Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La conferenza stampa di presentazione del neo tecnico del Lecce Luca Gotti

Le dichiarazioni del nuovo allenatore del Lecce Luca Gotti, di Pantaleo Corvino e di Stefano Trinchera

Prende la parola il direttore tecnico del Lecce Pantaleo Corvino: “Ci siamo trovati dopo domenica a far fronte a due situazioni molto difficili, ovvero salutare Roberto D’Aversa e trovarne un sostituto. Due situazioni difficili, perché non è facile fare subito il meglio in certe situazioni. Lasciamo a voi dire se abbiamo preso le giuste decisioni. Lo sforzo di un management è quello di condividere con il club il meglio che possa essere in ogni momento. E dunque scegliere la miglior persona possibile per portare avanti questo progetto in quello che è l’attuale momento storico”.

“Voglio innanzitutto, a nome di tutto il Lecce, ringraziare il tecnico Roberto D’Aversa per aver dimostrato di essere stato all’altezza del compito affidatogli, come all’altezza cerchiamo di essere stati noi nello scegliere. Quando dico di dimostrare di aver fatto le scelte giuste è perché devono essere i fatti a dimostrarlo. Posso dire con orgoglio di aver fatto le scelte giuste con i quattro tecnici scelti fino ad oggi. Baroni ha vinto il campionato e si è salvato, D’Aversa ha lasciato il Lecce da salvo. Questo nonostante dopo poche partite Baroni non era all’altezza della Serie B, poi non era all’altezza della A ed ha sempre raggiunto i risultati. Oggi Baroni sento che è invece riconosciuto. I nostri allenatori devono gestire, far crescere ed allenare giocatori dal monte ingaggi di 8,5 milioni netti in Serie A e D’Aversa ha fatto il suo”.

“Sono arrivato in una società che non mi ha chiesto di vincere, ma di fare il massimo pur non essendoci sceicchi e con i conti in ordine. E ci sono venuto lasciando due anni e mezzo di contratto, l’ho fatto per la mia terra. Tutto questo per fare il massimo con un monte ingaggi con il quale non dovrebbero nemmeno iscriverti in Serie A. Ed alla luce di ciò perdendo due partite gli allenatori devono andare via? Nonostante l’humus con il quale devono lavorare? Siamo ad un punto dalla retrocessione e via l’allenatore e via i direttori”.

“Quando vinciamo va tutto bene, ma la cultura delle cadute ci deve essere. Cadendo come cadiamo noi possiamo rialzarci, prendendo nomi come fanno altri da ipocriti no perché tutto verrebbe messo a rischio. Non è che non ho voluto prendere giocatori perché non volevo fare di più, ma perché sarebbe stato troppo rischioso economicamente e non potevo. Quello che è successo domenica mi ha colpito, conosco D’Aversa da 20 anni e non è violento. Un tecnico che viene a lavorare con quest’humus non può gestire se gli si chiede cose troppo altre. Non parlate del milione di tifosi che si stima ma di quei cinquanta che si masturbano dietro le critiche sui social. A Bologna non parlavo così, ma per il mio territorio si alzano i toni”.

Parola a mister Luca Gotti: “Quest’anno la lotta salvezza è serratissima, difficilissima, con tante squadre in pochi punti che rendono tutto molto più difficile. E questo lo vedi già seguendo la situazione dall’esterno. Quando ci sei dentro aspetti e tensioni vengono visti diversamente”.

“Il mio 2023 è stato è stato fisicamente difficile perché ho avuto due operazioni invasive, le quali mi hanno impedito di accettare le offerte che mi sono state proposte, sorprendentemente tante. Io ero sotto contratto, potevo scegliere di aspettare nuovi orizzonti ma la telefonata di Pantaleo che mi propone questa cosa bellissima la accolgo non per convenienza ma perché, da fuori, la squadra giovane e fresca ha componenti che mi piacciono. Poi ci sono altre componenti non secondarie, ovvero le persone in società di cui mi hanno parlato bene. Non secondari per come intendo la vita e il lavoro. E poi il territorio, che non conoscono ma che mi hanno presentato come mi piace. Lo verificherò in prima persona e c’è l’avventura sportiva. Non è facile come per nessuno. Ma è il bello del calcio”.

