Resta in contatto

Settore giovanile

Primavera da dimenticare al Via del Mare, giornata da ricordare solo per la SPAL

I giovani giallorossi incassano una bruttissima sconfitta nella seconda gara giocata allo stadio.

Cocente passaggio a vuoto per il Lecce Primavera, sempre più invischiato nella zona retrocessione. La SPAL domina i ragazzi di Grieco con un netto 1-5 e il pubblico accorso al Via del Mare può solo applaudire la fluidità di gioco degli estensi, che hanno punito i padroni di casa.

In verità, la partita era iniziata nel migliore dei modi per il Lecce. Dopo 1 solo minuto, l’asse finlandese Salomaa-Mommo costruisce l’1-0 dopo un recupero palla di Burnete. Forti del vantaggio, i giallorossi hanno cercato l’immediato bis: al 5′, Nizet ha sbagliato la misura del cross e all’8′, su corner di Vulturar, Milli ha calciato verso la porta trovando una deviazione. Tre minuti dopo, lo stesso Milli ha cercato, senza successo, Burnete con un cross basso. La prima azione della SPAL ha portato all’1-1 al minuto 13: De Milato, da fuori, trova l’angolo giusto e batte Borbei.

La rete del pari non ha disunito i ragazzi di Grieco. Al 29′ Mommo ha sfiorato il palo con un tiro sul palo lontano dopo aver impegnato il portiere della SPAL Rigon convertendo quasi al meglio un’apertura di Lemmens. Al 32′, il terzino belga è però protagonista al contrario della seconda rete spallina. Dribbling incassato da Saiani e rete di Campagna. Poco dopo, la SPAL già dilaga. Borbei aggancia un avversario e Pinotti firma l’1-3 dal dischetto già al 35′.

Nella ripresa, Grieco manda in campo Oltremarini per Burnete (più il rientrante Macrì al posto di Milli) e ancora Mommo cerca di scuotere i suoi su invito di Vulturar, recapitato però non con i tempi giusti. Al 50′, il Lecce imbastisce una lunga azione ma Salomaa tira su Rigon. Un minuto dopo, la SPAL punisce ancora i giallorossi con una ripartenza capitalizzata da D’Andrea. Al 56′ i gol spallini sono addirittura cinque. Borbei interviene male e Pinotti insacca di testa sulla respinta. La girandola dei cambi non porta cambi di ritmo di un match segnato dalle cesure della SPAL e all’82’ Vulturar rischia la frittata con un passaggio verso Borbei che praticamente lancia Fiori all’uno contro uno col portiere giallorosso. La gara si chiude con la reazione d’orgoglio di Nizet, ma l’ex Norwich sbaglia due cross da sfruttare.

Alla fine trionfa solo la SPAL, che stacca i giallorossi e punta all’ultimo posto disponibile per i playoff. Il Lecce, stordito dalla scoppola, rimane invischiato nella zona bassa della classifica a 8 punti insieme al Milan.

Il tabellino

Lecce-SPAL 1-5

Lecce: Borbei, Nizet, Hasic (dal 58′ Pascalau), Salomaa (dal 58′ Scialanga), Vulturar, Burnete (dal 46′ Oltremarini), Torok, Mommo, Gonzalez (dall’85’ Daka), Milli (dal 43′ Macrì), Lemmens. A disp. Bufano, Russo, Back, Dreier, Carrozzo, Coqu, Lippo. All. Grieco

SPAL: Rigon, Csigner, Campagna (dal 78′ Fahad), D’Andrea, Forpani, Orfei (dal 70′ Fiori), De Milato (dal 70′ Simonetta), Saiani (dal 78′ Borsoi), Pinotti, Roda (dall’85’ Puletto), Abdalla. A disp. Pezzolato, Bugaj, Biancheri, Wilke Braams. All. Piccareta

Arbitro: Sig. Di Cicco della sez. di Lanciano

Marcatori: 1”pt Mommo (L), 14′ pt De Milato (S), 32′ pt Campagna (S), 35’pt Pinotti rig. (S), 7’st D’Andrea (S), 11 st’ Pinotti (S).

Ammoniti: Pascalau (L)

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Settore giovanile