Resta in contatto

News

Olivieri a caccia del gol perduto. Ora il Lecce conta su di lui

Con il ko di Massimo Coda il peso dell’attacco del Lecce graverà anche sulle spalle di Marco Olivieri chiamato a dare segnali incoraggianti.

L’astinenza dal gol dell’ex attaccante dell’Empoli dura da 286 giorni, l’ultima sua gioia risale allo scorso 2 marzo nella partita contro la Salernitana, un match decisivo per quella che poi è stata la scalata dei toscani nella scorsa verso la Serie A poi conquistata a fine stagione. Il bottino dello scorso campionato non è stato particolarmente importante, le marcature messe a segno sono state appena 5. Ora però il Lecce conta su di lui perché con l’assenza di Massimo Coda serve trvoare una soluzione altenrativa. Baroni punta sul giocatore prodotto del settore giovanile della Juventus per cercare di superare la difesa della Ternana.

COSA CAMBIA. Rispetto a Coda, Olivieri è sicuramente meno portato nel gioco spalle alla porta e nella difesa della palla, un’attività in cui il bomber giallorosso non ha eguali nel campionato cadetto. Con Olivieri il Lecce deve cambiare leggermente modo di giocare, l’ex Empoli infatti può garantire più rapidità e maggiore attacco alla profondità. Con lui in campo potrebbe però cambiare anche il raggio di azione di Strefezza e  Di Mariano, chiamati ad un attività di raccordo con il centrocampo per permettere al numero 11 di penetrare negli spazi. Attività sulle quali sicuramente Baroni ha avuto l’opportunità di lavorare nel corso della settimana, consapevole del fatto di non poter contare sul suo bomber.

 

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Perfavore Ulivieri non farebbe panchina neanche in una squadra di serie C"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News