Resta in contatto

News

QdP – Lecce, Strefezza cuore e testa: così ha conquistato tutti

Il Quotidiano di Puglia: “alto 1,68 cm, tra i giganti, Strefezza segna anche di testa e il Lecce se lo gode”

Strefezza ha già conquistato il Lecce. Titola così il Nuovo Quotidiano di Puglia, che apre con il gol, di testa, dell’attaccante brasiliano. “Un gol insolito, per Gabriel Tadeu Strefezza Rebolato, detto anche Espeto, una sorta di miscela siculo-brasiliana, un cocktail umano-professionale che si porta dentro e che gli alimenta i sogni di un grande avvenire, i sogni che cullava già nel Corinthians, scuola di grandissima statura mondiale, il calcio come una favola, e che aveva riacceso qui sulla scena della serie A dove lo aveva portato la Spal di Semplici. Il terzo gol in questa avventura leccese (più due assist), dove aveva già lasciato il segno nella vittoria roboante sul campo del Crotone. Gliene basta solo un altro adesso per confezionare il poker in carriera, per eguagliare il suo top stagionale raggiunto nello scorso torneo a quota quattro”, si legge nell’articolo di Antonio Imperiale.

Poi una serie di paragoni: “Un gol speciale, quello di sabato, di quelli che per i piccoletti hanno un valore particolare, un colpo di testa, lui alto 1,68, fra i giganti delle difesa ascolana, giocando sulla straordinaria rapidità e leggerezza. 1,68, cinque centimetri più di Insigne che fa record con il suo 1,63, qualcosa in più di Maradona, Verratti, e Papu Gomez, due in meno rispetto a Messi, uno meno di Mertens, 1,68 quanto Fabrizio Miccoli”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News