Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Nardò, sfuma il sogno serie C. Niente domanda di ripescaggio

La vittoria dei playoff del Girone H di Serie D non porterà al ritorno al professionismo, che mancava al centro neretino dalla Serie C/2 2001/2002. Pesa la questione stadio

Il Nardò non potrà conquistare una Serie C con speranze pur minime ma realistiche. L’AC Nardò ha deciso di non presentare domanda di ripescaggio a seguito dei ritardi dei lavori di adeguamento all’eventualità Lega Pro dello stadio Giovanni Paolo II. Di fatto, a decretare la parola fine ai sogni di gloria sono state le prescrizioni della commissione comunale per i pubblici spettacoli: serve una revisione del progetto esecutivo per i lavori di adeguamento dello stadio.

La festa allo stadio e in città dopo la vittoria contro la Cavese ha inaugurato un periodo di difficoltà burocratiche che, ad oggi, porteranno a dei ritardi nella fine dei lavori allo stadio, tanto che nella prossima Serie D la squadra allenata da Nicola Ragno dovrà giocare fuori da Nardò le prime partite casalinghe. L’incertezza tanto forte ha indotto il club, con un gesto elegante, a stoppare la campagna abbonamenti dopo le rimostranze di alcuni tifosi.

Il patron Alessio Antico ha parlato della questione ai canali ufficiali della società granata: “Dobbiamo purtroppo prendere atto che la strada del ripescaggio non è più percorribile. I lavori inizieranno a breve, ma non potranno essere conclusi nei tempi stabiliti dalla Lega Pro. Pertanto, il 18 luglio prossimo non presenteremo domanda di ripescaggio. Cercheremo di conquistare la Serie C sul campo, ben consapevoli delle difficoltà dell’impresa in un girone H in cui militano piazze blasonate e ambiziose e che, ogni anno, annovera ai nastri di partenza almeno sei o sette società che puntano al salto di categoria”.

Il direttore sportivo Silvano Toma, intervenuto a Tele Sveva, ha fatto eco: “Il Comune si è adoperato da fine maggio per trovare tutto per mettere a posto lo stadio per la Lega Pro ma i tempi sono ristretti. Era inutile fare domanda di ripescaggio visto che la Lega non ci avrebbe permesso di andare in deroga. Dispiace perché ancora una volta una città del Sud non è pronta a fare domanda e probabilmente ci andrà l’Alcione Milano. E’ una sconfitta per il meridione. Ripartiremo dalla Serie D, ci sono sei-sette squadre con un budget per vincere. Noi ripartiremo dallo zoccolo duro della stagione a cui aggiungeremo degli innesti oculati e un pacchetto under che potrebbe essere il punto di forza”

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
pask
pask
9 mesi fa

l’alcione milano comunque era davanti al nardo nel quoziente ripescaggio. Il nardo era la seconda nella classifica ripescaggi. Ma realisticamente non sarebbe stata ripescata visti i regolamenti che prevedono per ogni non iscrizione una retrocessa dalla C, una U23, poi una dalla D e cosi via.

Articoli correlati

Nella 23°giornata del massimo campionato dilettantistico, i giallorossi rientrano nell'impianto con una vittoria memorabile contro...
Il giovane estremo difensore torna in granata. Ad annunciarlo lo stesso club salentino di Serie...

Il portiere siciliano, prelevato dal Lecce dopo il fallimento del Palermo nell’estate del 2019, cerca...

Dal Network

L'allenatore ha parlato alla Gazzetta dello Sport nel giorno di Verona-Udinese, sfida tra due sue...
Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...

Altre notizie

Calcio Lecce