Resta in contatto

News

Corini: “Lecce club storico e con un progetto serio. Giocheremo con il 4-3-3, tra i big rimane chi è motivato”

E’ in corso la presentazione del nuovo allenatore del Lecce Eugenio Corini. Questa la prima parte della conferenza stampa, con tema progetto, trattativa e base tattica futura.

EMOZIONE. “Per me è un orgoglio essere qui, in una società importante, organizzata, storica che rappresenta in modo così forte il Salento. Dei giallorossi ho sempre apprezzato il forte senso d’appartenenza con il territorio, il valore della maglia, e ciò da ulteriore valore all’aver scelto di far parte di questo progetto, all’essere stato scelto da questo importante club”.

INTESA. “La trattativa è stata velocissima. Non c’è stata la formalizzazione dell’accordo dopo la prima chiamata, ma quando è finita la chiacchierata con Corvino io sapevo già che Lecce sarebbe stato il mio futuro. Mi è piaciuto subito il progetto, ed in più ho sentito quelle emozioni che mi hanno fatto capire che questa qui era la strada giusta da intraprendere. Con la giusta sinergia tra tutte le componenti faremo grandi cose”.

SORPRESA. “Non mi aspettavo la chiamata del Lecce perché i giallorossi avevano già un allenatore, peraltro bravo e che aveva fatto benissimo nelle stagioni precedenti. Poi è successo quanto è successo, non conosco le dinamiche, ma so che quando ho letto la notizia ho pensato che sarei potuto essere tra le opzioni del club giallorosso. Ed ho pensato che qui ci fossero tutte le basi per fare bene il proprio lavoro. Non si può dire di no ad una realtà così”.

BASE TATTICA. “E’ chiaro che i calciatori sono fondamentali, sono le fondamenta su cui un allenatore può esprimersi. Con il direttore abbiamo deciso di costruire una squadra che avrà le basi attorno al 4-3-3. Abbiamo elementi importanti, per i quali sarà però fondamentale essere convinti e certi di aver fatto la scelta giusta, nell’essere orgogliosi di vestire giallorosso.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News