Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La testata ha accelerato il processo: il Lecce di D’Aversa non c’era più

La partita praticamente non giocata con il Verona, nemmeno parente di quelle disputate fino a un mese fa, è stata l'emblema di una caduta che rischiava di diventare inesorabile ben oltre il "gestaccio"

Concedetemi un minuto, concedetemi un incipit dedicato al rammarico. Cosa diceva ad inizio stagione? “Da quanto tempo non si vedeva giocare il Lecce così!”. Eravamo felici tutti, e credo ben oltre dei risultati che sapevamo non sarebbero durati a lungo. E francamente chi scrive felice lo era anche nel vedere una squadra andare a giocare a testa alta a San Siro, andare a dominare per buoni tratti a Bergamo e per due terzi di match a Roma e Genova, oltre che giocare quasi da sola e sprecare l’impossibile per oltre un’ora con il Cagliari. Insomma, chi è onesto intellettualmente può affermare senza vergogna che, fino al prepartita di Bologna, anche solo ipotizzare un benservito a D’Aversa era da folli. E questo conferiva i contorni dello spreco immane al cammino di una squadra che avrebbe meritato un distacco maggiore dalla zona pericolosa. Poi in un mese tutto è cambiato.

Partiamo dai fatti ufficiali: D’Aversa esonerato a causa del brutto gesto di cui si è reso protagonista nei confronti di Henry. Ebbene, sì e no. Diciamo che non c’è falsità nel dire che un tecnico che tira una testata, per quanto di entità non da wrestler, ad un calciatore merita l’immediato benservito. L’episodio è però soltanto la goccia che ha fatto traboccare un vaso che, francamente, era colmo. Ed il riempimento è stato tutto sommato repentino, subendo una brusca e definitiva accelerazione proprio con il match di ieri.

Tornando indietro, le positive prestazioni non accompagnate dai risultati adeguati avevano fatto avvicinare il Lecce alla zona pericolo, e questo ci può anche stare o quantomeno va accettato. A quel punto, però, serviva un cambio di registro in termine di carattere e mentalità che non è avvenuto, ed il Lecce ha continuato a scendere in campo con l’atteggiamento di chi è comodamente a metà classifica con 7-8 punti costanti di vantaggio sulle inseguitrici. Il perché è difficile da individuare, ma a questo punto più che nel peccato di gioventù non è sbagliato ipotizzare dei limiti caratteriali di un tecnico che aveva già dato segnali di nervosismo i quali sarebbe stato meglio veder tradotti in una maggior “garra” dei suoi ragazzi in campo.

Ecco così Bologna, Torino, Inter, tre gare giocate con poco carattere contro formazioni più forti, ma clamorosamente più affamate. Va bene, sarà il calendario. Eppure il Lecce spaventato come nei venti minuti finali di Frosinone forse non lo avevamo mai visto. Giusto attendere il Verona, vera e propria gara spartiacque. Una gara da vincere sì, ma ancor più da non sbagliare. E invece è accaduto l’esatto opposto.

Il Lecce si è dimostrato totalmente assente sotto il profilo del carattere (mostrato in modo imbarazzante solo nei minuti finali quando c’era solo da lanciarsi in area), in balia di un undici ben più voglioso. Oltre che organizzato, e qui ci spostiamo sul piano di un gioco che è andato completamente perduto. I giallorossi hanno via via iniziato a mostrare sempre meno, passando dai venti minuti di Bologna ai quindici di Torino ai dieci di Frosinone. Fino agli zero con l’Hellas. Zero come le trame mostrate, aggiungiamoci un uno ed un altro zero ed ecco il cento che sono più o meno i lanci lunghi effettuati, metà dei quali nel nulla, nella partita più ventilata dell’anno contro uno degli avversari difensivamente più “sporchi” del campionato, insomma a fare ingenuamente il suo gioco. Il Lecce di D’Aversa, in pratica, non c’era più ed alla luce di mancanza di voglia, dignità ed idee la reazione di un popolo che ha tifato incessantemente in tutta Italia non può che essere una.

Insomma, si direbbe che di elementi per un addio ce ne sarebbero a sufficienza già escludendo ciò che è accaduto dopo il fischio finale. Ecco perché ridurre il tutto alla testata sarebbe non solo parziale, bensì anche controproducente. D’altronde la nuova guida tecnica certo non dovrà ripetere quanto fatto da D’Aversa con Henry. Ma anche quanto (non) fatto da D’Aversa tra Dorgu vs Fiorentina ed Henry.

Subscribe
Notificami
guest

67 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Squalecce
Squalecce
1 mese fa

E un’ultima riflessione: non dimentichiamo quante critiche abbiamo fatto a Baroni, nella seconda metà di campionato perchè il Lecce non vinceva, era prevedibile, non si riusciva a fare un tiro in porta, ecc. In pratica, sono anni che il Lecce non ha un gioco di qualità, che sia costante nei mesi. Per carità, trovo che sia bellissimo che la squadra abbia un direttivo locale, finanziatori per lo più locali, e che sia tutta improntata sul territorio. Ma, allora, cerchiamo di fare meglio le cose, in modo tale da far crescere davvero il “progetto Lecce” di cui si parla tanto. I soldi, invece di spenderli nell’edilizia di un centro sportivo o nel donare progetti di restyling dello stadio, si investano nei giocatori e in un BUON allenatore. E’ l’unica ricetta vincente per salvare il “Progetto Lecce” dalle figuracce.

Squalecce
Squalecce
1 mese fa

L’articolo è anche condivisibile…Però mi pare anche un po’ ipocrita criticare ADESSO D’Aversa, che non combinava niente da mesi. Mi pare, senza mezzi termini, come le scene in cui le iene si gettano sul leone morente, tanto ora non gli può fare più del male. Perchè non sono stati scritti articoli del genere già tempo fa, quando la squadra mostrava evidenti segni di regressione? O li notavamo solo noi tifosi, questi segni di cedimento, dalle sedie dello stadio ? Comodo, ora, lanciarsi tutti sull’allenatore. Umanamente, mi dispiace che D’Aversa sia finito in questo modo, anche se non vedevo l’ora che levasse il disturbo. Ha fatto quel che poteva, rispetto, buon viaggio Mister e a mai più rivederci. Vorrei invece dire qualcosa a chi vede nel calcio un modo per fare CASSA: signori, il calcio è sangue e passione, è identità di un territorio, è gladiatori nell’arena…Non si possono mettere i soldi davanti agli interessi della squadra e della tifoseria. Altrimenti si salva il portafogli e si perde tutto il resto. Capita la metafora?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Disamina assolutamente corretta , articolo lucido e onesto ,speriamo che Gotti sappia metter mano nonostante in carriera non abbia mai usato il 4-3-3

Andrea
Andrea
1 mese fa

Mario Conte era già stato chiesto di allenare il Lecce di Semeraro ma grazie a questi stupendi tifosi sia società sia Conte si son dovuti tirare indietro.quedto perché ha esultato al gol fatto al via del mare forse anche sbagliando ma se un calciatore viene venduto a belle cifre significa che in quel momento deve onorare quella maglia.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ha fatto bene il presidente a prendere Gotti sta già pensando che sarà l’allenatore del prossimo anno in serie B

Mesciu Marcellu
Mesciu Marcellu
1 mese fa

Insistiamo con questi commenti scemi, tutti a vantaggio dei “baresi” come te.

Andrea
Andrea
1 mese fa

Wanja comu c..o te chiami è bello parlare dopo che le cose non vanno bene la società è normale che qualcosa la sbaglia ma stanno facendo un lavoro.. lavoro per tutto il territorio che se non sbaglio non ha eguali quindi metti fuori il tuo nome se credi di essere così preparato o il c.lo
Come lo mettono questi signori gran signori.
Se non mi sbaglio il Verona e la società sono indagate per falso e altro il Lecce compra con le proprie risorse .
Grazie sticchi e compagni per le soddisfazioni che mi avete dato da quando siete al timone lasciate perdere questi specie di saputelli che non amano il Lecce
Non ci abbandonate❤️❤️❤️

Wanjia.p
Wanjia.p
1 mese fa

L’importante è insultare e le mie ore passano

Wanja.p Uccio la conza unodellanord te Cannole
Wanja.p Uccio la conza unodellanord te Cannole
1 mese fa

Devono esonerare quelli della biglietteria ;e’ tutta colpa loro e dei bibitaro,corvino aveva promesso Starbucks

Uno della ford1987...te cannole
Uno della ford1987...te cannole
1 mese fa

Noi ultras del San Nicola abbiamo la zuppa di cozze fatta da Wangia.p

Patrizioforse
Patrizioforse
1 mese fa

Ai ragione bisogna anche vedere la preparazione che anno fatto all’inizio..ora sembrano che in campo non giravano proprio.. e sono sempre acciaccati i risultati dicono questo

wanja p
wanja p
1 mese fa

Se D’Aversa Non avesse fatto quel gesto, lo avremmo tenuto sino alla fine. La Societa’ ha trovato la Scusa per non Ammettere le proprie colpe. Allenatore Inadatto anche se la squadra, quest’Anno è inferiore tecnicamente a quella dello scorso Anno. I vari Hjuldman Umtiti e Strefezza non credo che si possano paragonare a Ramadani Touba e Pierino la Peste. Senza contare che Banda e Baschirotto sono Inguardabili. Quindi Presidente, quale “Asticella ha Alzato’? Ci sarebbe della’altro ma mi fermo qui! 💛❤️ BARESI COZZARI SERVI NAPOLETANI !!!

Uno della ford1987...te cannole
Uno della ford1987...te cannole
1 mese fa
Reply to  wanja p

Dai Uccio la conza che prova scrivere in italiano?!!!!errori ne fai però diciamo da terza media;impegnati,Lu Pippi you.

bepiserieA
bepiserieA
1 mese fa

Tutta la squadra in confusione, si è visto subito dalla scelta del campo: nella giornata più ventilata dell’anno con un vento di scirocco (DA SUD) il capitano nel sorteggio sceglie campo…e sceglie il campo a favore di vento nel primo tempo!!! Roba mai vista! confusione totale!

Mario
Mario
1 mese fa

Messaggio al mister Antonio Conte, mister :visto che il trampolino di lancio alla sua stimata carriera, sia da calciatore e poi da mister internazionale, è partita da Lecce, visto che Vi è, anche nato. La pregherei di proporsi alla società U. S. Lecce, fino a fine campionato, per riconoscenza, anche a noi tifosi. prenda per mano la squadra, e ci conduca alla salvezza. sarò il primo a fare una colletta per un suo monumento in via del mare. Grazie

Lu mmelu
Lu mmelu
1 mese fa
Reply to  Mario

Seeeeeee Ca mo

Antonio67
Antonio67
1 mese fa
Reply to  Mario

sei forte Mario..un’inguaribile romantico tipico salentino..ma gente con il cuore come il tuo, e’ stata espatriata su Marte..Conte e’ leccese di nascota, ma torinese, se non juventino, di adozione..le situazioni vengono considerate solo se hanno la forma di tanti soldi l’uno sull’altro..ed e’ lo stesso concetto della famosa RICONOSCENZA che tanti romantici chiedono su questo blog nei confronti di SSD..nom appena si abbia la infelice idea di dire la verita’ inconfutabile sui 12 gol subiti ed uno fatto su rigore con un punto all”attivo, c’e’ sempre quakcuno che parte con i vari aggettivi ‘ingrato’, ‘barese’, qualcuno piu’ brillante ti dice anche che ‘non sei obbligato a tifare’ come se la fede la vivesse come un ‘obbligo morale’..senza ricordare che uslecce e’ un’azienda con dei proprietari, nel cui statuto c’e’ anche il profitto che, se rwalizzato, finisce nei dividendi dei soci..nulla di strano e di sbagliato, sia chiaro..ma essere RICONOSCENTE ad un imprenditore che vuole guadagnare dei soldi, e’ una follia, una malattia culturale che va combattuta come la peste..io sono un tifoso sfegatato, ma se la squadra fa tanre sciocchezze come negli.ultimi mesi, non devo essere RICONOSCENTE verso nessuno..io sono un TIFOSO, e voglio vedere ka squadra che da l’anima..se poi il presidente e’ anche lui un tifoso sono contentissimo, ma bisogna far crescere la mentalita’ da sudditi..anche perche’ nessuno di noi, o la maggior parte, ha sempre pagato il biglietto per vedere giocare questi giovanotti..

