Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

Corini spiega il cambio tattico a centrocampo: “Ho avanzato Petriccione per costruire meglio”

Il tecnico del Lecce spiega nel post gara la composizione del suo centrocampo. Zan Majer ha agito da centrale mentre Petriccione si è posizionato mezzala sinistra.

Eugenio Corini spiega con chiarezza il suo pensiero, spiegando anche la sua lettura sulle caratteristiche del numero 4: “Con Jacopo abbiamo lavorato tre settimane come play e ho capito quello che mi poteva dare. Negli ultimi anni, voi lo sapete, si era specializzato anche a occupare quell’altra casella del centrocampo oltre ad avere la regia”.

Lo scacchiere di Tesser ha indotto Corini al cambio tattico: “Valutando lo schieramento del Pordenone, con un trequartista a marcare il play, ho preferito lavorare con Majer vertice basso. Anche lui palleggia bene, è dinamico. Così ho avanzato Petriccione di venti metri per permettermi di uscire in modo pulito quando avanzavamo”.

L’allenatore è però contento della prestazione dei suoi ragazzi: “Jacopo negli ultimi anni ha fatto questo tipo di ruolo. Mi sono piaciuti entrambi e sono contento di quello che hanno prodotto in campo”.

Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Servono subito due attaccanti forti e un centrale di difesa di spessore altrimenti faremo un tranquillo campionato nell’anonimato

Duilio
Duilio
3 anni fa

Con una sola punta vera non si va da nessuna parte! Corini al Brescia aveva Torregrossa e Donnarumma. Modulo da riproporre assolutamente a Lecce, con inevitabile intervento di Corvino per l’acquisto di 2 punte di peso.

Direttore1982
Direttore1982
3 anni fa

A me no assolutamente.. petriccione è un play che utilizza meno tocchi di palla e quindi un tempo di giocata in meno di Majer oggi sicuramente più dinamico

Ottaviano
Ottaviano
3 anni fa
Reply to  Direttore1982

Necessaria la definizione dei cosiddetti big, per dare certezza al mister e consentire loro di giocare con il pensiero alla gara e non al mercato.

Articoli correlati

La gara contro il Frosinone rappresenta un ritorno al passato per Guido Angelozzi, ds dei...
Nella giornata in cui sono in programma ben quattro scontri diretti le due ex sorprese...
Il fischietto di Torre Annunziata ritrova i giallorossi dopo l’ultima partita arbitrata proprio contro i...

Dal Network

Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
In occasione della sconfitta contro la Juventus, gara che ha accentuato la crisi dei ciociari,...
Calcio Lecce