Resta in contatto

News

Meluso: “Imbula era fuori dalla nostra portata. Il club ha fatto uno sforzo importante”

A presentare il centrocampista neo arrivato in giallorosso è stato il ds Mauro Meluso, che ha risposto anche a domande inerenti il mercato.

IMBULA. “Sono molto felice di presentare il nuovo arrivato, perché è un innesto di grande qualità. Siamo convinti di aver rinforzato la nostra squadra con un giocatore di caratura internazionale. È elemento completo per il quale sono stati fatti enormi sforzi da parte della proprietà, lo voglio ribadire. Questa acquisizione è avvenuta con un prestito e con un diritto di riscatto, ma anche con l’obbligo in caso di salvezza e con una condizione legata alle presenze”.

TRATTATIVA. “Questa operazione è nata molto tempo fa. Inizialmente non la ritenevamo alla nostra portata, poiché si tratta di un giocatore sul quale c’erano molte squadre. Ci sono state due fasi, la prima con il suo agente Miniero”.

RIEMERGERE. “Lui è un giocatore in cerca di riscatto, ha bisogno di un’annata positiva e il calcio italiano lo può restituire a palcoscenici più importanti. A Lecce troverà un tecnico importante che ha rivitalizzato dei giocatori come Falco e La Mantia, e speriamo che possa fare lo stesso anche con lui”.

INTROVERSO. “Nel primo incontro che abbiamo avuto mi ha colpito il suo grande rispetto per la famiglia e il suo modo di fare introverso. Praticamente il contrario di come è in campo. È un giocatori con dei valori e con una famiglia importante alle spalle, e questo è molto utile”.

DISPONIBILITA’. “Il giocatore non è a disposizione per domani. Sarà in campo nella gara contro il Torino, oggi sosterrà invece il primo allenamento con la squadra”.

MERCATO. “Premesso che siamo fuori budget e abbiamo necessità di cedere, ribadisco che noi lavoriamo a fari spenti. Ad oggi cerchiamo giocatori funzionali, non nomi. L’attacco è l’unico settore dove stiamo lavorando con il mister e con il presidente. Non prenderemo tanto per prendere, abbiamo già fatto tanto, siamo però abbastanza coperti. Dunque opereremo in entrata solo e se ci sarà una buona opportunità”.

RICCARDI. “Lui al momento è uno dei cinque centrali che abbiamo, e vorremmo fargli fare esperienza affinché giocasse con maggiore continuità. Per la sua crescita sarebbe importante che facesse un anno pieno. Al momento posso solo dire che ci sono stati degli approcci con squadre di Serie B”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News