute.
 In 72 ore posso portare tuo marito, tua moglie, il tuo amore; che ti ha lasciato per anni o mesi senza motivo. Non hai più notizie, hai provato di tutto. Il tuo problema è ancora complicato
 Non esitate a contattarmi  

WhatsApp : +372 57484023

Alessandro
Alessandro
1 anno fa

Serve solo più attenzione a partire dalla difesa…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Serve un centravanti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Analisi corretta…l’ultimo miglio è sempre il più complicato…servono nervi saldi e sfrontatezza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Serve un’attaccante vero e di esperienza, altrimenti solo utopia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vai ragazzi non molliamo… dai ragazzi non molliamo ❤️👍💛

Ucciu la conza
Ucciu la conza
1 anno fa

La capu te Baroni tocca cangia. Squadra che vince nu se cangia ste do partite suntu sulamente errori de Baroni.

Vito
Vito
1 anno fa

Hahaha haahqh hihihi fase 4 retrocessione….sai come mi divertirò a torre dell orso quest estate a vedervi tenerissimi…hihihi hahahaha

Enzo
Enzo
1 anno fa
Reply to  Vito

Ma voi non dovevate fare il derby con noi….oggi altre due 🍐🍐 😂😂 il NAPOLI B va sempre più giù ora vi siete accorti che i vostri soldi vanno al Napoli pampaciuni 🤣🤣🤣

Giallorosso dentro
Giallorosso dentro
1 anno fa
Reply to  Vito

Povero Beri…. Due zeppole dalla penultima in classifica hi hi hi ah ah ah…. Povero Beri che tenero che è….

Forza Lecce
Forza Lecce
1 anno fa
Reply to  Vito

I tuoi sfottò stanno per finire tubo digerente barese

Lupo
Lupo
1 anno fa
Reply to  Vito

E se invece ci tocca di restare in A? Che fai?
Ti togli dalle p…le da Torre dell’orso e te ne vai a Pane e Pomodoro o ti mangi le cozze a San(ta!) Foca?
Comunque oggi per dessert non voglio altro: 2 cioccolatini Perugina mi bastano…
Ah…. Che soddisfazioni ci portate!!!!!
Grazie, grazie, grazie di esistere.
😄😄😄😄😄😄😄😄😄😄😄😄

Giallorosso dentro
Giallorosso dentro
1 anno fa

Fase 3…..comprare gli attaccanti da A…. Con questi che abbiamo si va dritti dritti in B!!!!
Sveglia Pantaleo!

VdM CN
VdM CN
1 anno fa

Fase 4 mamma ta a 90

Gian
Gian
1 anno fa
Reply to  VdM CN

Fase 5 ….lecchino forever

Lupo Alberto
Lupo Alberto
1 anno fa

Vitoooooooooooo !!!!! do cucuzze alla perugina , giusto per ricordare, visto che ieri sera ti sei scatenato insieme alli monaceddhri…. Vaglio’ i conti si fanno alla fine del campionato.

vittorio
vittorio
1 anno fa

tutte le squadre hanno momenti no durante il campionato figurarsi una neo promossa, mi tengo stretto la classifica , avanti LECCE!

Articoli correlati

Il 20enne centrocampista del Lecce farà parte della spedizione giallorossa nella sfida salvezza con il...
Il 20 aprile 1986 ci fu il ribaltamento del trionfo annunciato della Roma. Uno stadio...
lecce empoli
I giallorossi, la squadra che ha realizzato più gol negli ultimi minuti, dovranno sfatare dei...

Dal Network

L'allenatore ha parlato alla Gazzetta dello Sport nel giorno di Verona-Udinese, sfida tra due sue...
Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...

Altre notizie

Calcio Lecce