Antonio67
Antonio67
1 mese fa
Reply to  Antonio67

nessuno di noi, tranne qualcuno, e’ mai entrato gratis per vedere giocare questi giovsnotti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

È incredibile ma vero, se non fosse stato per la testata lo avrebbero ancora tenuto. Solo pochi giorni fa Sticchi ne tesseva le lodi…e con lui tanti pseudo esperti di calcio qui sul forum

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

E’ pazzesco che sia stato esonerato solo ora. Pazzesco.

Piero
Piero
1 mese fa

daveru

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

L’ avessero esonerato quando andava fatto (come ha fatto il Sassuolo ad esempio o l’Empoli) tutto questo non sarebbe mai successo e quel poveretto forse domani avrebbe potuto allenare un’ altra squadra. Oggi così come stanno le cose sarà difficile possa succedere. Società presuntuosa e arrogante tutto per non ammettere i propri errori

Mercenari
Mercenari
1 mese fa

👍👍👍, giusto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Bene adesso la responsabilità passa tutta sulla testa dell’area tecnica….vediamo se riescono a sbagliarne un altro…e soprattutto se la priorità è la salvezza o far giocare (anche se nn e’ che stiano facendo grandi figure…) i personaggi da vendere al prossimo mercato. Di sicuro nn si può più vedere calciatori come Blin relegati in panchina ed un centrocampo inesistente!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Doveva essere esonerato prima….al di là del gesto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Amen

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Spero che il prossimo allenatore pensi con la sua testa, e che nessuno li dica cosa fare, che sia libero di decidere di partita in partita con quale modulo affrontare gli avversari, forza lecce da ora giochiamo come sappiamo 💛❤️💪

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

In giro non c’è granché di allenatori, meglio affidare la squadra a Coppitelli e non essere ostaggio di gente che pretenderebbe (giustamente) la conferma in caso di salvezza. In questo modo, se sono capaci, si può programmare al meglio la prossima stagione che sia serie A o serie B.

Fabrizio
Fabrizio
1 mese fa

Gesto deprecabile ma definrlo testata…se non sapete cosa sia una testata cercate il video del casamonica di ostia che ne diede una ad un giornalista.

Rod66
Rod66
1 mese fa

Ora chi lo sostituirà dovrà cercare di amalgamare le varie etnie formatesi nello spogliatoio. Francesi , slave , ecc…ecc..nulla e perduto mancano 10 partite!! Forza lecce💛❤️

Sponza friseddhe
Sponza friseddhe
1 mese fa

Aaa scoperta l america…E c era bisogno cu faci l articolu… A Ca lu sapiane Ca nun c’era chiui ne capi ne cuta

pepysk
pepysk
1 mese fa

…e tanto già lo so che l’anno prossimo giochi di sabatoooo! era agosto quando lo cantavamo, manca poco e tornerete nelle fogne

Sandro
Sandro
1 mese fa
Reply to  pepysk

E’ probabile che tu giochi l anticipo del venerdì su Raisportsat😉

Sponza friseddhe
Sponza friseddhe
1 mese fa
Reply to  pepysk

Staremo a vedere…forza lecce sempre e comunque….c’è chi già ci gioca di sabato ed è un lusso per loro….la serie A se la può solo sognare la notte

Mesciu Marcellu
Mesciu Marcellu
1 mese fa
Reply to  pepysk

E perché mai, non abbiamo certo un appuntamento con te ed i tuoi pari.

Mesciu Marcellu
Mesciu Marcellu
1 mese fa

Hai dittu giustu sponzaturu 👍

fabio
fabio
1 mese fa

quindi è colpa di D’aversa , ma bisogna dire grazie a D’aversa

Domenico
Domenico
1 mese fa

Ma questo andava mandato via a Dicembre.. è stato una piaga…una sciagura……la squadra girerà meglio senza quell’incompetente…vedrete….3 punti a Salerno..forza…

Mesciu Marcellu
Mesciu Marcellu
1 mese fa
Reply to  Domenico

Minichieddrhu m’aggiu tuccare??

Gix
Gix
1 mese fa

Povero d Aversa… abbandonato da tutti, anche da chi, solo qualche giorno fa, diceva di difenderlo nn sapendo che lo stava accompagnando sul patibolo!
Corvino aspettiamo la tua conferenza stampa…visto che quello che decide sei tu!

GIALLO ROSSO
GIALLO ROSSO
1 mese fa
Reply to  Gix

sparito dai radar ormai da tempo…. ma è un copione gia scritto….. stara’ zitto fino alla fine per esplodere dopo…. se si salva tirera’ fuori tutti quei discorsi da salvatore della patria se retrocede dira’ che la colpa è stata dell’ambiente esterno che non hanno aiutato la squadra con minor budget ed eta piu giovane d’europa nella loro impresa.
Comunque vada, sara’ un successo

Amedeo
Amedeo
1 mese fa
Reply to  GIALLO ROSSO

Corvino se ne dovrebbe andare con la coda in mezzo alle gambe..

Mercenari
Mercenari
1 mese fa
Reply to  GIALLO ROSSO

Bravo, ben detto, alla fine come finisce finisce avranno avuto sempre ragione loro

gino
gino
1 mese fa

concordo in pieno con la disamina dell’articolo, fatta eccezione (non da poco) per un passaggio. Nessuno se lo sarebbe aspettato dopo la vittoria in rimonta contro la Fiorentina più che dal prepartita con il Bologna. Sembrerebbe la stessa cosa, giacche la partita con il Bologna fu disputata nella giornata successiva alla vittoria con la Fiorentina, ma a ben vedere va considerato un fattore imprenscindibile che doveva essere figlio di quella vittoria. Anziché fare il pieno di autostima, e dare fiducia a chi nel match vittorioso si è esaltato, si è distrutto tutto in quella settimana.

Mercenari
Mercenari
1 mese fa
Reply to  gino

E di tutto questo chi dobbiamo ringraziare se non questi artisti della società?

Franz
Franz
1 mese fa

Non c’era da almeno due mesi.
Se n’erano accorti tutti tranne chi avrebbe dovuto prendere i giusti provvedimenti.

Vittorio
Vittorio
1 mese fa
Reply to  Franz

Dico che umanamente mi dispiace per il mister che si è giocato la carriera a certi livelli,ma il fatto di essere sulla graticola lo ha fatto andare fuori giri,e un allenatore nervoso trasmette insicurezza,i fatti di ieri sono la conseguenza dello stress mal gestito

Gix
Gix
1 mese fa
Reply to  Vittorio

Esatto!

Vittorio
Vittorio
1 mese fa
Reply to  Gix

Grazie ,mi piacerebbe parlare di calcio in tranquillità ma sui social la psicopatia dilaga,avanti Salento

Mesciu Marcellu
Mesciu Marcellu
1 mese fa
Reply to  Vittorio

Molti reduci della Legge Basaglia e qualche livoroso barese

Rod66
Rod66
1 mese fa
Reply to  Vittorio

Concordo in tutto.. analisi breve e corretta!..aggiungerei comunque una mediocre lettura e preparazione delle partite , specie nelle fasi difensive ……non aveva più la fiducia della squadra.

