Resta in contatto

Approfondimenti

Liverani e la “sua” Lazio. Per la prima volta contro da tecnico

Il tecnico del Lecce domenica pomeriggio si misurerà, da trainer avversario, in uno stadio che lo ha a lungo visto protagonista in biancoceleste. Lo ha già detto: non sarà una gara come le altre.

Fabio Liverani e la Lazio hanno sempre avuto un rapporto particolare. Sin da quando, nella sua infanzia capitolina, il giovane Fabio correva palla al piede per le strade del quartiere Tuscolano. Indossando, però, la maglia dell’altra metà di Roma, quella giallorossa.

E infatti il suo approdo, nel settembre 2001, in maglia biancoceleste fu seguito da una sostanziosa coda di polemiche. Solo pochi mesi prima, da giocatore del Perugia, l’appena 25enne Liverani aveva festeggiato per le strade della Città Eterna sventolando le bandiere di una Roma fresca Campionessa d’Italia. La piazza laziale si era così subito divisa: da una parte chi non era disposto a tollerare l’arrivo di un “cugino”, dall’altra chi guarda più al lato pratico.

Liverani era infatti uno dei più affermati registi nel panorama nazionale, forte di un’annata stratosferica a Perugia che lo aveva portato anche in Nazionale. E si può dire che ad aver ragione siano stati pienamente i secondi, perché il romanista Liverani si è poi dimostrato professionista serio, capace di dare tutto per la Lazio e per i suoi tifosi.

A parlare per lui le prestazioni, la grinta messa in campo e anche i numeri: 126 presenze, buona parte delle quali da capitano biancoceleste, e 6 centri. Tanti i momenti belli vissuti a sulla sponda laziale del Tevere, forse poche vittorie in relazione alla qualità vista in quegli anni nel club passato nel frattempo da Cragnotti a Lotito. Una Coppa Italia sollevata al cielo, un gran gol in pallonetto dalla trequarti a decidere un Lazio-Juventus, uno storico e bellissimo assist a Di Canio in un indimenticabile derby. Sono certamente questi i momenti-clou della storia d’amore tra la Lazio e Fabio Liverani.

Domenica si troveranno di fronte da avversari, cosa già avvenuta con il Liverani calciatore di Fiorentina e Palermo. Da tecnico è, però, la prima volta. Fabio lo ha detto: sarà la partita da lui più sentita dell’anno. E come biasimarlo, al cuor non si comanda. Eppure lo sanno un po’ tutti, leccesi e soprattutto laziali. Liverani sa bene come mettere da parte le emozioni quando c’è da combattere e onorare al meglio i colori che si rappresentano. I tifosi del Lecce possono stare tranquilli.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] i propri canali social ufficiali, la Lega Serie A ha omaggiato il rapporto tra l’allenatore del Lecce e la Lazio, domenica pomeriggio avversaria dei […]

trackback

[…] per il Lecce, allenatosi agli ordini di mister Liverani. Domenica c’è la Lazio e il tecnico dal passato biancoceleste non vuole lasciare nulla al […]

Enrico Losavio
Enrico Losavio
7 mesi fa

Comunque è giallorosso dentro. Ed ora anche fuori..

Maurizio
Maurizio
7 mesi fa

FABIO LIVERANI:SEI UN GRANDE….!!!
FORZA LECCE…!!!?❤
?‍♂️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Vinciamo. Ne sono convinto. Darà una carica ai suoi che faranno una partita impeccabile. ?❤

Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordo una partita...non mi ricordo quale.punizione molto oltre l'angolo sinistro ldell'area avversaria. Dalla tribuna si intravedeva uno spicchio..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Pedro Pablo.. un grande professionista.. ricordo i suoi gol.. soprattutto quello a Bari su punizione quando mancavano pochi minuti alla fine e..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Tanti sono i ricordi. I gol ..le sgroppate sulla destra..in particolare ricordo il gol al volo di destro a Cremona. Vincemmo 1-0 e fu una vittoria..."

Anselmo Bislenghi

Ultimo commento: "Nonnogol!"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Mirko, Grande evasore"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti