Resta in contatto

News

Choupo-Moting, l’ex obiettivo di Meluso quasi svincolato manda a casa l’Atalanta

In serata, la Dea ha salutato la Champions League nel modo più rocambolesco, incassando dal Paris un mortifero uno-due nel finale dopo il vantaggio di Pasalic. Del camerunense il gol del 2-1 dopo il pari di Marquinhos.

L’Atalanta conclude ai Quarti la propria esperienza europea e cede il passo dopo aver accarezzato per lunghissimi tratti il sogno della semifinale. A Lisbona, i bergamaschi dominano per lunghi tratti la gara. In vantaggio grazie al gol di Pasalic nel finale è giunta la rimonta francese, con 2 gol in 3′: prima Marquinhos, poi Choupo-Moting.

IN AVANTI SENZA PAURA. Subito un’occasione per parte in avvio. Al 3’ bella verticalizzazione di Zapata per Gomez, che col mancino impegna Navas. Dall’altra parte Neymar fallisce la rete a tu per tu con Sportiello, dopo una corsa in solitaria, da circa 30 metro, calciando male col piatto destro. Super parata con la mano di richiamo del portiere dei francesi sul cambio di gioco di Hateboer che ci prova di testa in tuffo. 14’: sugli sviluppi di una punizione battuta da GomezDjimsiti manca col capo la deviazione in rete. Bell’avvio degli orobici.  Gara aperta tra le due squadre. Nuova offensiva dei transalpini (19’) con Neymar che offre la sfera a Icardi, che fortunatamente arriva in ritardo.

PASALIC. Bergamaschi in vantaggio al 27’ grazie all’ex Milan e Spartak Mosca, che infila Navas con un mancino a giro di prima fredda Navas, su assist di Zapata. Un minuto dopo il gol subito, Neymar calcia con il destro dal limite, pallone a lato di un soffio. Che brivido. L’asso brasiliano al 35’ batte una punizione, ma Sportiello è attento, come nel mettere in difficoltà Icardi al 41’, anche grazie a Djimsiti.  Altro erroraccio di Neymar (42’) col mancino, azione nata da un brutto retropassaggio di Hateboer. L’arbitro Taylor manda le squadre al riposo, dopo 1’ di recupero.

Nella ripresa i nerazzurri hanno la ghiotta chance per il raddoppio. Al minuto 11 De Roon fa partire un destro, che purtroppo vede sfilare di poco il pallone a lato rispetto al palo di Navas. Quindi (13’) Djimsiti, sulla sponda di Toloi, scaglia un tiro al volo con il mancino dal limite dell’area piccola, ma si divora il gol.  Gomez esce per infortunio al 14’, pochi minuti prima dell’ingresso di MbappeSportiello super attento al 28’ nell’evitare il pareggio di Mappè, sul filtrante di Draxlker. Tre minuti dopo il portiere dei bergamaschi (sostituto dell’infortunato Gollini) dice no a Neymar. Il PSG perde Navas (problema all’adduttore) al 34’, sostituito tra i pali da Rico.

BEFFA FINALE! Che serata Sportiello, che al 35’ ipnotizza Mbappe. Lombardi in dieci dopo i cambi già fatti e Freuler che non sta bene, ma che rientra con la fasciatura. Tiene la squadra italiana sulla pressione dei francesi, che però al 45’ agguantano gli avversari Marquinhos che, sull’assist di Neymar, ci mette il piede e sigla. Beffa atroce, perché al 48’ arriva il 2-1 dei transalpini con Neymar che imbuca in area Mbappè, che scarica un cross basso dalla sinistra per Choupo-Moting, che con il tocco di destro batte Sportiello. Tutto in 3 minuti, il PSG è avanti. Al 52’ , sul lancio lungo, Muriel aggancia il pallone ma sbaglia proprio il controllo davanti a Rico e fallisce il 2-2.


CHOUPO-MOTING. Il nome di Choupo Moting non è assolutamente nuovo agli occhi dei tifosi del Lecce più attenti. Era l’agosto dello scorso anno quando, prima del definitivo tramonto del sogno Burak Yilmaz, Meluso provò a sondare le chance di accaparrarsi le prestazioni dell’attaccante del Paris, allora un esubero della rosa di Tuchel. I primi contatti, curati dall’intermediario Di Campli, sembravano celare anche qualche segnale positivo. I Campioni di Francia dissero all’epoca già si al trasferimento di Choupo-Moting, ma poi successe l’imponderabile.

GOL ESTIVI. Il caso, e le congetture sportive, hanno voluto che Choupo-Moting, sostituto di Cavani infortunato e ancora non rincalzo di Icardi, cominciasse a segnare già dalle prime gare di Ligue 1, torneo che prende il via ad inizio agosto. Di fatto, prima del gol vittoria di oggi che vale la semifinale al Paris, i gol agostani (3 nelle prime 2 presenze) rimasero i soli acuti in una Ligue 1 con 9 presenze totali. Eric Choupo-Moting, a pochi giorni dallo svincolo con il contratto che scade a breve, quindi, sembra essere l’uomo dei gol estivi, prima in campionato ma ora anche nell’Europa che conta, dove non segnava da sei anni. Anche lì, in uno Schalke-Sporting Lisbona 4-3, la punta segnò il gol-vittoria al di là del 90′. Meluso, guardando il tabellino della gara di ieri sera, avrà sicuramente sorriso amaramente.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da News