“Non è la prima esperienza al sud perché ai primi 2000 ero formalmente il vice di Mazzarri che compì un’impresa, anche se poi ero l’allenatore della Primavera. Rispetto al mio passato a Udine ci sono analogie come arrivare in una squadra in difficoltà, che però era così a novembre. Per me è una situazione nuova, ciò mi spinge a vedere le cose in maniera diversa ed approcciare certe cose in modo diverso. La cosa più importante temo sia quella di non fare danni”.

Il tecnico Corvino torna a parlare del contratto: “Abbiamo fatto un contratto da qui al 30 giugno con rinnovo di un altro anno in caso di Serie A. Non ho avuto altri colloqui, ho pensato Gotti fosse il meglio sulla piazza”.

Parla nuovamente Gotti: “Si è parlato che ieri mattina si stesse discutendo dei dettagli del contratto, che io volevo questo e quello. Io ho invece insistito con Corvino di non preoccuparsi, che volevo pensare al campo”.

“Ho pensato molto alle cose di campo, il mio pensiero è questo. Ho trovato un gruppo elettrico e non spento. Una partita dell’importanza del Verona ha in qualche modo scosso il gruppo, riaccendendo magari qualcosa. E’ molto importante attenersi ai fatti più che la dialettica. La difesa a 3? E’ stata una componente che mi ha accompagnato quasi sempre, però per contingenze e le caratteristiche dei gruppi. Qui ci sono 10 partite da fare, è diverso e non credo sarebbe molto saggio inventarsi cose che provochino stravolgimenti concettuali. Bisogna cercare di tenere tutto il buono e magari toccare le cose che non sono andate nel modo giusto. Prima della A ho giocato tantissimo a 4, da vice di Donadoni ho fatto a lungo il 4-3-3”.

“Il fatto che giochi questo o quello magari a centrocampo non sono soltanto figlie della caratteristica del singolo, ma anche di chi gioca bene con chi, delle catene eccetera ed è ancora presto per dire che forma sarà a centrocampo. Nel calcio moderno l’undici di base”

“Se fossi alle prime armi e se l’unica cosa che mi porto in dote è l’entusiasmo e la voglia spaccare il mondo entrerei a gamba tesa su cosa modificare. La realtà è diversa, è che bisogna stare calmi. C’è il carico emotivo di un territorio intero che ti spinge, chi sta più calmo magari va avanti in questa fase di lotta salvezza. Poi c’è la componente fatica dell’episodio. E non bisogna guardare gli altri perché sono troppi. C’è una componente fisica che pesa, e tanti altri aspetti da valorizzare al meglio”.

“La rosa? E’ bello avere elementi navigati e tantissimi giovani di prospettiva. Non è particolarmente facile dover proiettare in certi contesti giovani pur di valore, che magari vengono da uno Scudetto Primavera, e questo è il difficile compito di tecnico e società. Ma è bellissimo avere certi presupposti. Per un certo tipo di società è necessario poggiarsi su dei giocatori, farli migliorare e magari sfruttarne la vendita. Ho visto diverse partite del Lecce, nelle 10 ore di viaggio che mi hanno portato qui ho rivisto le ultime due-tre partite e ci sono cose che mi hanno colpito. Questa squadra è sempre stata, di tanto o di poco, sopra la linea di galleggiamento. E l’atteggiamento c’è sempre stato. C’è un dato che mi ha colpito, ovvero che i giallorossi siano primi per contrasti vinti, magari è ultima in altre cose su cui cercheremo di mettere le mani. A Udine e La Spezia sono stato abituato a lavorare con tante nazionalità diverse”.

“Ci sono 10 partite da fare, è un mini torneo e partiamo da +1 su tre squadre ed a meno da altre. Affronteremo la realtà per quello che è cercando di essere padroni del nostro destino. E’ su di noi che dobbiamo contare, guardando solo a noi siamo più padroni del nostro destino. Sulle palle inattive il dato dice che il Lecce è ventesimo. Ci sono degli aspetti che contribuiscono ovvero il regalare chili e centimetri all’avversario. Io devo fare il mio dal punto di vista strategico, considerando la realtà delle caratteristiche della squadra”.

“Ho piena consapevolezza che da oggi ho l’incarico di allenatore del Lecce, quindi non posso fare il professore o l’educatore. So quando serve il bastone e quando la carota. La visione poetica alla Robin Williams possiamo lasciarla. La Serie A è difficile, impone scelte anche impopolari o solitarie perché devi avere la forza anche di andare contro chi la pensa diversamente. Non serve il consenso ma i punti”.

