Resta in contatto

News

Monza, Dany Mota: “Dobbiamo trovare risorse inaspettate per gli scontri con Salernitana e Lecce”

Il giovane portoghese del Monza ha parlato alla Gazzetta dello Sport. Si riporta un estratto delle sue dichiarazioni.

DAL LUSSEMBURGO ALL’ENTELLA A 16 ANNI. Ho provato, mi sono allenato con loro e alla fine, anche se molto giovane, ho deciso di rimanere per realizzare il mio sogno di bambino: diventare un calciatore. Anche Zaniolo ha messo in luce lì le sue qualità, in modo anche inaspettatamente rapido. Gli infortuni purtroppo fanno parte del nostro mondo ma sicuro ne uscirà perché è un grande giocatore. E un buon amico. La parentesi alla Juventus U23? I sei mesi in bianconero sono stati molto formativi perché mi allenavo anche con la prima squadra. E poi c’era il mio idolo Cristiano, da cui ho imparato certe cose. Tutto perfetto per me».

CON CHI SI VEDREBBE IN A. “Fate voi. Io sinceramente – e non è un modo per non rispondere – dico che quella squadra di Serie A è il Monza. Le partite contro Salernitana e Lecce? Sono scontri diretti con squadre che ci stanno davanti, dobbiamo dare fondo a tutto ciò che abbiamo o addirittura trovare risorse inaspettate. Il Monza deve migliorare sul pensare partita dopo partita. E vediamo dove saremo l’anno prossimo”.

DRIBBLATORE. “Io primo con 79 dribbling riusciti in Serie B? (Bajrami dell’Empoli, secondo, è staccato a 46, ndr) Forse non è un caso – ammette il ventiduenne portoghese -. Ma ora i successi personali devono passare in secondo piano. Abbiamo avuto un periodo difficile per cui stiamo concentrati sul presente e l’immediato futuro, ci aspettano partite toste. In cosa voglio migliorare? Cinismo. Lavoro tanto proprio sulla “mezza palla, un gol”. Devo migliorare sotto porta, concretizzare di più per quanto creo. In questo mi stanno aiutando molto il tecnico Brocchi e tutto lo staff”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da News