Resta in contatto

News

Contratto scaduto per quattro: i destini di Bovo, Marino, Arrigoni e Di Matteo

E’ scaduto oggi il contratto tra la società giallorossa e i calciatori Bovo, Marino, Arrigoni e Di Matteo. Scopriamo le possibili destinazioni dei quattro.

Il 1 luglio 2019 è di norma la linea di confine tra le stagioni sportive. La data di oggi è in qualche modo importante per quattro, ormai ex, calciatori del Lecce, da oggi svincolati: Cesare Bovo, Antonio Marino, Andrea Arrigoni e Luca Di Matteo. Due di loro, Marino e Arrigoni, hanno vissuto la doppia promozione dalla C alla A.

L’esperto difensore romano è tornato l’anno scorso nel Salento firmando un accordo annuale dopo un lungo periodo di prova e Di Matteo, suo malgrado, ha “disputato” la stagione ai margini della rosa.

SCARPETTE AL CHIODO. Bovo, falcidiato dagli infortuni anche nella stagione passata dopo la militanza a singhiozzo di Pescara, potrebbe dire addio al calcio giocato. Tra le ipotesi, si prospetterebbe un ruolo nei quadri dell’U.S. Lecce. Il 36enne, 9 presenze e 1 assist nel 2018-2019, esordirebbe in questa nuova vita proprio da Lecce.

Dalla società di via Costadura arriverebbero news al riguardo. Un altro indizio condurrebbe al settore giovanile. Al di là della conferma di Gennaro Delvecchio come responsabile, si è in attesa della definizione della rosa allenatori.

REGISTA. Di ben altro mood è invece Andrea Arrigoni. Il centrocampista centrale ha voglia di riprovare a vivere la Serie B. Una chance sarebbe il ritorno a Cosenza, dove giocava prima dei tre anni di Lecce. Il lombardo è stato anche capitano del Lecce (terzo deputato dietro a Lepore e Cosenza).

Un’altra strada lo porterebbe a Monza, proprio in compagnia di Checco Lepore e Marco Armellino, due perni dei salentini nel terzo livello nazionale. La priorità, a meno di offerte economiche irrinunciabili da parte del club di Silvio Berlusconi, è comunque conservare la cadetteria.

DESAPARECIDO. Il 2018-2019 di Luca Di Matteo entra di diritto nell’elenco delle annate da dimenticare. Il terzino ex Latina non ha collezionato nessuna presenza nel campionato di Serie B. Messo ai margini del progetto tecnico di Liverani nel suo ultimo anno di contratto con il Lecce, Di Matteo è ora seguito in C. Vicenza e Alessandria insidiano il solito Monza.

DI SICURO AFFIDAMENTO. Una menzione a parte merita Antonio Marino, fisso scudiero della difesa di Liverani nella ex Lega Pro e uno dei cambi più usati per conservare il vantaggio, soprattutto nei momenti catartici dei match-promozione in A. Il centrale siciliano chiude così i suoi due anni con il Lecce.

L’aver fatto parte della sorprendente cavalcata salentina potrebbe valere un contratto in B. Su di lui però ci sono anche gli occhi del Bari, voglioso di costruire una rosa per dominare la Serie C.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da News