Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Le pagelle di Lecce-Fiorentina: Krstovic da manuale, Piccoli da fantascienza. Che giocatore Kaba!

Lecce-Fiorentina, le pagelle: il francese perde un contrasto in un match dominante, Almqvist strappa bene. Dorgu-Gonzalez, grande energia dalla panchina

LECCE:

Falcone 5 – Stavolta è toccato a lui finire dietro la lavagna. Errore comprensibile, visto che il giro palla da dietro è ciò che gli viene chiesto, ma di certo grave dal momento che Beltran gli era davvero vicino e lo spazio per il passaggio a Baschirotto non c’era affatto. Dopo appare intimorito sulle palle alte, prima è invece bravo (decisivo su Lopez) e attento come sempre

Gendrey 6 – Solito bel primo tempo in cui si propone ed è insuperabile dietro. Molto meno bene rispetto a Gallo, ed il confronto si vede soprattutto nella ripresa ed in un finale in cui è l’unico a non riuscire a pungere. Porta comunque a casa il compito senza eccessivo affanno

Pongracic 6,5 – Falcone dorme sogni pressoché tranquilli grazie al lavoro dei suoi due centrali, che mai come oggi avrebbero meritato un clean sheet non arrivato in modo rocambolesco. Il croato qualche brivido lo concede, ma alla lunga ha ragione. Crea spesso superiorità quando parte palla al piede ed il Lecce vola a  lungo

Baschirotto 7 – Prestazione sontuosa al centro della difesa. Per fare qualcosa, siano conclusioni o anche solo piccoli avanzamenti di campo, gli avanti viola devono girargli ben a largo, ed infatti tutte le occasioni avversari arrivano da altre zone. Entra involontariamente nella topica del gol di Bernal, ma di certo senza colpe

Gallo 6,5 – Difficile ipotizzare cosa possa fare di più un terzino. Non fa toccare palla a Nzola e si propone con continuità in fase offensiva, mettendo in mezzo due ottimi palloni anche se potevano essere ancora di più. I più belli un tocco alto per la traversa di Kaba e uno basso per Krstovic

Kaba 7 – Partiamo dall’unica circostanza in cui non è stato dominante: quella del gol di Mandragora, su cui va un po’ leggerino ma che certo indovina un jolly tutt’altro che banale. Il francese è però il più fenomenale tra i tanti centrocampisti in campo, tra tackle clamorosi e giocate di classe. Ancora sfortunato in zona gol con una traversa ingenerosa, poi la rimonta dopo la sua uscita è un caso perché nella fase centrale della gara è tra i pochi a farsi apprezzare

Blin 6,5 – Sostituisce al meglio lo squalificato Ramadani, come fosse stato sempre titolare ed invece è solo la seconda gara che gioca da titolare in quel ruolo. Lotta e sradica palloni consentendo poi alle mezzali di agire di classe. Nel momento di difficoltà invece cala un po’ di “garra” subendo l’umoralità collettiva per poi chiudere in crescendo

Oudin 7 – Davvero difficile da tenere fuori visto che è quello, nella rosa giallorossa, che più di tutti da del “tu” al pallone. Lo si vede da quella palla messa subito sulla testa di Pongracic e che il croato non sfrutta ancor più che su una punizione “fortunata” ma comunque con forza e giri giusti per far breccia nella difesa toscana. Nella sontuosa classica ora di gioco dei suoi molte trame passano dal suo piede ed anche nella fase più dura era tra i più attivi, sempre nel vivo di una manovra che andava però spegnendosi

Almqvist 6,5 – Ormai lo conosciamo bene, sa nascondersi per poi cercare di colpire. Guadagna falli, costringe ad ammonizioni e strappa di continuo, come quando si guadagna quel rigore diventato punizione-gol di Oudin. Dopo l’ottima prima frazione va più nell’ombra, ma i pochi palloni giocati diventano comunque potenziali palle gol

Krstovic 7,5 – “Eh ma se nu segna”, frase accettabile solo da chi non vede una partita di calcio dal 1936. Se c’è una partita perfetta che una punta centrale deve giocare è quella del montenegrino vs Fiorentina, squadra completamente in balia della fisicità e del lavoro per la manovra offensiva. Due volte super Terracciano gli dice di no, poi il palo sfortunatissimo ma anche la stupenda giocata, la più bella di tutte, che apre le porte ad Almqvist per l’1-0

Banda 5,5 – Lo zambiano non gioca una brutta gara, tuttavia gli episodi la fanno spesso da padrone e lui stava per averla un po’ sulla coscienza. Quel tiro calciato in bocca a Terracciano dopo regalino di Milenkovic poteva costar caro, perché la Fiorentina raddoppia subito e Banda è il primo a subire lo scotto. Necessario il cambio, e peccato perché quando ha palla lui gli undici avversari tremano continuamente

Piccoli 7,5 – Simbolo della vittoria, simbolo di un Lecce che non molla mai. C’è poco da fare, è l’uomo degli ultimi minuti ed infatti spreca qualche pallone per tenerseli tutti nel finale, mettendo di testa all’angolino dal palla del pari ed in mezzo per Krstovic il cross che diventa vittoria arrivando sul mancino di Dorgu

Dorgu 7,5 – Per il pallone da tre punti messo imparabilmente sotto l’incrocio, certo, ma non solo. Tra i subentri è quello che entra subito in gara, vincendo ogni duello e scappando in avanti con coraggio fino al pallone da tre punti che ha fatto esplodere il Via del Mare

Gonzalez 7 – A proposito di calciatori entrati bene in campo, lo spagnolo dà una bella spinta alla squadra nonostante l’inferiorità nella zona nevralgica. Conquista con abilità il pallone che cambia tutto

Sansone 6,5 – Ne ha sempre due addosso e ciononostante gestisce bene quasi ogni pallone. Gettandone uno in mezzo teso il giusto per non essere facilmente gestibile da Nzola

All. D’Aversa 7,5 – “E se fosse finita 1-2?” Beh qualcuno di voi avrebbe avuto il coraggio di dare la colpa al mister? Questa squadra gioca bene, c’è poco da dire, deve solo imparare a gestire meglio i momenti difficili delle gare che arrivano per tutti se non ti chiami City o Real. Oggi però, oggettivamente, di negativo c’era davvero poco vista l’assurdità dei gol presi nel contesto di un match in cui Terracciano è stato semplicemente vittima di un bombardamento sportivo

Qui le pagelle della Fiorentina.

Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
wanja p
wanja p
24 giorni fa

Blin è un guerriero, gioca poco e D’Aversa dovrebbe farlo giocare in mediana, con Ramadani e Kaba (giochiamo sempre a 3 in mediana e quindi ci vuole fisicità).Oudin se proprio si deve far giocare, più avanti in determinate circostanze! 💛❤️

Aldo
Aldo
27 giorni fa

Lungimiranza dei nostri tecnici….Jovic da noi ogni tanto riusciva a segnare ora nel Milan va in goal con una certa regolarità….non è che il gioco del sig. Italiano…………

Francesco
Francesco
27 giorni fa

Partita sontuosa! Magari sempre così!
Rispetto allo scorso anno si vedono belle trame di gioco e coraggio nelle giocate. Manca qualche finalizzazione, ma la squadra c’è e può competere con tutti! Banda è essenziale per creare scompiglio nelle difese avversarie, ma deve essere più freddo davanti al portiere! Tutti gli altri nei loro ruoli stanno dimostrando valore!
Come dice un mio caro amico….Forza Barcellecce!

Lux
Lux
27 giorni fa

Speriamo che d Aversa capisca che si possa giocare anche con le due punte e che blin possa giocare solo in quella posizione nn in altre! Comunque vittoria meritatissima… avessimo perso ieri sarebbe stato un vero disastro! Krstovic in ripresa …al netto degli errori sotto porta! Unica nota dolente..la cessione di strefezza… veramente assurda!

Marek
27 giorni fa

Omaggi, omaggi, omaggi a Ringhio Blin!
Un cuore enorme

Giannuzzo
Giannuzzo
27 giorni fa

La fase offensiva con Sansone e Almqwist laterali e al centro Piccoli e Kristovic è ok; a mio parere bisognerebbe riproporla in altre occasioni dal 1o minuto. Kaba non dico che non abbia qualità però è macchinoso, nel gol della Fiorentina Mandragora gli ha chiaramente rubato il tempo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

Mai sconfitta sarebbe stata più immeritata…peccato che Rafia non riesca a trovare spazio

Francescotavano
Francescotavano
27 giorni fa

Solitamente sono critico con d Aversa ma ieri veramente una prestazione con la p maiuscola. Secondo me dovrebbe riproporre blin a centrocampo ogni tanto giocare con due punte eppoi sulla destra con gendrey e almqvist nn sempre entrambi devono accettare sulla fascia insieme. Bella vittoria godiamocela anche perché sarebbe stato i giusto perdere forza lecce

Michele Taranto
Michele Taranto
27 giorni fa

Il 5,5 a Banda è ingeneroso vero che ha sbagliato un gol davanti al portiere ma che si è guadagnato con uno strappo importante dei suoi salta sempre l’uomo e viene sempre raddoppiato, la sua mancanza in queste giornate si è sentita e come….