“Permettetemi 30 secondi riguardo Roberto D’Aversa. Ho avuto la fortuna di averlo come giocatore tanti anni fa. Oltre ad essere ragazzo di personalità ha cervello. Quello che è capitato non sta a me giudicarlo, è chiaro che sia frutto di una frustrazione dovuto a una contingenza. Dovevo dare questa testimonianza”.

Torna a parlare Pantaleo Corvino: “Sono un responsabile dell’area tecnica, non sono integralisti fermi ad un solo modulo tattico, né non vediamo ciò che gli altri vedono. Ma abbiamo delle responsabilità e devo guardare davvero tutto. Non posso non dire la verità, non posso non considerare che D’Aversa con 8,5 milioni di monte ingaggi non è mai stato nelle ultime tre. Il tecnico stava facendo il meglio possibile con quello che la società era in grado di farlo. Sono venuto in una società che mi chiedeva di tenere le risorse in equilibrio finanziario, se facciamo di più bene. E’ sempre stato così anche se la tifoseria meriterebbe di più. Se le cose sono cambiate permettetemi che anche noi a questo punto dovremo fare le nostre considerazioni. Il presidente della Covisoc ci ha fatto i complimenti, ed io dovrei mandare via un allenatore che sarebbe salvo? Perché gioca male? E chi gioca meglio, il Verona? Che come l’anno scorso ha vinto per un’autorete mentre Falcone se gli avessi dato una sedia nella ripresa si sarebbe seduto. Se avessimo vinto a dieci partite della fine avrei avuto un allenatore con 28 punti. Alla luce di tutto, considerando l’humus che gli ho dato, come avrei potuto mandare via un allenatore?”.

Subscribe
Notificami
guest

77 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
wanja p
wanja p
1 mese fa

Caro Direttore e caro Presidente, mettetevi d’accordo quando fate la conferenza stampa! Chapeux, x tutto quello fatto x il nostro Lecce! Ma non si vive di solo passato. Giusto che i Bilanci siano Ok, ma le Aziende x Consolidarsi e Crescere, come da Voi detto, devono Investire! Non mi sembra che voi lo abbiate fatto! La Rosa quest’anno era inferiore a quello dello scorso campionato, già ad Agosto ed a Gennaio è stata indebolita ulteriormente! Non sto qui a farvi i conti in tasca, ma considerando tutto L‘Introito piovuto in Societa’ tra: Plusvalenze, Diritti, Paracadute, Abbonamenti ecc..ecc..ecc..qualcosina si poteva fare, senza svenarsi. Questo x alzare la famosa “ASTICELLA”!!! Chi fa sbaglia, riconoscerlo è grandioso!!! Voi, avete dimostrato ancora una volta di essere Bugiardi e soprattutto Presuntuosi!!! Sant’ Oronzo ci darà una mano e ci Salveremo, ma Voi ne Uscite Malissimo!!! 🙏❤️💛

Ivan
Ivan
1 mese fa

Voi tutti che avete scritto prima di me, meritare i Tesoro di Spinazzola. CUGGHIUNI

Humus
Humus
1 mese fa

Nn sapevo che Corvino stesse gratis al Lecce! Da come parla lui sembra che abbia rinunciato a due anni di contratto per stare qui GRaTIS con noi sfigati compaesani!

Gionat
Gionat
1 mese fa

Secondo me il problema è l humus!!!

Attilio87
Attilio87
1 mese fa

Caro Direttore ,come vedi,qui non c’e’ nessuno che si masturba, anzi qualcuno sa esprimersi ancora in un italiano corretto dal momento che in Italia la grammatica e la sintassi sono ormai un optional!!!!!!Noi tifiamo solo per il Lecce e non per i malsani social che stanno distruggendo la vera e antica intelligenza, non siamo esaltati ne’ arroganti ne’ sciocchi servi ma esprimiamo solo umili e modeste valutazioni che potrebbero essere accettate o meno ma pur sempre rispettose e sentite valutazioni.AD MAIORA.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Le chiacchiere non servono. Tutto si aggiusta con i 3 punti a Salerno se riusciamo a farli

Sagiannu
Sagiannu
1 mese fa

Corvino abbi la compiacenza di dire una volta nella vita ho sbagliato e fatto commettere errori a D’Aversa, perché si vede che dietro la frustrazione di questo poveretto ci siete tutti voi che lo avete gestito a piacimento, almeno ora abbi la compiacenza di chiedere scusa a tutto e tutti…… la tua arroganza lasciala da parte ogni tanto…… sempre e solo le solite scusanti, CAMBIA MUSICA MAESTRO.

Forza Lecce
Forza Lecce
1 mese fa

Possibile che non si riesce a dire forse mi sono sbagliato…forse a gennaio dovevo rinforzare la rosa…poi ci mancherebbe noi gli ringraziamo perché vogliono il bene del lecce ma una volta si può ammettere un errore sempre forza lecce

Antonio
Antonio
1 mese fa

Bastava a gennaio , prendere in prestito Gaetano, visto la vendita di Strafezza…..
È più di un addetto ai lavori l’aveva consigliato che nel Lecce ci sarebbe stato a pennello….
A meno che non esplode Pierotti , anche se nei due spezzoni di partita che ha fatto Non mi sembra l’uomo che può cambiare le sorti offensive di una squadra.
Comunque io ci credo che 11/12 punti riusciremo a farli . Forza Lecce

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Mo’ devono pagare due allenatori..e gli brucia il Cu**o…dovevano pensarci prima nelle scelte

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

A gennaio sarebbero bastati due prestiti senza chissà quale esborso: mi sembra sia più importante mantenere la categoria. E poi basta cu stu monte ingaggi: in campo ci vanno i calciatori e, normalmente, più sono scarsi e più dovrebbero dare l’anima. A me sembra che nelle partite decisive gli altri corrano più di noi.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Comunque domenica allo stadio non mi sono sembrati 50 😏

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Nessuno che fa mea culpa..si può sbagliare..sbaglia chi fa..basta amnetterlo e tutto funziona.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Vorrei vedere se allo stadio andassero Presidente e Dt a vedere le partite senza i tifosi..quindi il diritto di critica deve esistere.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Sempre con i conti e basta

Vittorio
Vittorio
1 mese fa

Gotti mi piace,friulano doc,pedale e pochi kazzi anche scelte impopolari,contano i punti,e mo maggiu cacatu Lu pupazzu puru jeu.wagnuni mo mendaggio binkiato me
sta ba fazzu na drher frisca frisa

Massimo
Massimo
1 mese fa

Noi siamo con voi ora tutti uniti verso la meta, questi ragazzi e il mister hanno tutte le possibilità per farcela….chi puo tutti a Salerno

Un 0-4 è per sempre
Un 0-4 è per sempre
1 mese fa

CORVINO ABBANDE sparisci adesso basta assumiti le tue responsabilità e vai VIA.

Mercenari
Mercenari
1 mese fa

Poveri a nui, nu ni salva mancu la penicillina cu sta società 🤦‍♂️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Solito discorso… direttore hai detto tutto e il contrario di tutto. Mahhh🤬

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Quanta ipocrisia nello sport. Dicono tutti, anzi TUTTI DICONO la stessa cosa, motivati, orgogliosi di essere qui e quanto altro. Tutti zitti e lavorare. Fatemci vedere I fatti e non le chiacchiere.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Corvo, è il gioco delle parti: il DG fa il DG e i tifosi fanno i tifosi.
Non si può pretendere che 25/30.000 tifosi (quelli allo stadio, poi ci sono le decine di migliaia fuori) pensino tutti allo stesso modo.
Magari domenica scorsa si’.
All’unisono.
I tifosi hanno a cuore i risultati e giudicano.
Nel Calcio funzionava così anche 49 anni fa………
Io c’ero.
Detto questo, bando alle diatribe e FORZA LECCE

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Forza Humus 😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Questo fatto di pingere sempre miseria ha stancato. Il mercato di Gennaio è stato pietoso e questo è un dato di fatto ed i soldi di Strefezza non sono stati reinvestiti. Adesso vediamo se il cambio di allenatore porterà qualche frutto. Speriamo bene, ma la società ha fatto grossi errori di valutazione a Gennaio ed ora si nasconde dietro alla solita canzone del monte ingaggi…

Adolfo Coppola
Adolfo Coppola
1 mese fa

Mercato?Quale mercato?Settelacquare?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Io mi trovo allineato col tema ingaggi e equilibrio, ma non concordo sull’operato di D’Aversa da Gennaio in poi…e forse l’esonero l’avrebbe meritato prima perché la squadra era in palese confusione e deficit di gioco da molto molto tempo…abbiamo e stiamo rischiando. La vera domanda è: senza testata chi sarebbe l’allenatore del Lecce oggi?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ce la faremo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Corvino che pesantezza… sempre io, io, io.
Adesso Gotti deve dare tranquillità al gruppo, per permettete a tutti di esprimersi al meglio.
Ce la possiamo fare.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Seguita la conferenza stampa al Via del Mare, Corvino mi è sembrato molto provato anche se sempre nel suo trend, Gotti mi ha confermato l’ottima considerazione che già ne avevo.
Forza Lecce ❤️💛

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Uniti verso la salvezza con mister Gotti.

Bar Biggi BRUNICO
Bar Biggi BRUNICO
1 mese fa

CI VOLEVA VERAMENTE POCO A CONSOLIDARE LA STRADA FATTA DA DAVERSA,, A regalare a tutti noi tifosi un campionato e una salvezza senza MASTURBAZIONI,,,FIERI DI AVER TRASMESSO QUESTA PASSIONE AI PROPRI FIGLI,,Alzare l orgoglio ,,,Essere felici per la nostra maglia,,,a MOSTRARE L ORGOGLIO IN TUTTI GLI STADI,,,

Juan
Juan
1 mese fa

Corvino non arrampicarti sugli specchi, bastavano tre semplici prestiti alla Gaetano. Punto. Bisogna ammettere i propri errori.

Lupo Alberto
Lupo Alberto
1 mese fa

Avete sentito masturba.tori ? Hahaha 🤣, grande Corvino.
Ancora me sta crepu 🤣.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Che Baroni non era all’ altezza non lo dicevano solo i 50 sfigati sui social ma anche un certo Criscitiello su Sportitalia… molto vicino a Corvino….andate a vedervi le registrazioni …

guevara
guevara
1 mese fa

allora se lo ha detto criscitello………siete in 51……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

E cangia discu Cà ha rutti li cugghiuni

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il problema che se vendi il miglior giocatore a metà campionato per dissapori con l’allenatore ti società ai sbagliato qualcosa sono i giocatori che fanno grande il calcio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Anche questo 433😭

Lupo Alberto
Lupo Alberto
1 mese fa

Senti commento da f ma attaccare il cervello alla spina? Mi raccomando non quella elettrica…mai sia 🤣

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

mi riconosco nella frase colorita sui social perché forse frustrati della propria vita e dei propri fallimenti da sfogare su amato LECCE ❤️💛

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

💛❤️💛❤️💛❤️Secondo me adesso dobbiamo stare uniti tutti insieme x un unico obbiettivo la salvezza.Buon lavoro Mister.💛❤️💛❤️💛❤️

Gianluca 71
Gianluca 71
1 mese fa

Ci sarebbero da fare tante considerazioni giuste o sbagliate ma è il momento di mettere da parte tutto perché le partite sono poche e le squadre coinvolte in zona rossa vanno veloci……basta guardare le ultime tre giornate…… FORZA LECCE, FORZA SALENTO bisogna giocare con cattiveria agonistica ed ogni partita come se fosse una finale….. Quelli che non hanno questa voglia possono stare seduti in panchina nel caso di giocatori o sul divano di casa nel caso di tifosi…… Per la prossima a casa portate tutti bandiere e scarpe giallorosse…… bandiere tante, tantissime bandiere giallorosse e fiato in gola….

totoul
totoul
1 mese fa

Nessuno chiedeva la salvezza a gennaio, ma limitare tutto ai numeri è riduttivo e denota la considerazione che si ha dei tifosi, zero. Le partite e la gestione non si possono giudicare solo dai risultati, ma anche da come un allenatore cerca di intervenire a modificare certe situazioni(11 reti su calcio piazzato). Ma tanto ha sempre ragione lui. Quindi dobbiamo accendere un cero ad herry perché senza la ncapuzzata avremmo ancora d’ aversa come allenatore. Focus meu

Antonio
Antonio
1 mese fa

Speriamo comunque in un’impennata di orgoglio e di attaccamento per raggiungere la salvezza come quella che mettono i tifosi leccesi in ogni partita e comunque in ogni situazione a proposito di tifosi vorrei fare una piccola annotazione che non c’entra niente con l’attuale situazione tecnica e gestionale della squadra come mai all’ingresso allo stadio si sequestrano i tappi delle bottigliette soprattutto quando si portano i bambini allo stadio che secondo loro potrebbero diventare pericolose e atte ad offendere ed arrecare danno a cose e a persone e poi entrano sistematicamente in grandissima quantità aste per bandiere striscioni petardi fumogeni e addirittura bombe carta ecco a questo punto mi chiedo com’è che vengono effettuate queste perquisizioni ? Perché alla fine poi un tappo entrato non ha mai prodotto multe o squalifiche mentre…..ALTRO si sistematicamente

