Resta in contatto

Rubriche

La penna in trasferta – Signorelli (CalcioAtalanta.it): “Con il Lecce gara da tripla anche causa assenze”

Il collega nerazzurro ci ha parlato dell’entusiasmo che si respira nel collettivo di Gasperini, concentrato nella lotta per il quarto posto e che in Champions continua a sorprendere.

Dopo la sconfitta sul campo della Roma il Lecce è chiamato ad affrontarne la rivale nella corsa Champions, ospitando la lanciatissima Atalanta che non smette di stupire e dare spettacolo tra Italia ed Europa. I nerazzurri nell’ultimo turno però non sono scesi in campo a causa dell’emergenza Coronavirus in Lombardia. Per parlare dei nerazzurri abbiamo sentito il giornalista Giordano Signorelli di CalcioAtalanta.it.

Reputi la prima parte del campionato atalantino sufficiente o c’è del rammarico per non aver magari emulato il cammino della Lazio?

“Direi che per quanto visto fino ad oggi, la stagione deve essere considerata esaltante. L’Atalanta è ancora in quarta posizione, sta lottando per confermarsi per il secondo anno consecutivo in Champions League e nella competizione europea si è imposta 4-1 contro un avversario comunque difficile come il Valencia. Rammarico per non aver emulato la Lazio? Fare un campionato come quello dei biancocelesti significherebbe lottare per lo scudetto. Credo che, a causa di episodi, qualche punto sia stato lasciato per strada. Ciò avrebbe ulteriormente consolidato la quarta piazza e avvicinato le prime tre, ma è comunque difficile dire fino a dove l’Atalanta si sarebbe potuta spingere. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno: una stagione così è tanta roba”.

In Champions si vive alla giornata o c’è più di un’idea di sorprendere ancora?

“Il 4-1 di San Siro mette l’Atalanta in una chiara posizione di vantaggio, ma c’è ancora una gara da giocare al Mestalla. Per la Dea è la prima esperienza in Champions, e aver superato la fase a gironi, sopratutto considerando come si era messa, è già un grande risultato. Ora, ovviamente, l’obiettivo è quello di non gettare al vento la qualificazione ai quarti, dopodiché si vivrà alla giornata anche perché si andrà inevitabilmente ad affrontare una top del calcio europeo”.

Qual è il punto forte e il punto debole di questa squadra?

“La formazione allenata da Gian Piero Gasperini possiede il proprio punto di forza nella costruzione del gioco e nel proprio pacchetto avanzato, mentre accusa qualche lacuna nella fase difensiva“.

Con il Lecce match dal risultato già scritto?

“Nonostante sulla carta il divario fra le due squadre appaia netto, la gara è aperta ad ogni risultato. Nell’ultimo periodo il Lecce si è dimostrato un avversario ostico per molte squadre e l’Atalanta ha qualche defezione di troppo nelle retrovie”.

Come dovrebbe scendere in campo l’Atalanta?

“Stando alle indicazioni di oggi, dovrebbe esserci Gollini fra i pali; Hateboer, Caldara e Palomino in difesa; Castagne e Gosens sugli esterni, de Roon e Pasalic in mezzo; Gomez trequartista con Zapata e Ilicic in attacco. Se invece Djimsiti dovesse recuperare dal problema alla gamba, potrebbe partire titolare al posto di Hateboer”.

La squadra, per quanto tu possa saperne, sta seguendo protocolli particolari per contrastare l’allarme coronavirus?

“Sinceramente non sappiamo. Però credo che anche a Zingonia ci sia maggiore attenzione e abbiano adottato tutte le precauzioni del caso cercando di limitare al minimo i contatti con persone esterne. Ad esempio, anche la conferenza stampa di domani, cui di solito presenziano una quindicina di persone, è stata annullata”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Avevo 18 anni quando arrivo barbas a lecce qundo lo vidi allo stadio dissi al mio amico questo e in fuoriclasse e cosi fu grande beto💛❤️"

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Pedro Pablo.. un grande professionista.. ricordo i suoi gol.. soprattutto quello a Bari su punizione quando mancavano pochi minuti alla fine e..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Tanti sono i ricordi. I gol ..le sgroppate sulla destra..in particolare ricordo il gol al volo di destro a Cremona. Vincemmo 1-0 e fu una vittoria..."

Anselmo Bislenghi

Ultimo commento: "Nonnogol!"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Mirko, Grande evasore"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche