Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Lecce, la solidità negli scontri diretti è promettente per il futuro

I giallorossi di Baroni hanno ottenuto vittorie fondamentali con Salernitana e Samp, perdendo di fatto solo (ed immeritatamente) alla seconda in casa Sassuolo.

Tra i bilanci parziali che la lunga sosta permette di fare c’è quello relativo allo score, che alla lunga sarà fondamentale, dimostrata dal Lecce negli scontri diretti. Sfide che potrebbero risultare decisive soprattutto in una seconda parte di campionato in cui i punti varranno doppio se non triplo. E le premesse, al momento, appaiono promettenti.

SUCCESSI. Due delle tre vittorie ottenute dai salentini fino ad oggi sono giunte sul campo di dirette concorrenti. Pesante quella di Salerno, contro una squadra che era addirittura lanciatissima a metà classifica e su di un campo storicamente ostico. Vittoria che, tra l’altro, ha consentito alla truppa Baroni di sbloccarsi con gran merito. Pesantissima (a dir poco) quella di Genova, la quale ha permesso a Hjulmand e compagni di andare alla sosta con il miglior stato d’animo possibile e di mettere tra se e la zona retrocessione ben 8 punti.

NON SOLO IL RISULTATO. Quello che più è piaciuto del Lecce visto ad oggi dei match di maggior valenza è lo spirito, l’esserci sempre stato. Escludendo il Bologna, rivale diretta solo sulla carta e per pochi turni perché forte di elementi da metà classifica (che non a caso ora occupa stabilmente), i giallorossi non hanno mai sbagliato gara anche quando hanno pareggiato, in particolare con Monza ed Empoli contro le quali avrebbe meritato di più. Discorso lievemente a parte con la Cremonese, contro cui si è visto il peggior Lecce casalingo della stagione. Una gara bruttina, di certo non nulla, visto che alla fine il predominio lombardo (quasi tutti nella seconda metà di ripresa) si è tradotto in appena due tiri in più rispetto ai padroni di casa.

UNICO KO E FUTURO. L’unica sconfitta al cospetto di una delle ultime nove in classifica è giunta al secondo turno, al Mapei Stadium. Un 1-0 che il Sassuolo ha agguantato per una prodezza di un singolo, in una gara che avrebbe visto nel pari il punteggio certamente più giusto. Prestazione che si somma alle altre, dunque, e lascia un buon sapore nella bocca dei tifosi che si approcceranno al 2023 ben fiduciosi dopo quanto dimostrato dai salentini fino alla sosta.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti