Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Rapid lo gira in prestito all’UTA Arad, Vulturar: “Qui per giocare. Lecce? Non ho sfondato perché…”

L'ex capitano del Lecce Primavera Catalin Vulturar, ceduto al Rapid Bucarest lo scorso gennaio, ha ora una nuova occasione per mettersi in mostra

Arrivato nel mercato invernale a titolo definitivo al Rapid Bucarest dopo le tre stagioni e mezza trascorse con la Primavera del Lecce, Catalin Vulturar è stato immediatamente girato in prestito secco ad un altro club del massimo campionato rumeno, l’UTA Arad. Con il club biancorosso, undicesimo ed alle prese con lotta per mantenere la categoria, il classe 2004 avrà maggiori opportunità di giocare rispetto a quante ne avrebbe avute con gli amaranto della capitale, secondi ed all’inseguimento dei cugini dell’FCSB (l’ex Steaua).

A parlare del nuovo trasferimento ai microfoni di Aradon.ro è stato lo stesso Vulturar: “Quando ho firmato con il Rapid non ero a conoscenza di alcuna discussione relativa all’UTA. Mi sono allenato lì per una settimana, dopodiché ho ricevuto la notizia dal mio agente, Cătălin Sărmasan, che sarei andato ad Arad. Non ho parlato di questo argomento con mister Bergodi. Solo alla fine, quando sono andato a salutare gli ex compagni e lo staff tecnico, mi ha detto di stare attento, di dare il massimo in maglia UTA e di svolgere il lavoro al meglio. Spero di poter accontentare i tifosi con le mie prestazioni, ora è importante che io sia qui e voglio sostenere il più possibile la mia squadra. Sono venuto per aiutare l’UTA a raggiungere i suoi obiettivi e più gioco meglio sarà per i miei progressi”.

Sull’esperienza al Lecce ha aggiunto: “Perché ho lasciato il Salento? Volevo giocare nella Nazionale maggiore, ecco perché sono tornato in Romania. È stato difficile sfondare nella prima squadra del Lecce perché lì il principale obiettivo non è quello di mandare in campo i ragazzi delle giovanili. In giallorosso sono cresciuto soprattutto tatticamente, ma anche fisicamente”.

 

Subscribe
Notificami
guest

18 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
Antonio
2 mesi fa

Dirigenza, non puoi solo puntare al patrimonio della società..

Antonio
Antonio
2 mesi fa

Oltre a non aver mai utilizzato alcuni ex primavera che ha in squadra, questo allenatore, non ha ancora utilizzato Perotti, che è stato acquistato per sostituire Strefezza.Dirigenza trovategli qualche giocatore svincolato, o cambiate allenatore.

Giannuzzo
Giannuzzo
2 mesi fa

Mi ricordo che quando arrivo’ a Lecce di Vulturar se ne parlava come di un gioiellino di assoluto valore. Credo che abbia fatto anche molto bene con la primavera e giustamente avrebbe meritato un’ opportunità in prima squadra invece sappiamo come è andata… Faccio i miei migliori auguri a questo bravissimo ragazzo, in bocca al lupo Catlin e non è detto che non ci si ritrovi in giallorosso

Giorgio
Giorgio
2 mesi fa

E sempre ha criticare me pariti tutti allenatori

Boh
Boh
2 mesi fa

Credo piuttosto che alcuni giovani, o hanno già una struttura fisica e muscolare adeguata alla serie A (come Dorgu), o non è certo a Lecce che riuscirebbero a svilupparla, non avendo né preparatori, né strutture adeguate. Solo nei grandi club i giovani diventano supermen atletici, vedi Di Marco, Miretti, Fagioli.

Giannuzzo
Giannuzzo
2 mesi fa

Vulturar ha detto la verità e le sue parole non nascondono certo la delusione. È quello che mi sono chiesto anche io tante volte, abbiamo cresciuto nella primavera giovani provenienti da ogni parte del mondo che oggi hanno vent’anni più o meno, tutti promettenti, e quando li lanciano in prima squadra ?? Mi ricordo di un certo Antonio Conte che fu lanciato in serie A che aveva 17 anni….

carlo
carlo
2 mesi fa
Reply to  Giannuzzo

Una volta tanto sono d’accordo con te

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

In quel ruolo per me nettamente più forte di Samek… ma siccome per quello abbiamo speso una barca di soldi, ecco che in quel caso magicamente le porte della prima squadra si aprono, anzi le lubrificano pure per sicurezza.

Danilo
Danilo
2 mesi fa

Quandu la volpe nu rria all’ua dice ca è acerba.
Frate miu mi dispiace dirlo ma non eri da prima squadra per ora magari in futuro, ma dire che il Lecce non ha intenzione di far arrivare in prima squadra i giovani del vivaio è na cuiunata.
Ogni tanto si farebbe bene a stare zitti abbassare la testa e correre
Forza Lecce

Achille
Achille
2 mesi fa
Reply to  Danilo

Gonzalez, Dorgu sono usciti dall’ uovo di Pasqua

Magico Lecce
Magico Lecce
2 mesi fa
Reply to  Danilo

Completamente d’accordo

LUCA
LUCA
2 mesi fa

Il problema di questo ragazzo non è tanto la cifra tecnica, ma come ho commentato più volte su questi sito, è la struttura fisica non adeguata ad un campionato difficile come la serie A , purtroppo in questi anni il ragazzo dal punto di vista muscolare non è migliorato. Nel calcio moderno se non sei strutturato fisicamente non puoi competere a certi livelli ,a maggiore ragione se giochi in ruoli di centrocampo e difesa. L’esempio lampante l’ ho abbiamo in prima squadra, quando giocano Kaba e Blin ( soprattutto il primo) il nostro centrocampo è tutt’ altra cosa ,è molto difficile toglierli il pallone.

Antonio67
Antonio67
2 mesi fa

Anche su questo argomento ci sarebbe da riflettere su quanto la scelta di un allenatore possa influire e confliggere con la programmazione di un club..vulturar e’ cresciuto nel Lecce, con un investimento notevole, ma solo nell’ottica del lancio in prima squadra..il vivaio del Lecce deve iniziare a dare dei frutti, e la presenza dei soli Gonzalez e Dorgu non giustifica l’enorme investimento in giovani adottati da tutto il mondo..nelle parole di Vulturar c’e’ una profonda ed amara verita’..che non puo’ riguardare la societa’, ma solo ed esclusivamente l’allenatore..lo scorso anno abbiamo preso il capocannoniere della primavera della Roma per farlo giocare..non e’ andata bene, ma pensare che avevamo in casa il capocannoniere della primavera e non lo abbiamo mai visto in campo se non per pochi minuti, significa che d’aversa i giovani li vede davvero poco..peggio ancora con Corfitzen, Berisha, Faticanti, Samek ecc
Anche solo per questo, il mister dovrebbe essere sollevato dall’incarico, e non entro in merito di quanto d’aversa sia in grado di sostenere le difficolta’ strategiche e di tattica che impone la serie A..troppi elementi chiariscono l’errore della societa’ di prendere questo allenatore..e speriamo si metta presto rimedio

Ciccillone
Ciccillone
1 mese fa
Reply to  Antonio67

Io metterei te come allenatore,mi sembri esperto e preparato.Se non ricordo male hai frequentato con successo il corso di mazza e pizzarieddru

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Grazie per la plusvalenza arrivederci

Marco
Marco
2 mesi fa

Verissimo. Basta vedere Berisha. Mai fatto giocare da D’Aversa. Così Cortfizen, Burnete (solo uno spezzone). Faticanti ceduto in prestito. Con Baroni avrebbero giocato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Chi l’avrebbe mai detto. 🤔

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Grandissima notizia

Articoli correlati

"Gotti avrà dalla propria parte la tranquillità che deriva dai risultati positivi ottenuti in tre...
Le parole dell'ex: "Anche nei miei anni i tifosi furono speciali e determinanti"...

Dal Network

Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...
L'ex portiere, tra le altre di Chievo Verona e Palermo, ha detto la sua sulla...

Altre notizie

Calcio Lecce