Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Liverani: “Ci difenderemo attaccando. Il rigore? Al massimo c’era il secondo”

Il tecnico giallorosso ha commentato la vittoria odierna ai microfoni di Sky. Tanta tranquillità e sicurezza nelle capacità dei suoi ragazzi.

Fabio Liverani si presenta ai microfoni della TV satellitare nel post partita visibilmente provato dalla gara, caratterizzata dalle mille emozioni e dal finale thrilling del VAR, con Giua che ha negato il rigore del potenziale 2-2 a Belotti.

PASSATO. “Diciamo che abbiamo fatto le prime due partite a tratti. Con l’Inter abbiamo perso perché alla lunga era impari. Con il Verona abbiamo pagato tanto l’emozione della prima in casa e non eravamo lucidi. Quindici giorni sono serviti a tutti, in settimana la squadra è viva

ATTEGGIAMENTO. “Il tecnico privilegia e sancisce ancora qual è l’atteggiamento del Lecce: “Non abbiamo la possibilità di difenderci, lo facciamo attaccando. L’1-1 è stato casuale, dobbiamo abituarci al VAR e ad altre situazioni. Mancosu, Farias e Shakhov non hanno 90′ ma dobbiamo migliorare nella conoscenza della squadra. In questo momento Shakhov, a differenza di Mancosu, ha più qualità nel palleggio e nel passaggio. Il sardo invece ha più calcio e inserimento. Avevo bisogno di un giocatore che desse qualità con Falco e Babacar.”.

VAR. E poi il commento sulla paura vissuta prima del fischio finale: “Si vive con l’adrenalina della partita finita. Ci sta il dispiacere in caso di rigore. C’è furbizia da parte dell’attaccante e poca attenzione da parte del difensore. L’interpretazione non l’ho capita bene. Il primo rigore, su Zaza, mi è sembrato generoso, ma la trattenuta non mi è sembrata evidentissima. Io comunque accetterò sempre ogni decisione. C’era di più il secondo al massimo. C’è un contatto, ma le situazioni vanno interpretate bene. Io avrei dato quindi più il secondo del primo”. 

FALCO. Dallo studio ci si interrogava sull’esplosione ritardata del nuovo 10 giallorosso: “Falco è migliorato grazie a me? Cinquanta e cinquanta. E’ un leader tecnico, deve prendersi resposabilità ma deve farlo di più. Quando una squadra vede un calciatore così i compagni muoiono per lui. L’unica cosa è che non deve staccare mai, altrimenti diventa un giocatore normale. Soluzione offensive con Farias, Falco e Mancosu? Tanti giocatori offensivi possono giocare, ma molto dipende dalla condizione fisica. Babacar poteva chiudere la partita molto prima 

FARIAS. Non manca la battuta su Farias, presente in contemporanea ai microfoni: “Vorrei vederlo come Inter-Empoli”. 

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Bar BIGGI
Bar BIGGI
4 anni fa

Bene così Mister,,ma se avesse dato il rigore spero che RISPOLI te lo saresti sbranato,,al 96 esimo non ti puo abbracciarti minimamente all attaccante ,E soprattutto di una squadra che sta perdendo in casa,,spero che non diventi un abitudine perchè il calcio col VAR è cambiato,,queste mezze furbata sono ormai superate,,Grande mister

Articoli correlati

Lo scontro salvezza dello stadio Benito Stirpe termina 1-1. Al gol di Cheddira risponde il...
Il penalty calciato dall'attaccante montenegrino e terminato in porta, decisivo per l'1-1 in casa del...
Ecco cosa è successo nell'impianto frusinate dopo il fischio finale del match pareggiato dai giallorossi...

Dal Network

Bruttissima notizia per l'attaccante degli emiliani e della nazionale...
L'allenatore del Frosinone recrimina per la ripetizione della massima punizione prima mancata da Rafia e...
Il centrocampista giallazzurro ha parlato a Dazn a pochi minuti dal fischio d'inizio...
Calcio Lecce