Resta in contatto

Approfondimenti

Sole-Mare-Vento: scopriamo dettagli e somiglianze delle nuove maglie

Le divise per la Serie A 2019/2020 presentate questa mattina sono ribattezzate Sole, Mare e Vento, i tradizionali elementi atmosferici del Salento.

Il Lecce torna in Serie A e lo fa ricordando le proprie radici geografiche, palesate non solo nei nomi delle nuove casacche, ribattezzate così in omaggio all’ormai conosciutissimo detto Salento: lu sule, lu mare, lu ientu che, in dialetto, descrive le peculiarità del Tacco d’Italia.

La società di via Costadura fa così debuttare in Serie A il marchio autoprodotto M908, novità della scorsa estate e ormai marchio di fabbrica di questo corso del Lecce.

Nella massima serie italiana torna così un brand “in house” dopo l’esperienza del Perugia griffato Galex, azienda della famiglia Gaucci allora proprietaria degli umbri nei primi anni 2000.

La nuova prima maglia richiama gli elementi del sole e, rispetto alla prima maglia M908 della stagione passata, presenta le righe giallorosse più strette. Otto righe rosse su sfondo giallo potrebbero condurre a un piccolo ritorno al passato recente. Due anni fa, l’ultima maglia marchiata Legea (nella foto a destra indossata da Saraniti) presentava strisce altrettanto strette.

La differenza, oltre che l’abbandono del colletto a V blu, è la fascia rossa che cinge le spalle. La novità è poi rappresentata dalla riga nera che separa la banda rossa e crea un piccolo distacco giallo prima delle striature giallorosse.

L’elemento “sole” è accentuato dal retro della maglia (a sinistra). Lo spazio per nome e numeri, infatti, è contornato da dei raggi. Al centro del…sole figurerà poi il nuovo font, caratterizzato da piccoli tagli in lettere e numeri neri.

I pantaloncini del primo kit rimangono blu, anche se rispetto ai tornei passati le bordature giallorosse, presenti sui lati, sono più evidenti. Il motivo del raggio prosegue anche sui calzoncini, anche se qui il giallo precede il rosso. I calzettoni rimangono rossi come la stagione passata.

Omaggio al vento è la maglia bianca da trasferta. Su questa uniforme si nota anche il nuovo lettering M908, più evidente rispetto alle linee poco visibili del campionato del debutto e presente anche sulle maniche.

La tradizionale divisa bianca è abbellita al centro da una serie di fasce irregolari gialle e rosse che, incurvate, ricordano il movimento sinuoso del vento. I richiami proseguono sulla punta delle maniche e sui pantaloncini, bianchi come i calzettoni.

Novità assoluta dal punto di vista cromatico è la terza maglia. Il miscuglio di blu e azzurro richiama al mare e il risultato è decisamente gradevole. Al centro della casacca figurano due onde, una gialla e una rossa a rafforzare il concetto.

Non si è mai visto negli anni recenti un contrasto così tra tre diverse tonalità di azzurro. Il colletto, come anche nella seconda maglia, è diviso in due tra il primo colore e il giallorosso sociale. Il terzo kit avrà nomi e numeri bianchi.

In tinta e rispettoso dei contrasti della maglia è il pantaloncino. Blu scuro invece il colore del calzettone. Dopo il richiamo stilizzato all’architettura barocca della scorsa stagione (pietra leccese sulla seconda maglia e veduta di Piazza Sant’Oronzo in rilievo sulla terza) il Lecce di Serie A passa…alla natura.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Dopo la presentazione delle divise ufficiali da gara, nelle foto seguenti sono raffigurate le maglie da riscaldamento che accompagneranno il Lecce nella stagione 2019/2020. Dopo il tradizionale blu con risvolti giallorossi della scorsa stagione, si è optato per una scelta più sgargiante. […]

Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "I mercenari non devono aver voce in capitolo.... quelli passano....i miti invece restano immortali"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Grandissimo Kecco anche come allenatore...non ha la fortuna di altri... però è vero anche che in quella circostanza lo ricordo benissimo il..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "'Grande Beto"
Advertisement

Altro da Approfondimenti