Angelo
Angelo
1 mese fa

Ma possibile che siate sempre id..ti nei commenti su corvino su trinchera su tutti ma cosa devono fare di piu se voi aveste una fiat e doveste gareggiare in formula 1 con mercedes ferrari maserati ecc dovreste impegnarvi piu degli altri che hanno piu risorse come stanno facendo…..prima di tutto ci vuole RISPETTO

Luigi 77
Luigi 77
1 mese fa
Reply to  Angelo

I soldi li hanno intascati….non li cacciano!

Mercenari
Mercenari
1 mese fa
Reply to  Luigi 77

Bravo 👍

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Le solite dichiarazioni al limite dell’incomprensibile te Lu Pantaleu. Chi si aspettava delle normali scuse alla piazza per una situazione difficile che, grazie anche alle sue scelte tecniche, è rimasto deluso. Solo sviolinate sul suo operato, mai una parola sui colpi falliti invece (giocatori e tecnici). Abbiamo però avuto la conferma che la società ha scelto lui non per vincere: ed infatti ce ne siamo accorti, si perde soltanto! Ha offeso gran parte dei tifosi, accusandoli di “masturbarsi” dietro la tastiera dei social. Ma dici, ti sei reso conto che domenica quasi veniva giù lo stadio? Vai in pensione, ormai il tuo tempo è finito…

Luigi 77
Luigi 77
1 mese fa

Bravo, solo sviolinate!

Mercenari
Mercenari
1 mese fa

Bravissimo 👏👏👏

Luca
Luca
1 mese fa

Mi sembra un allenatore molto psicologico tipo alla baroni che mette serenità all’ambiente che forse è la cosa che abbiamo più bisogno.

unodellanord1987
unodellanord1987
1 mese fa

Pregiatissimo Corvino, ma come mai non hai detto che hai incassato 25 milioni di euro e non hai comprato niente. Quei soldi che fine hanno fatto? E perché non hai rinforzato la squadra? Noi abbiamo soltanto giocatori di serie B, non abbiamo rincalzi, se vuoi rimanere in serie A devi spendere e prendere giocatori validi, non perfetti sconosciuti . Per quanto riguarda il povero D AVERSA non è colpa sua ma di chi come tè non ha contribuito a rafforzare la squadra nel mercato di riparazione. Non mi voglio dilungare ma il vero responsabile è lei CORVINO.

Last edited 1 mese fa by unodellanord1987
Ivo
Ivo
1 mese fa

Guarda che non esiste in Italia nemmeno in champions che debba investire in uno stadio non suo ultimo tabellone ca nu funziona e vi lamentate impianto stereo ecc….forse quelle risorse comprese le multe che facciamo prendere alla società possono servire per la campagna acquisti??? Qui sei nel sud italia e non hai magnati

unodellanord1987
unodellanord1987
1 mese fa
Reply to  Ivo

E i tifosi che hanno pagato l abbonamento non hanno diritto a vedere una squadra che possa avere dei giocatori di livello un po’ più alto di quelli che abbiamo. Siamo in serie A non in B.

Giovanni
Giovanni
1 mese fa

Ha acquistato Falcone,Pongracic, Ramadani, Kaba, Kristovic, Oudin

unodellanord1987
unodellanord1987
1 mese fa
Reply to  Giovanni

Certo tutti giocatori di altissimo livello che hanno militato in campionati di serie A . Partecipato in diverse competizioni di coppe. Ma se sono dei perfetti sconosciuti.

Luigi 77
Luigi 77
1 mese fa
Reply to  Giovanni

Tutta munnizza, togliendo pongracic

Franz
Franz
1 mese fa

Non sapevo che Corvino fosse diventato l’unico socio dell’US Lecce e che avesse il potere di decidere come e dove spendere i soldi incassati.
Forza Direttore, dacci quest’altra soddisfazione. Restiamo in A!

unodellanord1987
unodellanord1987
1 mese fa
Reply to  Franz

Informati perché vedo che non hai ancora capito chi comanda.

