Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Gasperini: “Il Lecce toglie punti un po’ a tutti, guai a pensare che sia facile”

L'allenatore dell'Atalanta presenta la partita di domani contro il Lecce nella conferenza stampa della vigilia

Il tecnico dell’Atalanta traccia il bilancio sul momento, partendo dal rendimento dei suoi: “Con Napoli e Inter c’è stata la prestazione, con Fiorentina, Lazio e Bologna lo stesso. Ma le sconfitte, sette, cominciano a essere un po’ troppe e spesso abbiamo perso nel finale: se si devono valutare le gare e le opportunità, ne abbiamo create sempre più noi, ma al calcio non si vince i punti. In questi scontri, caratterizzati da episodi nei finali, usciamo perdenti. La classifica potrebbe essere diversa. Il quinto posto dello scorso campionato ha significato Europa League e lo sarebbe stato anche senza l’esclusione della Juventus: un grandissimo risultato. Ultimamente è mancata un po’ continuità di risultati”.

La partenza di Lookman complicherà l’attacco neroazzurro, mentre in difesa resta il problema dei gol subiti da palla inattiva: “La sua partenza mi preoccupa, per i numeri e la qualità che garantisce, è sempre stato molto efficace. Perdiamo un elemento importante in attacco, dove però c’è un certo numero di giocatori per sopperire. Altri giocatori possono essere misurati e trovare la continuità. I gol da palla inattiva? Quand’è così, bisogna cambiare qualcosa nella disposizione. Non si tratta di passare alla marcatura a uomo, in cui si commettono altri tipi di errori. Oggi si segna più sulle seconde palle che da palla inattiva. Non scrivo letterine a Babbo Natale, perché le squadre si fanno a luglio. Credo molto poco nel mercato di gennaio. Il difensore? La società deve valutare un giocatore di prospettiva, o un rinforzo immediato, o un giocatore già pronto a tamponare le falle. Per me possiamo stare anche così, se non ci sono situazioni favorevoli alla società, magari sperando nel recupero di Toloi e Palomino. Io lavoro per questo, anche arretrando De Roon e assecondando la crescita di Bonfanti”.

L’assenza di Hateboer numericamente non creerà emergenza visti i vari calciatori a disposizione sulle fasce: “Non so quanto si sentirà la sua assenza, perché abbiamo i numeri nel reparto esterni per sostituirlo. Con lui ci sono sei laterali. Magari con un difensore e un centrocampista in più saremmo più equilibrati. Di questa squadra mi piace la solidità. Quasi tutte le squadra hanno attaccanti veloci, fastidiosi e freschi che quando entrano cambiano le partite. Noi in avanti abbiamo tanti giocatori che hanno fatto bene a turno, ma senza continuità. Scalvini ha vent’anni e ne finale può soffrire, Djimsiti ha giocato sempre e quindi può essere stanco”.

E sul ballottaggio in porta tra Musso e Carnesecchi: “Una situazione nota da maggio e irrisolta. Non è l’ideale, per domani devo pensarci. L’idea è dare più partite consecutive a Carnesecchi, anche per dare alla società l’opportunità delle valutazioni del caso”.

Davanti, è un rebus il contributo che può dare Gianluca Scamacca:“Ha avuto piccoli infortuni, ma ogni volta che si ferma ha bisogno di tempo per ripartire. Ora sta bene, sulla carta l’ultimo acciacco sembrava molto più serio. Per aumentare il suo raggio d’azione ed essere più dinamico ha bisogno della migliore condizione fisica”.

Gasperini descrive poi le insidie che nasconde la sfida con il Lecce nonostante le assenze, in ultima quella di Sansone: Ha venti punti, l’ho vista con l’Inter e le ha dato filo da torcere a San Siro. Una partita difficile. E’ fuori strada chi pensa che possa essere facile per le assenze. Non ha il coefficiente di difficoltà dell’Inter e del Napoli, ma la classifica è corta e il Lecce toglie punti un po’ a tutti. Ha un allenatore capace e bravo, è una squadra veloce che non si limita solo a difendersi. Una squadra impegnativa e di valore, se non sei al meglio non la superi. Piccoli? Di lui ricordo gol incredibili, determinanti e annullati: quest’anno col Milan, in maglia Atalanta contro l’Inter a San Siro. Un ragazzo cresciuto qui, ancora giovane, è ancora dell’Atalanta”.

Toloi e Palomino fanno parte della lista indisponibili. Dietro, con Scalvini, Kolasinac e Djimstiti, una soluzione potrebbe essere la riproposizione di de Roon in difesa. Gasperini, oltre che all’imminente impegno in casa contro il Lecce, pensa anche alla Coppa Italia. Mercoledì, i neroazzurri ospiteranno il Sassuolo al Gewiss Stadium negli Ottavi di Finale: “Toloi ha almeno fatto una settimana incrementando il lavoro. Palomino è più avanti e più vicino al ritorno. Touré non è ancora entrato nell’orbita del gruppo. I buoni propositi sono per domani: servono atteggiamento, spirito e rivalsa rispetto a Bologna quando non abbiamo raccolto niente. Alla Coppa Italia ci teniamo. Propositi per una settimana, più in là no. De Roon in difesa? Il suo giocare in difesa è figlio della necessità. Ne ha i mezzi. In mezzo, quando lui è dietro, c’è Pasalic che sta dimostrando grande maturità ed efficacia”.

Il ballottaggio Musso-Carnesecchi e la sostituzione di Hateboer sono i principali dubbi della vigilia per Gasperini. Su CalcioAtalanta.it le soluzioni di formazione

Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Alby
Alby
2 mesi fa

Gasperini il Lecce i punti li se li toglie da solo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ho la sensazione che i punti te li tolgano altre squadre vista la classifica che hai😀💛❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Quest’anno non entrano nemmeno in Conference, e la colpa è di quelli che tolgono punti…hai finito la pacchia…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Cosa vuol dire che toglie punti a tutti…mica si tolgono si ottengono…morto di sonno 😀

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Di la verita’, non vedi l’ora di vincere con il Lecce, anche per fare un favore al tuo vecchio Genoa.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

I Trimoni baresi sono pieni di 💩 fino alla testa con i Papponi napoletani…e invece di piangere vengono sulle nostre pagine a ridere.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Il Gasp ha il dente avvelenato contro il Lecce, l’anno scorso ne ha perse 2 su 2.

Articoli correlati

Il presidente al temine dell'incontro con il Frosinone ha commentato a Tele Rama l'andamento della...
Lo scontro salvezza dello stadio Benito Stirpe termina 1-1. Al gol di Cheddira risponde il...
Il penalty calciato dall'attaccante montenegrino e terminato in porta, decisivo per l'1-1 in casa del...

Dal Network

Bruttissima notizia per l'attaccante degli emiliani e della nazionale...
L'allenatore del Frosinone recrimina per la ripetizione della massima punizione prima mancata da Rafia e...
Il centrocampista giallazzurro ha parlato a Dazn a pochi minuti dal fischio d'inizio...
Calcio Lecce