Resta in contatto

News

Punto-Yilmaz: preoccupazioni e attese turche, Liverani aspetta

In Anatolia si attende l’8 luglio, data del raduno del Besiktas. Burak si presenterà per cercare un definitivo punto d’accordo al fine di cogliere la sfida italiana.

Il Lecce ha già da tempo un accordo pluriennale con Burak Yilmaz, che deve però forzare il Besiktas a rescindere il contratto in essere a scadenza 30 giugno 2020. Questo è ormai chiaro, assodato, scolpito. Dall’altra parte è altrettanto certo l’ostracismo del club, non contento dell’offerta ritenuta bassa per un totem del Paese capace di segnare 11 gol in 15 partite. L’affare, come detto già da settimane, non può che muoversi a piccoli passi.

La risoluzione della questione o il definitivo declino saranno rinviate verosimilmente all’8 luglio, data del raduno delle Aquile Nere di Istanbul dove ovviamente si presenterà anche il capitano della Nazionale turca.

Non è di certo il momento più facile per trattare con la squadra capeggiata da Fikret Orman, in lotta su tanti fronti. La situazione debitoria da definire è solo uno dei problemi del presidente turco, alle prese anche con le pratiche inerenti alla ristrutturazione dello stadio. La Vodafone Arena di Istanbul ospiterà la Supercoppa Europea tra Chelsea e Liverpool il prossimo 14 agosto. Nulla si può lasciare all’intentato.

In più, sul piano strettamente tecnico, il tecnico Avci ha convinto la dirigenza a un cambio di programma. Ok qualche giovane in campo, ma ancora una volta il Besiktas dovrà avere in rosa stelle di livello europeo. Inizialmente Burak Yilmaz doveva farne parte (tante dichiarazioni al riguardo da parte dell’ex allenatore del Basaksehir) ma l’hype sta calando e Avci sta dirottando le proprie attenzioni sugli obiettivi di mercato, da Kagawa a Boateng.

I giornali turchi stanno rilanciando da giorni l’intervista resa da Liverani alla Gazzetta dello Sport nei giorni scorsi. Il tecnico giallorosso, alla Rosea, ha confermato la sua stima per Burak, che “a Lecce sarebbe il nostro top-player“.

La storia (si spera) d’amore è cominciata in occasione di Turchia-Francia 2-0, match vinto dagli anatolici. Tra gli spettatori c’era Meluso, con il procuratore del bomber Ozkan Dogan, mentre Liverani guardava la partita in TV: “Yilmaz è uno straordinario trascinatore, ha personalità, fisicità e tantissimo senso del gol – le altre parole del timoniere giallorosso –. La carriera parla da sola. Durante Turchia-Francia ha ammattito un top difensore come Varane“.

Per i non esperti di calcio internazionale, Liverani si lanciò in una similitudine: Paragono Yilmaz a Mandzukic, sono entrambi attaccanti universali. I giocatori bravi aiutano gli altri a migliorare. Con noi farebbe da chioccia.”

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Perfavore Ulivieri non farebbe panchina neanche in una squadra di serie C"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News