Resta in contatto

News

Baroni: “Con la SPAL per proporre andando a tutta, gestire non ci riesce. Coda? Più da part-time”

Il tecnico del Lecce Marco Baroni ha presentato il match che vedrà i giallorossi impegnati domani sul campo della SPAL.

CODA. “Lo portiamo con noi, domattina faremo un allenamento di risveglio muscolare con ulteriore test per lui. Oggi ha lavorato con noi non forzando e lavoreremo insieme. Molto più facile che abbia un impiego part time, ma non escludo niente”.

SPAL. “Incontriamo una squadra con dei valori importanti, che ha fatica all’inizio ma che ha grandi qualità. Si tratta di un campo sempre difficile, in più vengono da una vittoria fuori casa che ha ridato entusiasmo. Noi dobbiamo pensare sempre a noi, essere bravi a ridurre al minimo gli errori con attenzione ed avere il piglio di chi vuole andare a far bene e prendere punti importanti. Vogliamo avere questa mentalità in casa e fuori sempre con rispetto dell’avversario”.

TURNOVER. “Tornerà Gargiulo a centrocampo. In precedenza aveva avuto due allarmi sull’adduttore, gli abbiamo dato la possibilità di recuperare appieno ed ora sarà della partita. Terzini? Secondo me non hanno fatto male. Calabresi ha fatto una buona gara, Barreca ha avuto un appannamento mentale anche perché non era abituato a giocare così tante gare. E’ possibile ci siano avvicendamenti in questi ruoli. Voglio portare ad avere più titolari possibili, al di là delle prestazioni che possono essere più o meno opache”.

ULTIME DELL’ANNO. “Sotto un certo punto di vista sono gare molto importanti, forse le più importanti con insidia ma posso essere anche risorse. Vengono prima di mercato, sono ravvicinate e si arriva anche con un po’ di stanchezza. Tuttavia si ha la possibilità di alzare ulteriormente l’asticella“.

ALI. Strefezza e Di Mariano stanno bene mentalmente e fisicamente. Tutti sanno il percorso che porta al gol e cercano di percorrerlo. Io dico sempre loro di non guardare strettamente al gol ma a cosa fare per arrivarci ed avvicinarsi”.

CLASSIFICA. “Punti lasciati per strada? E’ inutile guardare la classifica. Dopo la gara di venerdì c’era certamente rammarico nello spogliatoio. Io sono andato subito a rivedere la partita perché avevo avuto buone sensazioni riconfermate dai numeri. Ci sono stati tanti ingressi in area, tanti cross ma abbiamo lasciato troppo per strada le piccole cose. Questo deve darci ancor più stimolo e motivazione. Io cerco sempre di togliere pressione perché il risultato dev’essere una componente della prestazione di squadra ed individuale. Dobbiamo continuare a credere in ciò che stiamo facendo”.

TUIA. “Eravamo vicini al rientro, poi c’è stato un risentimento e questo ci ha fatto rallentare un attimino perché vogliamo un completo recupero per poi andare a sforzare e spingere. Sono convinto di averlo a breve con noi. Non ha lesioni, quindi sono fiduciosi”.

RITMI. “Non possiamo gestire, siamo una squadra che dobbiamo andare a tutta. La gestione non ci piace e non ci riesce, non la alleniamo dunque dobbiamo puntare su ben altro. La stanchezza è un aspetto mentale, parte tutto da lì ed il resto è una conseguenza”.

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News