Resta in contatto

News

Sarà un’altra sosta-toccasana? Obiettivo ripetere l’exploit di Torino

Per i giallorossi la pausa delle nazionali cade a puntino: Liverani potrà ritrovare energie fisiche e certezze tecnico-tattiche.

Così come avvenuto un mese fa, il Lecce arriva alla sosta del campionato di Serie A reduce da due ko di fila. Già questo basterebbe a definire come puntuale l’appuntamento con il break. Se poi si considerano lo stato di forma fisica non straordinario in cui, tra infortuni e acciacchi vari, versano i giallorossi, oltre alla non esaltante prestazione di Bergamo, il valore conferito alla sosta va a raddoppiare.

Le energie fisiche, appunto. Nelle ultime uscite, in particolare nel secondo tempo con la Roma e nel match con l‘Atalanta, i giallorossi sono apparsi in debito. Sicuramente il fatto che a giocare siano stati quasi solo gli stessi ha contribuito eccome, così come può averlo fatto un tipo di preparazione più a lunga gittata.

Discorso da ricollegare in senso stretto a quello inerente gli infortuni. Attualmente l’infermeria nega a Liverani un solo elemento, Tabanelli, che potrebbe tornare disponibile proprio con il Milan alla ripresa. In realtà le scorse settimane hanno registrato problemi fisici per più di un elemento (Tachtsidis, Babacar, Farias, Lapadula) che di conseguenza è in ritardo. Ecco dunque che in queste settimane il loro pieno recupero sarà in cima alla scaletta.

Non meno importante sarà, per il Lecce, cercare e ritrovare sé stesso, la sua anima battagliera e la sua verve offensiva. Con tale obiettivo mister Liverani avrà l’arduo compito di cercare alternative per dare più soluzioni di gioco possibili per evitare che il suo gioco diventi scontato e prevedibile. Come è stato, appunto, nell’ultima uscita e mezzo.

Alla ripresa ci sarà un’altra gara complicatissima ad attendere Mancosu e compagni, in casa di un Milan pieno di problemi ma comunque esponenzialmente superiore. L’obiettivo è ripetere quanto fatto già nel post-prima pausa dell’anno, quando i giallorossi sorpresero tutti espugnando il campo di un lanciatissimo Torino. Fare lo stesso con i rossoneri sarà molto complicato, ma per arrivarvi con più forze e armi possibili Liverani ha nuovamente il tempo dalla sua parte.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News