Vittorio
Vittorio
1 mese fa
Reply to  Rod66

Infatti,ti abbraccio,avanti Salento

Franz 89
Franz 89
1 mese fa
Reply to  Vittorio

Giusto,lavoro nelle forze armate e quando il quadro ufficiali di un reparto non e’in sintonia ,la truppa ne risente immediatamente,anche noi abbiamo infatti gli avvicendamenti in campo,l,’importante e’ reagire,forza ragazzi

Erpiu
Erpiu
1 mese fa

Secondo me la causa principale è stata una frattura tra allenatore e calciatori. Se D’ aversa ha sempre imposto la costruzione dal basso, significa che gli allenamenti era centrati sulla costruzione della manovra. I lanci lunghi di ieri sono la dimostrazione che non lo seguivano più.

Vittorio
Vittorio
1 mese fa
Reply to  Erpiu

Si può essere un,’altro indizio di una squadra nervosa,non ha saputo trasmettere la giusta fiducia nelle difficoltà,si e’sfaldato quel legame con i giocatori….ma la verità la conoscono solo loro

Leccese che più vero non so può,tecannule
Leccese che più vero non so può,tecannule
1 mese fa

Devono giocare in interregionale ed inchinarsi al bari

Fabrizio
Fabrizio
1 mese fa

Perchè non si banna questo napoletano b?

Gix
Gix
1 mese fa

Certo che essere la seconda squadra di Napoli deve essere brutto…ma dormi la notte?

1943
1943
1 mese fa

Inchinarsi a chi?!!! Parli della stessa squadra che galleggia a tre punti della serie C?………. Certo che a neuroni tua mamma è stata parecchio tirchia eeeĥ?!!!

Mesciu Marcellu
Mesciu Marcellu
1 mese fa

Intanto a 90 gradi ora ci state voi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

e da tempo onestamente

MarcoMc
MarcoMc
1 mese fa

Dott. Amato, come da Lei giustamente asserito in quest’articolo, le evidenze di una squadra timorosa e di un gioco ormai inesistente c’erano tutte e già da tempo.
Ma la domanda che mi faccio e Le giro è:
Perché ad ogni conferenza stampa al sig. D’Aversa non è mai stato fatto presente in maniera diretta e anche “dura” nei termini tale situazione invece di fare domande accomodanti e di rito?

Grazie anticipatamente per l’eventuale risposta che vorrà accordarmi.

P.S.
Ho dovuto rispondere ad un commento da facebook a caso perché da cellulare non vedo i campi per poter fare il mio intervento.

Last edited 1 mese fa by Marco Piccinno
Andrea
Andrea
1 mese fa

si è autoesonerato infatti

Leccese
Leccese
1 mese fa

L’unico che non si era accorto di nulla è il povero CORVINO che adesso è sparito non parla più.

Uccio te la nord 1987 avanti Lu Pippi vero vero
Uccio te la nord 1987 avanti Lu Pippi vero vero
1 mese fa
Reply to  Leccese

Devono andare i serie d e prendere esempio dal Bari,tu sei un leccese vero vero te core te Lu Pippi toy preciatu,bravo forza la conza te merine

Fabrizio
Fabrizio
1 mese fa

☝ altri 2 account del napoletano b

Mesciu Marcellu
Mesciu Marcellu
1 mese fa

Che cugghione

Articoli correlati

Il 20enne centrocampista del Lecce farà parte della spedizione giallorossa nella sfida salvezza con il...
Il 20 aprile 1986 ci fu il ribaltamento del trionfo annunciato della Roma. Uno stadio...
lecce empoli
I giallorossi, la squadra che ha realizzato più gol negli ultimi minuti, dovranno sfatare dei...

Dal Network

L'allenatore ha parlato alla Gazzetta dello Sport nel giorno di Verona-Udinese, sfida tra due sue...
Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...

Altre notizie

Calcio Lecce