Resta in contatto

News

GdM – Enzo: “Contro il Torino non bisogna chiudersi”

“E’ meglio provare a giocarsela. I granata sono più forti dei giallorossi, su questo non ci sono dubbi, ma il calcio non è una scienza esatta”, ha affermato l’ex giallorosso.

Giorgio Enzo, doppio ex di Torino e Lecce, parla a La Gazzetta del Mezzogiorno (edizione di Lecce) della gara in programma lunedì sera e del passato giallorosso, con la storica promozione nella massima serie.

CUORE GIALLOROSSO.Al Torino mi legano bei ricordi, ma si riferiscono esclusivamente all’aspetto sportivo, in quanto ottenere il salto in A regala sempre belle emozioni. Il mio cuore, però, calcisticamente parlando, l’ho lasciato a Lecce perché sono rimasto in giallorosso per sei stagioni e, oltre a conquistare due promozioni, ho intessuto rapporti umani che ancora oggi reggono. Senza tralasciare il fatto che l’impresa compiuta in giallorosso nel 1984/1985 resterà per sempre scolpita nella storia di un intero territorio, ma anche in ciascuno di noi protagonisti di un evento memorabile”.

SERIE A.Il campionato di A è un mondo a parte. Chiunque ci sia arrivato dopo avere fatto la gavetta nelle categorie inferiori se ne è reso conto. Personalmente, ho notato immediatamente tra la B e la massima serie ci fosse un abisso. La cifra tecnica e la fisicità della maggior parte del calciatori è superiore ma, soprattutto, c’è la capacità di punire i rivali al minimo errore. Una matricola paga necessariamente lo scotto del noviziato. Chi in partenza, chi alla lunga. Per le formazioni neo promosse la vita è durissima. L’unica ricetta è il lavoro“.

TORINO-LECCE.Chiudersi significherebbe andare incontro a sconfitta certa. Pertanto, è meglio provare a giocarsela. I granata sono più forti dei giallorossi, su questo non ci sono dubbi. Il calcio, però, non è una scienza esatta ed il verdetto del campo non rispecchia quelli che, sulla carta, sono i valori”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News