Resta in contatto

Approfondimenti

Helgason, duttilità e giocate per vestire ancora la maglia degli Strákarnir okkar

L’ultimo acquisto del Lecce è il secondo islandese della storia giallorossa, giunto pochi giorni dopo il primo, Brynjar Bjarnason. Thórir Jóhann Helgason si presenta come un elemento utile per dare freschezza e versatilità alla mediana.

Dalla fredda Islanda al caldo e passionale Salento per sfruttare l’occasione della vita e confermarsi in Nazionale. Il 20enne Helgason, aggregatosi al gruppo nel weekend passato dopo le formalità di rito seguite all’ufficialità, è al lavoro con i compagni in vista della sua prima stagione nel campionato italiano, prima esperienza al di fuori dall’isola scandinava dove ha finora percorso quattro stagioni (più lo spezzone del presente torneo islandese) fino a coronare il sogno di esordire con la Nazionale.

Helgason, il 30 maggio 2021, ha raccolto infatti la prima presenza con gli Strákarnir okkar (islandese di ‘i nostri ragazzi’) durante l’amichevole persa 2-1 ad Arlington, negli USA, contro il Messico. Il ct islandese Vidarsson, in quell’occasione, ha schierato dal primo minuto entrambi i giovani tesserati oggi dal Lecce: Helgason ha agito da mezzala destra a fianco dell’istituzione del football della zona Aron Gunnarsson, mentre Bjarnason ha fatto coppia con un altro difensore sbarcato in Italia: Hermansson, esperto 26enne con parentesi al Brondby, PSV e Goteborg, è stato ingaggiato dal Pisa.

Il giovane Thórir Jóhann viene da Hafnarfjörður, la terza città islandese per grandezza dopo Reykjavík e Kópavogur. Il percorso calcistico inizia nell’Haukar, la seconda squadra della città dove nel 2017 esordisce in seconda serie nel mentre gioca anche con le selezioni nazionali under18 e 19. Poche presenze bastano alla promozione al principale club della città, l’FH Hafnarfjörður, habitué del massimo campionato islandese. Dopo un anno in sordina, dove però esordisce con gol nei 6′ finali della vittoria per 4-0 contro il KR Reykjavík, Helgason, centrocampista che si fa già apprezzare per duttilità e attitudine “box to box”, si fa sempre più spazio nell’undici titolare dell’FH, giocando mezzala sinistra. Nel torneo 2019 le presenze saranno infatti 16 (11 da titolare) con 3 assist.

Il terzo posto raggiunto dall’FH vale ad Helgason la prima vetrina europea nelle Qualificazioni di Europa League. Gli islandesi, però, escono al primo turno per mano degli slovacchi del Dunajska Streda. Il neo calciatore del Lecce giocherà solo l’andata, persa 2-0 in casa. La “prima” europea arriva però nella stagione della consacrazione. Helgason, da prospetto interessante, diventa a 19 anni un perno dell’FH che chiuderà poi al secondo posto dietro i campioni del Valur. 18 presenze, 2 gol e ben 6 assist permettono ad Helgason l’accesso alla Nazionale Under 21, con cui riuscirà a qualificarsi ai recenti Europei di categoria. Nella prima parte delle fasi finali, disputate a marzo, Helgason giocherà solo 17′ dell’ultima gara persa 0-2 contro la Francia. L’Islanda chiude il girone mestamente a zero punti dopo i k.o. anche con Danimarca e Russia. In campionato, però, continua la crescita del neo-giallorosso, che si distingue per l’abilità di centrare ottimi passaggi lunghi, utilissimi a ribaltare l’azione e creare situazioni favorevoli per i compagni offensivi.

Passato il lungo inverno islandese, Helgason comincia a maggio il suo quarto torneo da calciatore dell’FH in attesa del palcoscenico europeo, che quest’estate è la neonata Conference League. Nel primo turno, vinto dai nordici contro gli irlandesi dello Sligo Rovers, Helgason gioca sulla trequarti nel 4-2-3-1. La squadra di Hafnarfjörður veleggia a metà classifica dopo un ottimo avvio (10 punti in quattro gare) con Helgason che svaria in tutte le posizioni del pacchetto mediano. Nelle ultime due gare prima del saluto (contro Valur e KA Akureyri), Helgason arretra a terzino nel quartetto difensivo, una volta a destra e una volta a sinistra, palesando ancor di più la sua adattabilità a ogni casella dello scacchiere. Prima di questo, però, arriva il coronamento del percorso con le Nazionali: Helgason esordisce con l’Islanda allenata da Vidarsson e disputa 90′ (in compagnia del nuovo compagno Bjarnason) dell’amichevole contro il Messico.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "I mercenari non devono aver voce in capitolo.... quelli passano....i miti invece restano immortali"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Grandissimo Kecco anche come allenatore...non ha la fortuna di altri... però è vero anche che in quella circostanza lo ricordo benissimo il..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "'Grande Beto"
Advertisement

Altro da Approfondimenti