Resta in contatto

News

Baroni: “Lecce una scelta giusta. Diego ci aiutava tutti”

L’allenatore del Lecce, ospite del programma tv A tu per tu di Tele Rama, si è raccontato nella chiacchierata con il conduttore Max Persano.

La prima parte dell’intervista è stata dedicata ai ricordi che il tecnico ha del suo passato da calciatore: “Il mio percorso è iniziato ovviamente nella Fiorentina, la squadra della mia città con cui ho fatto anche l’esordio in prima squadra; successivamente ho avuto il piacere e la possibilità di vivere lo spogliatoio della Roma di Pruzzo e Conti, una squadra incredibile quella per un giovane come me che si stava avvicinando alla Serie A. Ieri era diverso perché le rose erano più corte ed emergere ed essere a quei livelli era veramente importante, oggi invece con le rose da 25 c’è più spazio e ci sono anche più partite e opportunità per dimostrare il proprio valore. Dalla Roma poi ci fu il mio arrivo nel Salento, quella è stata una prova di maturità per me, quella società fece un grande sacrificio per portarmi in giallorosso, ma in quelle due stagioni ebbi l’opportunità di misurarmi in un’altra dimensione che poi mi permise di approdare al Napoli di Maradona”.

Aperto il libro dei ricordi partenopei il tecnico non ha potuto che rivolgere un pensiero a quel compagno di squadra che con il suo sinistro ha fatto impazzire tutti: “Quando lo vedevo in allenamento pensavo, per fortuna che gioca con me e non lo devo marcare io. Diego è stato un amico e mi piace ricordarlo forse nella veste che pochi conoscono, quella di un ragazzo che aveva tante attenzioni nei confronti di tutti i suoi compagni di squadra. Una squadra che riuscì a superare la grande Inter o il Milan degli olandesi. Quello di Napoli è un ricordo incredibile ma io amo guardare avanti progredire nel mio percorso di crescita, amo pensare sempre che o vinco o imparo, non bisogna mai pensare di uscire sconfitti, perché anche quando si perde si apprende qualcosa”.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News