Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Le pagelle del Lecce: è subito Lapa-show! MaraFalco straripante, Gabriel c’è

Lecce-Salernitana, i voti dei giallorossi. L’ex attaccante del Genoa e il furetto di Pulsano fanno ammattire la difesa granata.

Gabriel 7 – Si presenta alla grande al cospetto dei nuovi tifosi. Inoperoso per quasi un’ora di gioco, al primo tiro in porta della Salernitana risponde presente deviando sul palo, con una prodezza, il tiro a giro di Di Tacchio. Sullo stesso si ripete nel finale, strappando gli applausi di tutto lo stadio

Rispoli 6 – Pimpante nelle fasi iniziali, duetta alla grande con Falco. Alla lunga, però, arretra il proprio raggio d’azione, limitandosi a lavoro di copertura. Soffre parecchio Kiyine nel miglior momento granata a metà ripresa, pur tenendo botta

Lucioni 7 – Dal suo piede nasce il lancio che, lisciato da Billong, si trasforma nell’assist per il gol di Lapadula. E’ la ciliegina iniziale su una torta ancor più buona fatta di chiusure precise e sicurezza su ogni intervento. Perfetto

Riccardi 6,5 – Con un Lucioni così di fianco, la vita è davvero facile. Lui ci mette comunque del suo comportandosi bene sul sempre insidioso Jallow, che lo fa soffrire senza mai scappargli via. Dà merito a Liverani, che lo aveva schierato a sorpresa

Calderoni 6,5 – Nella prima frazione il Lecce attacca soprattutto dalla sponda destra, e lui si limita a lavorare di contenimento. Viene fuori alla lunga, fino a raggiungere l’apice con il cross col contagiri per l’eurogol di Majer che vale il poker

Petriccione 7 – Così come lo avevamo lasciato, così lo troviamo: principe della mediana. Utile in copertura, si perde solo Di Tacchio sui tiri dalla distanza. Poi i suoi tocchi filtranti sono pura goduria

Tachtsidis 6,5 – Liverani va sul sicuro affidandogli, come sempre, le chiavi della regia. Il greco non delude: detta i ritmi, copre e si interscambia alla perfezione con Petriccione. E’ tra i più in affanno ad inizio ripresa e Liverani lo cambia per primo

dal 18′ st Tabanelli 6 – Poco meno di mezz’ora di giocate magari più belle che efficaci, ma si intende comunque bene con Farias

Majer 7 – Da un suo errore nasce l’unica vera ripartenza pericolosa degli ospiti. Una sciocchezza in una partita bella, pulita, di personalità. Il tutto impreziosito dallo straordinario mancino al volo con cui cala il poker. E’ la sua prima gemma giallorossa

Falco 8 – Vederlo così è puro orgasmo visivo. Praticamente perfetto in ogni giocata, fa ammattire i malcapitati Kiyine e Jaroszynski lasciandoli puntualmente sul posto. Sforna assist, dribbling, giocate, cross. Il gol, poi, è da vedere e rivdere: una serpentina in pieno stile MaraFalco

dal 33′ st Dell’Orco sv – Dieci minuti circa con cui consente a Liverani di provare il 3-5-2

Lapadula 8 – Forse nemmeno lui avrebbe sperato in un esordio così. Furetto inarrestabile, manda in crisi Billong che pronti-via gli regala il gol del vantaggio, che lui rifinisce con un cucchiaio stupendo. Regala magie a ripetizione e corre con un matto fino al novantesimo, prima del quale fa sedere anche Jaroszynski e ancora Micai realizzando di giustezza il 3-0. Che risposta a chi nutriva dubbi su di lui!

La Mantia 7 – Praticamente incontenibile sulle palle alte, una volta Micai gli nega un gol fatto ed un’altra è impreciso per questione di centimetri. Si intende bene con Lapadula ed è insidioso fin quando non viene richiamato in panchina

dal 25′ st Farias 6,5 – Liverani gli regala la passerella finali, che lui impreziosisce con dribbling sempre riusciti e con un assist di testa per il tris di Lapadula. Dimostra subito di avere numeri di grande qualità

All. Liverani 7,5 – Chi temeva un Lecce in ritardo che potesse incappare in qualche passo falso ha visto i suoi incubi svaniti in pochi istanti. Perché i giallorossi sono stati straordinari da subito, forti di una difesa solida capace di sostenere il solito centrocampo lussuoso e un attacco addirittura straripante. Verve campana contenuta con disinvoltura, fase offensiva incontenibile per gli avversari: il poker è solo la naturale conseguenza. E’ già il Lecce di Liverani, ora c’è da superare l’emozione dell’esordio, e che esordio, in Serie A

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News