Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

D’Aversa: “Assenze? Zero alibi. Cercheremo la prestazione con adattamenti…”

L'allenatore del Lecce presenta così la partita di domani contro l'Atalanta, in programma alle 12.30

Il trainer giallorosso inizia a parlare partendo dall’assenza di Banda, Almqvist e Sansone con possibilità di cambio modulo: “Se si parla di esterni, la problematica può esserci anche col 4-2-3-1. A me non piace creare alibi alla squadra, ci sono opportunità per altri ragazzi. Scenderemo in campo con qualcuno che si può adattare, ma questo cambia poco, cambia solo il fatto che giocheremo una gara importante, fisica, tecnica, contro una squadra dai numeri importanti. Le assenze ci compatteranno, il risultato è conseguenza di prestazione e noi non l’abbiamo mai sbagliata”.

In difesa, manca anche Pongracic: Touba è tecnicamente valido, è un mancino che giocherebbe a sinistra, c’è anche Blin che può giocare lì, più bravo in costruzione meno in fase difensiva. Ho due possibilità, ma Touba tecnicamente non è da meno”.

E ancora sulle assenze offensive: Almqvist ha avuto l’influenza, Sansone ha avuto un problema al polpaccio e sarà sottoposto a esami. Ci sono giocatori adattabili, Oudin nasce esterno, Rafia può fare la mezzala o il trequartista o ci sono altre soluzioni più difensive. Loro costruiscono con una difesa a tre, i tre davanti giocheranno più stretti rispetto al solito. Oudin, come Rafia, può giocare dentro il campo. Sull’adattamento mi riferisco ad altri che nascono terzini e poi si possono adattare in base all’avversario”.

D’Aversa prova a leggere la partita: “Ci auguriamo di trovare l’Atalanta non in giornata top, sono forti, in casa hanno un pubblico che spinge e l’allenatore è tra i più bravi in Italia. C’è volontà da parte loro di vincere ma noi vogliamo chiudere l’anno con un risultato positivo. Non ragioniamo sulla nostra emergenza, ma ragioniamo su quello che possiamo fare”.

A centrocampo, l’allenatore risponde sulle condizioni di Kaba: “E’ entrato bene a San Siro, bisogna valutare, ha caratteristiche uniche. Una cosa è subentrare, un’altra fino alla fine. Sono valutazioni che dobbiamo fare, se garantisce la qualità vista a San Siro, può partire dall’inizio. Viene da un percorso dove ha fatto fatica, mi riferisco ad Empoli, però a Milano ha ripreso la condizione ottima”.

Sui singoli, D’Aversa non cerca di dare vantaggi alla formazione avversaria: Listkowski si sta allenando bene, qualcuno che ha giocato meno partirà dall’inizio. Dorgu può giocare su posizioni diverse, partendo anche da alto, ma è chiaro non può giocare in mezzo al campo. L’adattamento può essere per lui, Venuti, Gendrey, in ruoli e zone di competenza”

Il mister torna sulla prestazione di San Siro contro l’Inter: La squadra ha fatto la prestazione. Con un pizzico di convinzione avremmo portato il pareggio alla fine del primo tempo. Dietro non erano brillanti, abbiamo creato tante situazioni da gol, è vero che il dispiacere da parte mia è che quando analizzo degli episodi fortunati non lo siamo. Prendiamo gol su una punizione che non c’era. Giusto togliere il rigore sul tiro di Gendrey, ma se analizzo le partite con Milan, Inter e Juventus ci sono situazioni in cui abbiamo recriminato. Il fallo non c’era ma la situazione la potevamo evitare e si poteva lavorare meglio anche sul gol da palla inattiva. Quando si affrontano queste squadre però non possiamo permetterci errori”.

Roberto D’Aversa conclude sulla possibilità di colpire l’Atalanta su palla inattiva: “Lavoriamo sempre e si cercano alternative. L’Atalanta ha subito più gol di testa anche se è strutturata, ci sono delle qualità negli avversari, sulla struttura non si può lavorare ma sulle alternative, mettendo il giocatore non strutturato in posizione diverse”.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Gianni4
Gianni4
2 mesi fa

Visti i disponibili non è proponibile il 4-3-3, l’ideale sarebbe il 4-3-1-2, i trequartisti non mancano e le punte le abbiamo. Resta da capire se l’allenatore è all’altezza di quel modulo. speriamo non si inventi nguacchi astrusi.

Dario
Dario
2 mesi fa

Dorgu esterno alto potrebbe essere una bella sorpresa, ma non sottovaluterei Listkowski che a Brescia ha fatto benissimo.
Certo che tutti sti esterni assenti in contemporanea… Quanto è ciucciu Banda, mamma mia…

Articoli correlati

La gara contro il Frosinone rappresenta un ritorno al passato per Guido Angelozzi, ds dei...
Nella giornata in cui sono in programma ben quattro scontri diretti le due ex sorprese...
Il fischietto di Torre Annunziata ritrova i giallorossi dopo l’ultima partita arbitrata proprio contro i...

Dal Network

Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
In occasione della sconfitta contro la Juventus, gara che ha accentuato la crisi dei ciociari,...
Calcio Lecce