Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Blin il normalizzatore: titolare in tutte le ultime tre vittorie del Lecce

Il centrocampista francese protagonista della mediana giallorossa anche a Salerno

Quando c’è da superare un momento difficile e tornare a raccogliere il seminato con convinzione, grinta e vigore c’è bisogno di gente come Alexis Blin. Non a caso capitano del Lecce dopo l’addio di Strefezza, il mediano francese è stato rispolverano da Gotti per dare forza ad una squadra che aveva bisogno di ritrovare equilibrio, di avere compattezza. E lui si è fatto trovare pronto come meglio non poteva, risultando tra i migliori in campo e contribuendo a suo modo al ritorno al successo.

Vittoria numero 3 degli ultimi 3 mesi, tutte con in campo l’ex Amiens. Come con il Frosinone e con la Fiorentina, nell’undici titolare si legge il suo nome. Aspetto che non è certo casuale, se si considera quanto si parli del giocatore probabilmente più pragmatico tra quelli che compongono il parco centrocampisti del Lecce. Passaggi pochi, ma semplici e puliti, centimetri per soffrire il meno possibile in area di rigore ed anche una certa confidenza con quella avversaria per un giocatore che si sa fare amare dai tifosi e che spesso non si vede, ma si sente.

Vedremo se dopo la sosta Gotti continuerà con l’idea del doppio mediano o si tornerà al centrocampo a tre. In entrambi i casi, ne siamo sicuri, Blin saprà come farsi trovare pronto.

Subscribe
Notificami
guest

20 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Blin fortissimo, sempre detto da quando lo abbiamo preso

Trittico
Trittico
1 mese fa

non si vince solo per qualità tecniche anche perchè se blin avesse un livello tecnico elevato sarebbe in un top club. Per vincere o non perdere è importante il temperamento la forza e l’intelligenza. Ecco perchè con Blin titolare si vince, anche i compagni sono più tranquilli

Massimo
Massimo
1 mese fa

Forza Alexis, forza ragazzi, il Salento è con voi

20230610_190919
Nas new York
Nas new York
1 mese fa
Reply to  Massimo

Lo stemma della mia terra lontana

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il centrocampo non deve prescindere da lui, giocavamo con l’uomo in meno in quella zona,forza Blin e forza al resto della squadra!💪

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Non che con D’Aversa abbia giocato poco, eh?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Lo scrissi in un commento tempo fa e mi dissero che era un caso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ci sarà un perché?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ogni stagione parte dietro, e poi pian piano l’allenatore capisce che è indispensabile.
Questo è successo (anche) perché sia la scorsa stagione che questa in corso, non si è riusciti a prendere quei centrocampisti adatti al 433.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Blin è un jolly che deve giocare sempre e poi quando gioca da titolare vinciamo sempre 💪💛❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Mo tutti normalizzatori sono diventati ..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Anche Baroni faticó a metterlo titolare. E poi D’Aversa. Oddio, Baroni vedeva Hjulmand mezzala in ritiro a Folgaria…
Stiamo parlando di veri geni del calcio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Giocatore non appariscente, che non ruba l’occhio ma ci mette tanta sostanza. A Lecce abbiamo tradizione di profili così, gli auguro una lunga carriera in giallorosso perché è umile, duttile e non tira mai indietro la gamba.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

deve giocare punto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Unico calciatore al quale farei il contratto a “tempo indeterminato”

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

” Dove lo metti, metti sona” in difesa, a centrocampo dietro le punte, come intenditore e soprattutto aggiunge esperienza, e voglia di vincere, è l’ultimo ad arrendersi.! E un esempio per i giovani …certo c’è ne voluto per convincere due allenatori Baroni e d’Aversa… Io credo, che il nuovo allenatore riconosca finalmente Blin come punto fermo, è riferimento prezioso dell’attuale Lecce..!! 💛❤️

Dario
Dario
1 mese fa

Blin non è niente di trascendentale, ma in una squadra con poco equilibrio ed esperienza, e che gioca addirittura con Oudin o Rafia a centrocampo, diventa fondamentale. Specialmente ora che manca Kaba, che pure era uno dei pochi a contrastare. Ramadani non può mantenere la fase difensiva da solo, a maggior ragione negli ultimi mesi, in cui è stato in forte calo.
Direi che da qui alla fine, periodo in cui anche il punticino diventa importante, non si può fare a meno di lui a centrocampo.

wanja p
wanja p
1 mese fa
Reply to  Dario

Analisi perfetta 👏 Grande Blin! ❤️💛

Carlo
Carlo
1 mese fa
Reply to  Dario

Hai perfettamente ragione

Nas new York
Nas new York
1 mese fa
Reply to  Dario

Si

Articoli correlati

Il 20enne centrocampista del Lecce farà parte della spedizione giallorossa nella sfida salvezza con il...
Il 20 aprile 1986 ci fu il ribaltamento del trionfo annunciato della Roma. Uno stadio...
lecce empoli
I giallorossi, la squadra che ha realizzato più gol negli ultimi minuti, dovranno sfatare dei...

Dal Network

L'allenatore ha parlato alla Gazzetta dello Sport nel giorno di Verona-Udinese, sfida tra due sue...
Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...

Altre notizie

Calcio Lecce