Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

CdS – Marilungo: “Lecce non è una comparsa in A. L’esultanza con Munari….”

Marilungo è uno degli ex tra Atalanta e Lecce che domenica si affronteranno in campionato in una partita che non può lasciare indifferente il centravanti oggi in forza alla Ternana.

LECCE E ATALANTA. “Sono due formazioni molto importanti nel mio percorso dal calciatore, in una mi sono affermato trai i professionisti con l’altra sono cresciuto nella massima serie. Due annate che non posso dimenticare”.

CRESCITA CHAMPIONS. L’Atalanta ha seguito un percorso di crescita costante che ha permesso ai nerazzurri di arrivare in Champions, oramai si sono affermati, nei prossimi anni saranno costantemente in Europa, sono una realtà e una grande del nostro calcio”.

IL LECCE. Anche i giallorossi sono riusciti a tornare ai fasti del passato dopo anni difficili in Serie C. Liverani è stato un grande protagonista di questa scalata e sentiremo parlare di lui in futuro. Ora però serve la conferma nella massima serie per cercare di costruire qualcosa di solido come mai in passato”.

LA PARTENZA. “All’inizio hanno pagato il salto di categoria, perchè il livello è diverso, in squadra ci sono molti giocatori che non conoscono la categoria, mi sembra che questo periodo di adattamento sia quasi terminato. Sono convinto che la lotta per la salvezza rimarrà aperta fino alla fine della stagione. Il Lecce non può essere una comparsa in A”.

LA PARTITA. Loro sono una squadra che fa un grandissimo pressing in attacco e cerca di coprire a tutto campo, il Lecce è una squadra molto difficile da affrontare, l’Atalanta verrà dalla delusione della Champions ma avrà la carica del suo pubblico. Sono convinto che potrà essere una gara di ricca di gol ed emozioni tra due squadre che amano giocare a calcio, come piace ai tifosi”.

RICORDI GIALLOROSSI. “Sicuramente la promozione, erano i primi anni che iniziavo a giocare, ricordo la grande fiducia in me di mister De Canio che mi permise di esprimermi a quei livelli e poi la festa promozione con la città in festa è qualcosa he non si dimentica. E’ un luogo che ho nel cuore e che quando e possibile torno a visitare sempre con grande piacere”.

RICORDI NERAZZURRI. “Li ho avuto la fortuna di affacciarmi alla Serie A in modo concreto è stato bellissimo, una categoria che ha un grande fascino e che ho potuto vivere in una piazza in cui si può fare calcio con grande serenità e professionalità”.

L’ESULTANZA CON MUNARI. 
Non posso dirlo è un segreto mio e di Gianni, al massimo chiedetelo a lui e vediamo se te lo dice. Sicuramente è anche quello uno dei ricordi che porto dentro di quella stagione”.

IL PRONOSTICO. “Sarei felice se pareggiassero, sono due piazze a cui tengo molto e un punto sarebbe utile per entrambe”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'opinione del commentatore tecnico di DAZN Andrea Stramaccioni dopo la sconfitta dei giallorossi in casa...
Il portiere nerazzurro Emil Audero ha commentato ai microfoni di Inter TV il successo ottenuto...
Il comunicato del club giallorosso con tutte le modalità per assistere al match...

Dal Network

I campani restano al palo anche nella partita casalinga contro il Monza. Parole senza filtri...
Il difensore dell’Hellas ha parlato della complessa sfida di venerdì contro il Bologna, ma anche...
Il difensore leccese, condottiero della difesa degli azzurri toscani, ha parlato a Radio Serie A...
Calcio Lecce