Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

C’erano dubbi? Ora non più. Questo Lecce è all’altezza della Serie A

I giallorossi mettono alle spalle la parte sulla carta più dura del proprio calendario strappando un punto alla capolista Juventus. Conquistare la salvezza sarà duro, ma l’undici di Liverani ha capito come poter dire la sua.

Diciamoci la verità. Dopo il ko interno con l’Hellas Verona, nell’impegno sulla carta più facile dell’inizio di un calendario dai incubo per il Lecce, un po’ tutti avevamo avuto la paura di uscire con le ossa rotte dall’impatto con la Serie A. La paura di non essere pronti per misurarsi faccia a faccia con club di caratura internazionale, con i migliori campioni del panorama italiano. E, soprattutto, di non poter lottare fino alla fine per la permanenza.

Paure legittime, per carità, ma sicuramente troppo affrettate. Paure che in qualcuno hanno continuato ad aleggiare nonostante gli exploit con Torino e Spal, forse condizionate dalle batoste con Napoli e soprattutto Atalanta. “Riusciremo a restare aggrappati il più a lungo possibile al treno salvezza?”. O ancora “Saremo in grado di immergerci tecnicamente nel massimo campionato?”. Il tutto riassumibile con un meno loquace ma sufficientemente eloquente “Siamo da Serie A?”.

Sì, Lecce, sei da Serie A. Se le sudatissime, soffertissime, anche fortunate gare con Milan e Juventus hanno detto qualcosa, è che l’undici di Liverani ha capito su che note far suonare il suo strumento in certi casi. Ovvero quelli molto (se non quasi sempre) frequenti del faccia a faccia con un undici di caratura superiore.

Via il fioretto: si va di sciabola, pur senza perdere la propria identità, anzi, ma resistendo alle pallonate nei momenti più difficili con ardore e umiltà. E il Lecce ha avuto risposte importanti. Se si evitano 1-2 micidiali come avvenuto con Inter, Napoli e Atalanta, anche nei match più difficili può succedere di tutto, andando a far punti laddove non lo si sarebbe mai potuto immaginare.

Andare a punti con la Juventus, la squadra capace di dominare l’Italia da 8 anni e di arrivare costantemente nella top 8 europea: chi lo avrebbe immaginato? Lo abbiamo premesso: ieri (ma anche a San Siro) i giallorossi hanno avuto quella dose di fortuna che non li ha magari accompagnati con Inter, Verona e Roma su tutte. Ma una squadra non da A, anche la più volenterosa, non riesce a contenere in modo più che onesto elementi del calibro di Dybala, Higuain o Bernardeschi.

L’undici di Liverani ha fatto prima sognare e poi esplodere di gioia il Via del Mare. Andando non solo a scrivere una pagina importante di storia, come è sempre un risultato positivo con una big; non solo a chiudere metaforicamente un cerchio aperto dalla vittoria di Catanzaro 2 anni fa; ma anche a conquistare un punto prezioso per la classifica. L’ottavo in nove giornate, in cui il Lecce ha affrontato le prime 7 della classifica finale ’18-’19.

Strada ora in discesa? Neanche per sogno. Anche solo immaginarlo sarebbe da folli. Intanto però questa prima metà del girone d’andata, questo primo quarto di Serie A hanno fatto superare al Lecce il primo ostacolo. Quello dell’impatto con un mondo quasi dimenticato in 7, interminabili, stagioni. Il Lecce c’è, è all’altezza della massima serie e lotterà fino alla fine e mantenerla.

Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Questo lecce se la può giocare con tutti, ora ha anche capito come comportarsi con le “grandi” infatti sono sicuro che non riceverà più imbarcate come con l’Inter, Napoli e Atalanta

Bar BIGGI
Bar BIGGI
4 anni fa

2 punti gli ultimi che nessuno si sarebbe aspettato,grazie al coraggio e a una migliore tenuta atletica,gira anche bene ,un Po di buona sorte ci ha accompagnato.mercoledi spero in un turno di riposo a MANCOSU,fiducia a LAPADULA dall inizio,,E inoltre il centrocampo più folto per una partita dove sarà fondamentale tenere la SAMP a distanza,,

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Mai avuto dubbi, mai ne avrò’ forza ragazzi!!! ?❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Elogi Meritati abbiamo passato un trittico di partite con +2 ci manca un punto in casa contro la Roma per il resto nonostante i nuovi innesti la preparazione e condizione fisica eccetera stiamo facendo un percorso di crescita.. Dalla Samp in poi Sassuolo eccetera bisogna far punti anche perche’ la classica e deficitaria…certo noi dobbiamo stare li giocarcela con le dirette contendenti….a Marassi sara’ dura….ma fuori casa ce la giochiamo tranquillamente quindi Vamos Lecce

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Cerchiamo di non resuscitare sti morti blucerchiati… Sennò vanifichiamo tutto!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Mercoledì bisognerá dare tutto, perché è con altre squadre (non tanto le big) che dobbiamo far vedere di che pasta siamo fatti.
Forza Lecce ?❤

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Dipende molto da mercoledì…con la Samp….partita della disperazione per loro… vedremo di cosa siamo capaci ?❤

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Mai pensato a paragonare la squadra della mia città al Benevento, dopo una campagna acquisti estiva del genere (da premettere che qualche ritocco a gennaio va fatto). Adesso quello che dobbiamo fare è mostrare i muscoli alle squadre del nostro calibro e farli capire chi comanda, a partire dalla samp

Articoli correlati

La capolista continua a vincere e lo fa anche con le seconde linee in casa...
Uno dei pochi motivi per ricordare positivamente Lecce-Inter 0-4 è l'esordio in Serie A del...
Le statistiche della gara persa ieri con la squadra di Simone Inzaghi aggiungono poco alla...

Dal Network

I campani restano al palo anche nella partita casalinga contro il Monza. Parole senza filtri...
Il difensore dell’Hellas ha parlato della complessa sfida di venerdì contro il Bologna, ma anche...
Il difensore leccese, condottiero della difesa degli azzurri toscani, ha parlato a Radio Serie A...
Calcio Lecce