Milito
Milito
27 giorni fa

Verissimo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

Krstovic. Guerriero….gli è mancato il gol Alqvuist e Banda fanno la differenza. KABA ..il dolce e l’amaro…bene tutti

tifone
tifone
27 giorni fa

il nostro centrocampo è imprescindibile da blin. poi bisogna rendersi conto che kaba e oudin hanno 60 minuti di autonomia. anche ieri idem. Corvino però con l’ultimissimo budget della serie A ha costruito una rosa profonda con varie alternative.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

Errori molto gravi che potevano costarci caro compreso l’orrore di kristovic a porta vuota ( 2 errore grave dopo quello con il cagliari ) reazione però da grande grandissima squadra… è come se avessimo paura di chiudere le partite cacchio… ora comincia un’altro campionato da qui fino alla fine con lu sangu all’ekki forza lecce miu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

Comunque errore per il goal a parte, Banda è migliorato tantissimo. Poi se riuscirà anche a segnare sarebbe perfetto. Tutta la squadra ha giocato bene e soprattutto molto meglio che in passato nelle marcature. In altre partite si vedevano vagare avversari liberi nella nostra area. Forse se devo addebitare qualcosa lo farei all’allenatore, che non deve sempre aspettare di prendere il goal prima di mettere forze fresche in campo. In molte partite soprattutto passate, si vedeva che nei secondi tempi la squadra stava in difficoltà, ma non faceva mai i cambi, se non al novantesimo. Ora almeno ogni tanto gioca con due punte. Bisogna rischiare se si vuole vincere. Poi diciamo che possono evitare di fare quei passaggetti vicino la porta, specie quando si è pressati e non ci sono spazi, troppo pericolosi. Un bel Lecce, concentrato, che ai numeri ha meritato ampiamente la vittoria.

Bar Biggi BRUNICO
Bar Biggi BRUNICO
27 giorni fa

Stessa partita e finale con la LAZIO,,, primo tempo da 10,,secondo da 5,,, quando poi KABA cala di intensità viene fuori la squadra avversaria,,,ormai gli avversari preparano la partita su questo concetto,,vedi GENOA,,, BLIN PUO sostenere MAGLIO OUDIN,,,E FINALE BELLISSIMO PER TUTTI,,ma accorgimenti sul 433 sono d obbligo,,,e qualcuno lassù finalmente ha evitato una situazione di forte contestazione nonostante la prestazione,,ci voleva proprio.,,DAVERSA solo uno tra BANDA E ALMQVIST,,,

ALE
ALE
27 giorni fa

spero la prossima volta d’aversa si ricordera che con le 2 punte si vince..

Amore Lecce
Amore Lecce
27 giorni fa
Reply to  ALE

Non è detto che ciò che vedi sia opera di D’Aversa……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

Stasera non si devono guardare gli errori MA SOLO PIANGERE DI GIOIA . GRAZIE LECCE.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

Si, stasera tutto magico…avanti il Lecce💛❤️💛❤️💛❤️

gino
gino
27 giorni fa

merito al bel gioco espresso nel primo tempo ed alla concretezza che 2 punte ed i cambi azzeccati hanno portato. Avanti LECCE

Patrizio Spongano
Patrizio Spongano
27 giorni fa

Con le due punte si vince

Giannuzzo
Giannuzzo
27 giorni fa

Si infatti

Articoli correlati

Lecce-Inter, le pagelle: Ramadani e Touba, errori clou. Almqvist gira a vuoto, quasi tutti sotto...
Torino-Lecce, le pagelle: Rafia si scioglie sul più bello, pesa l'assenza di marcatura di Dorgu...
Bologna-Lecce, le pagelle: stavolta non si salva davvero nessuno. A centrocampo si gira a vuoto,...

Dal Network

Il patron della Lazio e senatore di Forza Italia vuole cambiare il ruolo decisione della...
Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
Calcio Lecce