Resta in contatto

Rubriche

MI RITORNI IN MENTE – Il Lecce impose il gioco, Tonetto batté la fisica: fu salvezza contro l’Inter (VIDEO)

L’incrocio con i neroazzurri al Via del Mare evoca il match-salvezza del 2003/2004, l’anno della leggendaria rimonta nel girone di ritorno.

Spesso, esaminando il momento di crisi del Lecce dopo le quattro sconfitte, balza in mente la situazione critica del campionato 2003/2004, poi finito con il visibilio della salvezza raggiunta a due giornate dalla fine proprio contro l’Inter al Via del Mare.

RINFORZI E CAMBIO DI RENDIMENTO. I numeri sembravano impietosi dopo 16 giornate: Lecce penultimo davanti soltanto all’Ancona e con un piede in Serie B. La rinascita sportiva e l’apporto assicurato dai rinforzi Sicignano, Bolano, Mariniello e Franceschini rivitalizzò un gruppo che già lasciava intravedere l’esplosività offensiva di Chevanton, al suo ultimo anno al Lecce prima della turbolenta estate che lo portò al Monaco dopo il vano corteggiamento di Palermo e Fiorentina.

PAZZESCHI. Tornando al torneo, i 28 punti racimolati nelle 16 partite successive (saranno 32 se si contano anche il pari di Bologna e la vittoria finale sulla Reggina) regalarono una salvezza leggendaria, a 180′ dalla fine e non al cardiopalma come spesso sono i successi della storia del Lecce.

SCATTO FINALE. La portata di quella salvezza diventa ancor più leggendaria se si pensa allo scatto finale. Tre vittorie consecutive contro Udinese, Juventus al Delle Alpi e Inter, tutte e tre partendo da un iniziale passivo. Il decimo posto finale nell’ultima Serie A a 18 squadre, infine, è soltanto l’ultimo di una serie di numeri ubriacanti.

LA PARTITA. Se si ripercorrono gli highlights, riportati in calce nel video di Lecce Calcio Story, si ammira una gara dominata dal Lecce contro un’Inter che cercava punti per centrare (ci riuscì alla fine) il piazzamento Champions.

Lecce avanti sin da subito. Chevanton colpì il palo su calcio di punizione a uscire, ma il guizzo dell’uruguaiano fu soltanto una delle tante occasioni confezionate dalla banda di Delio Rossi. Come nelle favole che inizialmente sembrano beffarde, l’Inter passò in vantaggio in chiusura di primo tempo: contatto veniale tra Konan e Adriano e trasformazione dal dischetto dell’imperatore.

Neanche il gol incassato, però, scalfì le convinzioni del Lecce. Dopo 2′ dal via della ripresa, Tonetto, l’uomo che non segnava da più tempo, pareggiò la contesa con uno spettacolare tocco sporco in caduta a convertire in rete l’ennesima iniziativa di Chevanton. Toldo poté solo guardare.

La salvezza, lì a un passo, spinse ancora gli undici in campo e i ventiduemila sugli spalti. Al 70′, dopo un periodo di stanca, giunge il sorpasso. Angolo velenoso, Toldo deviò sul palo e Bovo, cattivo sottoporta, sparò sotto la traversa. Il finale, con le orecchie attaccate alle radioline per accertarsi della sconfitta del Modena in casa del Chievo, fu il preludio al tripudio, lo ripetiamo leggendario, della salvezza del Lecce di Delio Rossi.

Il tabellino

02/05/2004, ore 15:00 – Lecce, stadio Via del Mare 32° giornata del Campionato di Serie A 2003/2004

Lecce-Inter 2-1

Lecce (4-4-2): Sicignano; Siviglia, Bovo, Stovini, Tonetto; Cassetti, Bolano (34’Abruzzese), Ledesma, Franceschini; Konan (89’Giacomazzi), Chevanton (86’Bojinov). Allenatore Delio Rossi

Inter (3-4-3): Toldo; Cordoba, Materazzi, Cannavaro F.; Zanetti J., Stankovic, Emre, Pasquale (71’Karagounis); Kily Gonzalez (82’Vieri), Adriano, Cruz (60’Martins). Allenatore Alberto Zaccheroni

Marcatori 36’rig. Adriano (I), 47’Tonetto (L), 70’Bovo (L)

Ammoniti Siviglia, Konan, Abruzzese, Ledesma (L), Pasquale, Materazzi (I).

Qui gli highlights della gara nel video di Lecce Calcio Story

Per chi volesse rivedere l’intera partita, vi sono anche le telecronache integrali di primo e secondo tempo, pubblicate in ordine:

 

 

 

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Io! Tonetto alla prima rete e Bovo per il 2-1 grande Delio!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Presente….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

C’ero!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Forza Lecce

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Il Lecce aveva uno squadrone

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

E va be… Storia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Bovo tonetto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Presente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Io c’ero, dopo il 4-3 alla Juve al Delle Alpi, mettemmo sotto pure l’Inter!!

Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordo una partita...non mi ricordo quale.punizione molto oltre l'angolo sinistro ldell'area avversaria. Dalla tribuna si intravedeva uno spicchio..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Pedro Pablo.. un grande professionista.. ricordo i suoi gol.. soprattutto quello a Bari su punizione quando mancavano pochi minuti alla fine e..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Tanti sono i ricordi. I gol ..le sgroppate sulla destra..in particolare ricordo il gol al volo di destro a Cremona. Vincemmo 1-0 e fu una vittoria..."

Anselmo Bislenghi

Ultimo commento: "Nonnogol!"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Mirko, Grande evasore"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche