Resta in contatto

Approfondimenti

L’avversario di domani: Rovereto, fame di calcio tra i monti e la simpatia per il Lecce del ds

Il club bianconero, oltre 100 anni di storia, disputa il campionato di Promozione ed aspira, con rinnovato entusiasmo, a rispolverare fasti passati. Domani un’amichevole favorita anche dalla simpatia per il giallorosso.

Domani pomeriggio al Marzari di Folgaria ci sarà la seconda uscita stagionale del nuovo Lecce di Marco Baroni, impegnato alle 17 in un test amichevole con la formazione locale del Rovereto. Oltre ad avvicinarsi geograficamente alla sede del ritiro giallorosso (dai 107 km di lontananza di Sinigo agli appena 22 della città del Trentino), l’avversario di turno innalza anche il livello della difficoltà del match, dal momento che disputa il campionato di Promozione trentina. Abbiamo voluto conoscere meglio la realtà roveretana intervistando il direttore sportivo del club Ennio Floriani.

Rovereto, 40mila abitanti nel cuore della Vallagarina. Quanto è vissuto il calcio nella vostra realtà?

“Con tanta passione e tradizione, raccolte entrambe dalla nostra società. Il Rovereto vanta infatti una storia ultracentenaria, avendo compiuto nel 2019 il secolo di storia, ed un passato anche in Serie C oltre a tante stagioni in Interregionale. L’attuale FC Rovereto raccoglie l’eredità proprio dell’US Rovereto ed ha avuto il merito, oltre che di risalire dalla Seconda Categoria alla Promozione, anche di riportare entusiasmo negli appassionati della Vallagarina. Peccato che il Covid ci abbia negato la gioia di puntare all’Eccellenza a causa di due stop in momenti in cui stavamo facendo benissimo nei piani alti della classifica, ma non ci fermeremo qui e ci sono le ambizioni per ritornare in alto. Oltre che quella di curare il settore giovanile per far crescere in modo sano ed a suon di calcio i nostri ragazzi”.

In che modo sono nate idea ed opportunità di poter disputare quest’amichevole con i giallorossi? E che conoscenza c’è del Lecce a Rovereto e dintorni?

“Rovereto è chiaramente un punto di riferimento calcistico nel Trentino, in particolare se pensate che il nostro e quello di Trento sono gli unici stadi della provincia. Così siamo stati contattati dai dirigenti che ospitano il Lecce a Folgaria e ci è stata chiesta la disponibilità per questa prestigiosissima amichevole. Non abbiamo esitato ad accettare. Personalmente per me sarà un grandissimo giorno, perché sono simpatizzante del Lecce e mi devo ancora riprendere dal rigore fallito da Mancosu con il Venezia, per far capire quanto mi piaccia la vostra squadra. Un affetto che nasce da quello per la vostra bellissima terra e da quando, qualche anno fa, ho avuto il piacere di visitarla. Tra Piazza Sant’Oronzo ed il barocco leccese, non è potuto mancare lo stop nel mitico Via del Mare. Era un Lecce-Empoli di qualche anno fa ed il vostro dodicesimo uomo mi impressionò per calore. Poi, in generale, il Lecce è una squadra che anche qui fa molta simpatia, conosciuta per la sua storia ma anche per la correttezza ed i valori che lo hanno sempre contraddistinto, sin dai tempi di Barbas e Pasculli”.

Domani bianconeri e giallorossi si incrociano. Con che spirito andrete ad affrontare l’impegno amichevole?

“Per noi, per i ragazzi sarà una giornata indimenticabile. Affrontare una squadra di tale blasone non solo è un giorno da ricordare, ma può anche insegnare tantissimo. Ho avuto il piacere di relazionarmi con il team manager giallorosso Claudio Vino, persona squisita. Siamo certi che saremo accolti benissimo domani a Folgaria, che ci troveremo bene con i dirigenti giallorossi e che faremo del nostro meglio perché sia una bella giornata di sport ed un gran momento per tutti. Con la speranza, perché no, di ritrovarci anche in futuro”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Pow
Pow
3 giorni fa

Super Ennio!

Novolese
Novolese
5 giorni fa

In bocca al lupo ragazzi. Un abbraccio dal Salento!

Giorgio Cheva
Giorgio Cheva
5 giorni fa

This is football. A volte vedo più calcio e passione in queste amichevoli che in Serie A o B

Giannii
Giannii
5 giorni fa

Che belle queste realtà!

Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "I mercenari non devono aver voce in capitolo.... quelli passano....i miti invece restano immortali"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Grandissimo Kecco anche come allenatore...non ha la fortuna di altri... però è vero anche che in quella circostanza lo ricordo benissimo il..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "'Grande Beto"
Advertisement

Altro da Approfondimenti