Resta in contatto

News

Olive: “Lecce, che ricordi! Ma con Ventura zero feeling”

“Domenica sarò allo stadio, mi piace quella squadra, e mi piace ancor di più l’impronta che dà Liverani, giocano sempre per fare la partit”, ha affermato l’ex calciatore giallorosso.

Renato Olive, doppio ex di Lecce e Bologna (nelle vesti di giocatore, ma anche di collaboratore tecnico nella gestione Donadoni), parla a la Repubblica (edizione di Bologna) della gara di domenica.

SONO BRINDISINO.C’è chi pensa che io sia di Bari, perché sono nato a Putignano, la provincia è quella, ma io sono di Fasano, dunque brindisino, ed ho giocato quattro anni a Lecce, a Bari mai”.

PROMOZIONE ‘92-‘93.Ricordo tutto, vincemmo 3-0, quell’anno eravamo fortissimi, tanti giovani, io Scarchilli, Grossi, alcuni giocatori esperti, Ceramicola, Melchiori, Notaristefano, ne uscì un bel mix”.

ALLENATORE BOLCHI.Uno di quegli allenatori che lasciano il segno. Bravissimo a gestire lo spogliatoio, curava tantissimo il gruppo, parlava poco, faceva molti fatti”.

ANNO SUCCESSIVO. “Stagione 95-96, eravamo precipitati in C, ma quell’anno salimmo in carrozza, Palmieri e Francioso davanti, Ventura in panchina. Solo che non mi vedeva, pazienza dai, non è che tutti mi possano stimare, solo che io ero giovane, ero una promessa, e lui niente, non mi metteva mai. Successe che a 25 anni il Lecce mi liberò. Me ne andai a parametro zero. Ripartii da Andria, fu la mia fortuna perché dopo due campionati mi prese il Perugia. Altri due anni e per 8 miliardi arrivai a Bologna”.

LECCE-BOLOGNA.Sarò allo stadio, mi piace quella squadra, e mi piace ancor di più l’impronta che dà Liverani, giocano sempre per fare la partita. Li ha presi in C, l’anno scorso credo che nessuno si aspettasse la promozione”.

FALCO.A Bologna era un po’chiuso, c’erano Verdi e Di Francesco e poi Pippo se non gioca si perde un po’, però adesso sta facendo davvero bene, mi piace proprio. E non è l’unico, Farias è un altro bel giocatore, dietro Lucioni sa difendere, credo che abbiano tutto per giocarsela sino in fondo. Per salvarsi dico”.

BOLOGNA DI OGGI.Ha 19 punti, non sono affatto pochi, ho seguito molto la vicenda umana di Mihajlovic. Ogni volte che ci penso mi viene la pelle d’oca. Sinisa poi mi pare un extra terrestre”.

PROGETTI.Sto studiando l’inglese. L’obiettivo è la Cina: speravo d’andarci già in estate, quando lo Shenzen chiamò Donadoni, ma son retrocessi e adesso non so cosa succederà. Se Donadoni resta e mi chiama vado, il calcio mi manca”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da News