Luigi 77
Luigi 77
1 mese fa

Bravo👏👏👏

Mercenari
Mercenari
1 mese fa

👍👍👍

Luca
Luca
1 mese fa

Ca se simu pecore falliti, piangiamo sempre dando la colpa agli altri quando le cose si fanno difficili e gettiamo la spugna….invece di impegnarsi di più

Enrico
Enrico
1 mese fa

Ha ragione, bisogna stare vicini alla squadra nei momenti difficili, troppo facile quando vinceva ed era in champions…

Bruno
Bruno
1 mese fa

Corvino può piacere o no ma ha ragione noi Salentini siamo caldi ma molto rompi scatole anche con Baroni lo scorso anno numbale poi si è visto chi è baroni e che risultati ha portato ma tutti sul carro dei vincitori, fare calcio al sud e fare azienda è sempre piu difficile per la mentalità da perdenti che si ha….i veri uomini e tifosi si vedono nel momento del bisogno….

Franco
Franco
1 mese fa

Ha ragione Corvino purtroppo tutto il sud italia è caldo ma arretrato non a caso, la classe dirigente politca è penosa….qui non si lotta ci si lamenta solo chi vuole lottare e cambiare le cose va fuori questa è la verità….stiamo sempre a guarda che tutto ci cada dal cielo pretendiamo ma non riusciamo a soffrire fare i veri tifosi….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa
Reply to  Franco

Quindi tu segui la tua squadra per vederla perdere ogni settimana e vederla surclassare da tutte le altre? Sei solo un lleccaculu

M. M. Botrugno
M. M. Botrugno
1 mese fa
Reply to  Franco

Naddu lecchino ca se accontenta del nulla. Hanno venduto, hanno intascato ma non ne cacciane, pensante al centro sportivo e al tabellone mentre andiamo in B!!!

Mercenari
Mercenari
1 mese fa
Reply to  Franco

Ma possibile che non vi rendete conto che stanno scialacquando una serie A in un modo a dir poco assurdo? Non fa per loro, soprattutto nell’ambito squadra spogliatoio, vedi sempre facce tristi o nervose, e di conseguenza i giocatori non rendono nemmeno al 50 % di quello che potrebbero, oltre al fatto che manca proprio il materiale umano, e comunque dopo il disastro che hanno combinato a gennaio dissero (parole loro) tranquilli tanto ci salviamo lo stesso. Ohimmenaaa 🤦‍♂️🤦🤦‍♂️🤦🤦‍♂️🤦

bepiserieA
bepiserieA
1 mese fa

Grandissimo Direttore non lo capiranno mai!! Sono capre!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa
Reply to  bepiserieA

Lleccaculu! Per fortuna il 90% dei tifosi non la pensa come te!

bepiserieA
bepiserieA
1 mese fa

Evidentemente non sono tifosi.

M. M. Botrugno
M. M. Botrugno
1 mese fa
Reply to  bepiserieA

Lecchino e capra te!!!

bepiserieA
bepiserieA
1 mese fa
Reply to  M. M. Botrugno

Grazie per la risposta! Ti sei sentito chiamato in causa?

Mercenari
Mercenari
1 mese fa
Reply to  bepiserieA

💩💩💩💩💩

bepiserieA
bepiserieA
1 mese fa
Reply to  Mercenari

Complimenti per l’eleganza.

Pantalino Corveo
Pantalino Corveo
1 mese fa

Direttore permettimi di dire una cosa: a gennaio avresti dovuto prendere 2/3 giocatori in prestito secco per mettere in cassaforte la salvezza. Invece siamo qui a leccarci le ferite. SEMPRE FORZA LECCE!!!

Matteo
Matteo
1 mese fa

Te lo ha detto il presidente e corvino le risorse sono queste avere il Lecce in A nel sud italia più povero d’europa è un miracolo

Articoli correlati

Indisponibilità e complicazioni dell'ultim'ora restringono le scelte a disposizione di Luca Gotti per il big...
I neroverdi cercheranno punti importanti nello scontro salvezza contro il Lecce. Nell'allenamento della vigilia, dubbi...
Il 20enne centrocampista del Lecce farà parte della spedizione giallorossa nella sfida salvezza con il...

Dal Network

L'allenatore ha parlato alla Gazzetta dello Sport nel giorno di Verona-Udinese, sfida tra due sue...
Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...

Altre notizie

Calcio Lecce