Resta in contatto

News

Askildsen: “Per salvarsi serve un bel gruppo. Ho tanto da migliorare…”

Il centrocampista norvegese Kristoffer Askildsen, giunto in prestito con diritto di riscatto dalla Sampdoria, si presenta alla stampa a pochi giorni dall’inizio del campionato.

LA SCORSA STAGIONE. “Il poco spazio avuto l’anno scorso? Sono stato fermo un mese a febbraio e poi ho giocato solo due gare per scelta del mister. Sono arrivato a Lecce a preparazione già iniziata, sto bene, sono entrato in un bel gruppo e c’è tanto da fare all’inizio anche se non è difficile. Bisogna creare le relazioni in campo e arriveremo alla quadratura”.

TEMPERATURA. “Il caldo? Non si può far niente. Tra un po’ diventerò leccese, non mi preoccupano i 30-35 gradi ogni giorno”.

INTEGRAZIONE. “Anche alla Samp c’erano tanti scandinavi. A me piace di più la cultura italiana, preferisco scoprire più su loro e sugli altri stranieri anche se noi abbiamo due svedesi, un islandese e un danese”.

NORVEGIA. “Ho esordito in Nazionale ma non ho l’ossessione di tornarci subito. Se arriva arriva, ma penso a ogni giorno e a far bene qui”.

HJULMAND. “Non conoscevo Morten ma Damsgaard mi ha parlato bene di lui. E’ un bravo ragazzo e un bel giocatore”

CAMPIONATO. “Per salvarsi in A serve un bel gruppo con tanta positività. Così possiamo raggiungere l’obiettivo”.

AVVIO. “Coppa Italia e poi l’Inter? Siamo pronti, c’è la Coppa venerdì e poi l’Inter. Vogliamo far bene, speriamo di vedere tanti tifosi allo stadio”.

BARONI. “Non posso dire di cosa parliamo sempre, sono cose tra me e lui”.

NUMERO DI MAGLIA. “Quando ero piccolo mi piaceva il 7 e lo ricordo dalla mia infanzia, ero un fan di Cristiano Ronaldo ma ho giocato sempre da esterno offensivo”.

LINGUE. “Parlo norvegese e inglese. Tra un po’ imparerò anche il dialetto salentino. Intanto ho imparato ‘angale'”.

CRESCITA. “Devo migliorare in tutto, nei contrasti, nei passaggi e nel colpo di testa. Non ho modelli a cui ispirarmi, voglio fare bene arrivando magari allo scudetto, al Mondiale, alla Champions League ma bisogna lavorare”.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News