Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Lo Cascio (TifoCosenza.it): “I rossoblù vogliono la vittoria, ma il Lecce è da top 4″

Il collega Dario Lo Cascio ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa rossoblù nella nostra rubrica dedicata al punto di vista avversario.

Come arriva il Cosenza alla sfida di domenica? Che match ti aspetti?

“In casa rossoblù c’è voglia e necessità di conquistare una vittoria. In casa, dove manca, ma anche in trasferta. Sarà sicuramente un Cosenza conscio di doversela giocare dal primo minuto e soprattutto con un approccio più attento rispetto alle ultime gare, dove è andato in svantaggio in avvio. Le rimonte sono un’arma ma non sempre riescono. In questo senso mi aspetto un match possibilmente molto aperto, saranno determinanti alcuni duelli individuali, specialmente sulle fasce e in mezzo al campo”.

Come giudichi fino ad oggi il campionato di Lecce e Cosenza? Come pensi possa andare a finire?

“Sia da parte del Lecce che del Cosenza ci si poteva aspettare qualche punto in più. Per i salentini ovviamente in chiave playoff. Dopo l’esaltante novembre il Lecce ha perso un po’ terreno, sebbene la classifica sia molto corta e il secondo posto è ancora a portata. Per la squadra di Corini c’è tanta competizione ma ha i numeri per chiudere nelle prime quattro posizioni. Per quanto riguarda il Cosenza, dopo l’esaltante chiusura della scorsa stagione, ci si aspettava qualcosa di più. Alcuni acquisti estivi però non hanno funzionato e il club è corso ai ripari. La squadra ha trovato continuità ma da qui alla fine sarà fondamentale centrare le vittorie per poter puntare a una salvezza tranquilla”.

Lecce-Cosenza, gara dai tanti ex. Come si stanno comportando in rossoblù i calciatori ed il ds dal passato salentino? E sulla sponda opposta, cosa rappresenta Dermaku per il tifoso cosentino?

“Iniziando dal direttore Trinchera, sicuramente ha fatto un gran bel lavoro nel mercato di gennaio, andando a chiudere per diversi giocatori di categoria, su tutti Trotta e Tremolada, ma anche Gerbo, tra i più positivi. È in scadenza di contratto e la sua permanenza al Cosenza resta in dubbio, se ne saprà di più a fine stagione. Per quanto riguarda i calciatori, Legittimo è ormai un punto di riferimento in difesa e tra i giocatori più amati dalla piazza. Schiavi nelle ultime gare sta ritrovando spazio dopo un periodo complicato e Ingrosso è entrato nelle rotazioni ed è una garanzia. Il giovane Vera ha mostrato bei colpi e gode della fiducia di Occhiuzzi, è un calciatore che deve crescere ma al Cosenza sta trovando continuità. Su Dermaku ovviamente c’è poco da dire: a Cosenza di recente si è anche sperato di riaverlo in rossoblù, è stato una colonna della promozione in B prima e poi della salvezza. Sebbene sia rimasto appena due stagioni al Cosenza, è entrato nel cuore di tutti i tifosi”.

Come dovrebbero scendere in campo i Lupi della Sila contro i giallorossi?

“C’è la possibilità che mister Occhiuzzi abbandoni la difesa a tre per passare a quella a quattro. Per il tecnico i moduli sono relativi ma probabilmente schierare tre centrocampisti di ruolo e non due, quindi passando a un 4-3-1-2, potrebbe garantire maggior densità in mediana, ponendosi quindi a specchio rispetto allo schieramento del Lecce. Salvo sorprese vedremo dal primo minuto i già citati Gerbo, che è un jolly e potrebbe essere riproposto da mezzala, Trotta e Tremolada. Attenzione però anche a Bahlouli, che ha grande voglia e lo ha dimostrato risultando determinante lunedì sera nel derby con la Reggina”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Con olivieri in campo giochiamo sempre con un uomo in meno io da profano me ne sono accorto come mai i responsabili non riescono a vedere"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Classico di chi non sa argomentare, girarla sul piano personale. Il tuo? Solo pregiudizio e necessità di sentirsi duro e puro senza averne fisiologia..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"
Advertisement

Altro da Rubriche