Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Sansone, sfida da ex col Sassuolo per aumentare il minutaggio

L’esperto giocatore offensivo, arrivato a Lecce a parametro zero, ha militato due anni con la formazione emiliana

Nicola Sansone ritrova da avversario il Sassuolo e lo fa per la prima volta con la maglia del Lecce. Il 32enne nato a Monaco è cresciuto esponenzialmente nelle due stagione vissute in nero verde alle dipendenze di Eusebio Di Francesco. Sansone arrivò in comproprietà dal Parma nel calciomercato invernale del 2013/2014, il primo storico campionato del Sassuolo in Serie A. Sansone, vicecampione d’Europa Under 21 in Israele nel 2013, cercava una piazza dove esprimersi con continuità. L’inizio fu traumatico: zero punti in sei partite e l’interregno di Alberto Malesani durato cinque gare prima del ritorno di DiFra. All’ottava presenza con il Sassuolo, Sansone, schierato titolare, segnò la prima rete nel 3-1 al Catania. Per condurre la squadra alla salvezza (+2 finale proprio sul Catania), poi, Sansone fu uno dei migliori nel finale con 4 reti e 4 assist (con una doppietta solitaria nel 2-0 all’Atalanta) in sette match.

Ben più tranquilla fu la Serie A 2014/2015 del Sassuolo, dodicesimo a fine campionato grazie ai 15 gol di Domenico Berardi. Sansone, con 35 apparizioni, fu il più utilizzato assieme a Consigli. Jolly del tridente offensivo sassolese, lo score finale fu di 5 gol e 5 assist. L’apice è il 4-2 al Parma, partita in cui Sansone segna due gol e serve due assist. A fine anno, Antonio Conte lo fa partecipare a uno stage in Nazionale, saggiando quella maglia azzurra vestita poi nella successiva estate agli ordini di Ventura con tanto di presenza ufficiali in Macedonia del Nord nella partita vinta 2-3 quando i macedoni non erano ancora amari per il tricolore.

Nel 2015/2016 il Sassuolo di Di Francesco è una cooperativa del gol e Sansone, con 7 segnature, è capocannoniere al pari di Berardi e Defrel, titolari di un attacco che contava anche su Politano e Falcinelli. I neroverdi sorprendono la Serie A e chiudono al sesto posto, superando Milan e Lazio, e staccando lo storico pass per l’Europa League. Le giocate di Sansone, autore anche di 5 assist, schierato dall’allenatore pescarese indifferentemente a destra e sinistra, non passano inosservate e il Villarreal investe 13 milioni permettendo l’ennesima plusvalenza al club emiliano, che a sua volta aveva risolto a proprio favore la precedente comproprietà. Prima di salutare il Sassuolo, Sansone ha contribuito alla vittoria nel preliminare di EL contro il Lucerna: dopo il 3-0 al Mapei Stadium, Di Francesco si accontentò del pareggio in Svizzera con conseguente accesso alla fase a gruppi.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Sansone dal primo minuto 💛❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Finora ha solo dimstrato di essere in pessima forma…speriamo si riprenda e dia una mano

Articoli correlati

Lecce-Atalanta, le pagelle: il montenegrino si fa vedere sbagliando la cosa più semplice. Falcone strepitoso...
La classe di Scamacca e De Ketelaere propizia i tre punti alla Dea. I giallorossi...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Lecce