Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Cosenza, Idda: “Ci manca un po’ di attenzione in difesa”

Il difensore centrale del Cosenza ha parlato due giorni fa dopo il pareggio 2-2 nel derby con la Reggina. Ecco le sue dichiarazioni raccolte da TifoCosenza.it

DIETRO. “Sulla fase difensiva in questo momento ci sta mancando qualcosa dal punto di vista dell’attenzione. Dovremmo essere più bravi. Va detto che stiamo facendo un buon campionato ma purtroppo, com’è capitato lunedì sera sono arrivati pochissime volte nella nostra area e ci hanno fatto due gol. Dobbiamo continuare a lavorare su questa strada perché ci sta portando dei benefici”.

PUNTI DI FORZA. “Intanto siamo un grande gruppo, andiamo tutti d’accordo e siamo concentrati verso un unico obiettivo che è quello della salvezza. Si può fare bene e ci si può salvare tranquillamente visto che a livello di squadra siamo forti, a livello individuale altrettanto. Adesso dobbiamo sbloccarci in casa, perché vincere al Marulla ci consentirà di avere più punti”.

DIFESA A 3 o 4. “È il mister che pensa a come schierarci al meglio. Una decisione che spetta a lui, io mi adeguo. Sono certo che saprà come gestire questa situazione al meglio in modo da riuscire a portare più punti a casa”.

PUBBLICO. “Ci mancano i tifosi. Mancano tanto e lo dico io che so bene com’è la piazza di Cosenza. Cos’è il pubblico di Cosenza. Però dobbiamo essere bravi ad alzare il livello di attenzione. Dobbiamo concentrarci ancora di più, magari l’atmosfera è come se fossero partite di allenamento e invece sono partite vere, tutte difficili come sta evidenziando il campionato. Tocca a noi sopperire a questa mancanza”.

CONTRATTO IN SCADENZA E APPROCCIO. “Non incide affatto. In questo momento stiamo pensando tutti alla salvezza, più avanti affronteremo altri discorsi. Nelle ultime partite l’approccio è stato un po’ blando. Dobbiamo fare di più, perché partire con un handicap è sempre difficile. La rimonta con la Reggina di certo dà più consapevolezza nei nostri mezzi, anche se siamo consapevoli di essere forti”.

COLLABORAZIONE. “La lotta mi ha sempre accompagnato. Ci diamo una mano un po’ tutti, specie i più grandi. Su tutti il nostro capitano Angelo Corsi, chi più di lui può spronarci a fare bene, a farci capire quanto sia importante salvarci nuovamente per poi disputare un altro campionato di Serie B. Sappiamo bene qual è il nostro obiettivo e lavoriamo tutti i giorni per raggiungerlo prima possibile”.

Approda su TifoCosenza.it per tutte le news sui Lupi della Sila, prossimi avversari del Lecce

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Sei stato un grande. E che dire di quelle punizioni di collo esterno. Magiche"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario