Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Muscoli e numeri in crescendo, Baschirotto si prende il Lecce

La copertina della prima vittoria casalinga in campionato è tutta per il difensore veronese, autore della rete che ha aperto le marcature. La rete è il giusto coronamento di un grande avvio di stagione.

Il doppio salto non fa paura se hai spalle robuste, pettorali larghi e bicipiti possenti come Federico Baschirotto. Il colpo di testa ravvicinato a ribadire in rete la sponda di Gonzalez è la soddisfazione più bella in 14 partite in cui non ha saltato nemmeno un minuto, confermandosi l’unico giocatore di movimento tra i sempre presenti insieme a Nzola dello Spezia.

Baschirotto, oltre alla marcatura asfissiante e alle chiusure senza fronzoli, aveva nelle sue corde l’inserimento offensivo. Come già descritto settimane fa, nelle sue doti c’era anche l’inserimento di testa sulle palle inattive e, dopo il gol mancato a Bologna in una partita che poteva riaprirsi grazie alla sua stoccata, è arrivato l’abbraccio collettivo con la gente del Via del Mare. Dopo la rete, Baschirotto si è divincolato dall’abbraccio di un compagno lasciandosi andare in una corsa forsennata per prendersi l’urlo della Curva Nord in festa.

Oltre alla rete dell’1-0, Baschirotto ha contribuito all’importante successo con la solita partita di massima attenzione difensiva insieme a Pongracic. Statisticamente, il 26enne ha confermato le ottime cifre raggiunte in Udinese-Lecce 1-1. 14 recuperi palla (3 nella metà campo avversaria) e 7 intercetti palla per andare ancora una volta sopra la media e pian piano alzarla. Rispetto alla gara della Dacia Arena, dove ha giocato al fianco di Umtiti, Baschirotto ha ingaggiato meno duelli, 6 contro 17, con una percentuale di vittoria del 75% tra palle contese, contrasti aerei e marcature.

Un altro numero è curioso. Vi spieghiamo perché. In sede di presentazione dopo il suo arrivo dall’Ascoli, Corvino aveva parlato di Baschirotto evidenziando il 78% raggiunto nella precisione dei passaggi in Serie B. Bene, Baschirotto si è approcciato alla Serie A giocando da centrale (l’ultima volta part time in Serie C con la Viterbese) e, in media, la sua precisione nei passaggi è dell’82%, più alta rispetto al campionato cadetto in cui, lo ricordiamo, l’anno scorso era un debuttante.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: due terzi dei lettori promuovono Corvino e Trinchera

Ultimo commento: "RAGAZZI TRA TUTTI I COMMENTI NEGATIVI C'E' SEMPRE LA STESSA PERSONA, CHE PURTROPPO E' OSSESSIONATO DAl SALENTO IN TERMINI DI INVIDIA,PASSA LE GIORNATE..."

Gol dell’anno 2022, vince il siluro di Colombo che ha fatto tremare il Maradona (VIDEO)

Ultimo commento: "Giusto non abbassare la guardia, i conti si faranno alla fine, complimenti fin'ora più che meritati ma guai a scendere in campo convinti che..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti