Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Cuore La Mantia: “Lecce è parte di me. Voglio conquistare il mio spazio”

Dopo il gol realizzato contro la Lazio parla Andrea La Mantia, che adesso ha ritrovato la giusta fiducia per cercare di scavalcare le gerarchie in attacco.

EMOZIONE OLIMPICO. E’ stata un’emozione forte, io ero lì come raccattapalle con la Roma tra i 12 e i 13 anni. Per me, segnare anche il gol é stato bellissimo nonostante sia stato inutile. In quel momento ho vissuto un’emozione contrastante, perché volevamo comunque continuare a giocare. E’ stato comunque il gol più bello, farlo in Serie A è qualcosa che si sogna da bambini. Spero sia un punto di partenza”.

NUOVA SITUAZIONE. All’inizio mi aspettavo qualcosa di diverso, star fuori non è stato semplice da metabolizzare. Sono stato però un giocatore molto umile, che sa aspettare il suo momento. L’ho aspettato lo scorso anno e nelle stagioni passate. Io mi devo far trovare pronto quando il mister mi chiama in causa. Solo così posso conquistarmi più spazio possibile”.

MERCATO. Stare in Serie A è un sogno che spero di vivere fino alla fine. Qui a Lecce ho dato tanto e sento l’affetto del pubblico. Vorrei giocarmi le mie carte qui. Se la società dovesse fare delle scelte differenti, parlandone insieme, sicuramente deciderò di conseguenza. La mia voglia è di rimanere qui, giocare e sentirmi importante”.

TATUAGGIO. Dopo la promozione ho fatto un tatuaggio, lo avevo promesso è l’ho fatto, quella data non si dimentica ed é qualcosa che porterò sempre dentro con me”.

PARTNERSHIP CON LAPADULA. “Sono scelte del mister. Io non ho mai detto di essere il titolare inamovibile qui. Davanti siamo tantissimi e tutti molto importanti”.

NUOVO MODULO. Dipende da che ruoli decide di affidarci il mister, io sono sempre e comunque a disposizione”.

DEDICA. Sicuramente a mio padre, come ho già dimostrato con il saluto militare che ho rivolto. Ringrazio anche la mia famiglia e la mia ragazza che mi sono stati vicini”.

LOTTA PER LA SALVEZZA. Siamo in crescendo. Dobbiamo accompagnare le prestazioni ai risultati, questa è però la strada giusta. In questo campionato non puoi permetterti cali di tensione, non ci sono partite facili”.

IL GRUPPO. Si è creato un bel gruppo anche quest’anno. Avere un gruppo sano ci più aiutare a superare i momenti difficili”.

IL CAGLIARI. Spero di avere l’opportunità di giocare, mi piacerebbe fare gol in casa. L’ultimo è stato nell’ultima giornata davanti a 30.000 persone. Mi piacerebbe molto ripetermi. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News