Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Gonzalez, il primo “colpo Primavera” della nuova era Corvino

Lo spagnolo fresco di rinnovo con il Lecce è la personificazione dell’obiettivo di un calcio sostenibile promosso dal progetto tecnico

Dall’arrivo in sordina come uno dei tanti potenziali talenti della Primavera giallorossa al primo contratto da big dopo essersi affermato in Serie A, tutto in 15 mesi. E’ questa la parabola di Joan Gonzalez Canellas, il centrocampista del 2002 che dopo aver trascinato i baby è punto fermo di un Lecce che sta lottando e si sta ben disimpegnando nel massimo campionato. Il tutto in piena coerenza con un progetto tecnico che guarda al futuro con la necessità di una sostenibilità da cui, lo si vede ormai tutti i giorni (e non solo nel calcio), non si può più prescindere.

Il 19 agosto 2021 il 19enne Gonzalez approda nel Salento dal Barcellona con l’obiettivo di aiutare la Primavera nella ricerca di una difficile salvezza. Che arriva soprattutto grazie alle sue giocate, tanto che in molti si chiedono come mai non sia stato ancora inserito in prima squadra, fatta eccezione per un paio di panchine. I tempi non sono maturi soprattutto a causa di un campionato, quello di B, che va avanti sul filo nella tensione e dell’equilibrio. Alla prima occasione, però, Joan entra in campo e non ne esce più.

Dopo un precampionato superbo il giovane spagnolo diventa titolare e si mette alle spalle tutte le altre mezzali, per meriti propri più che per demeriti altrui. Perché, se da un lato qualcuno è mancato e qualcuno lo si sta ancora aspettando, dall’altro sono davvero una o due le volte in cui lo spagnolino di Baroni non ha primeggiato contro avversari ben più esperti e rinomati. Il rinnovo, oltre che meritato, è un atto dovuto per un Lecce che fa proprio dei giocatori “alla Gonzalez” un manifesto del proprio credo. Tra l’altro già visto nella prima era Corviniana, quando quasi tutti i campioni arrivati al Via del Mare (Ledesma, Vucinic, Konan, Bojinov, Rosati, Pellè) si sono dovuti fare le ossa in Primavera prima di affermarsi nel calcio che conta. Sperando che, dunque, questo possa essere solo l’inizio di una nuova era(bis).

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: due terzi dei lettori promuovono Corvino e Trinchera

Ultimo commento: "RAGAZZI TRA TUTTI I COMMENTI NEGATIVI C'E' SEMPRE LA STESSA PERSONA, CHE PURTROPPO E' OSSESSIONATO DAl SALENTO IN TERMINI DI INVIDIA,PASSA LE GIORNATE..."

Gol dell’anno 2022, vince il siluro di Colombo che ha fatto tremare il Maradona (VIDEO)

Ultimo commento: "Giusto non abbassare la guardia, i conti si faranno alla fine, complimenti fin'ora più che meritati ma guai a scendere in campo convinti che..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti