Resta in contatto

Approfondimenti

Dai matrimoni falliti in C alla chance in A: il debutto di Dubickas

Il giovane attaccante lituano suggella i primi 9′ minuti in A negli ultimi, concitati, attimi di Lecce-Cagliari 2-2. Dopo il mancato trasferimento estivo, però, ci si attende un altro prestito a gennaio.

Edgaras Dubickas debutta nella massima serie e diventa il quarto calciatore giallorosso ad aver percorso il doppio salto C-A insieme a Mancosu, Riccardi e Tabanelli. Liverani lo ha lanciato in campo a seguito dell’espulsione di Olsen per appesantire il reparto offensivo e trascinare in area uomini anche per permettere le folate laterali di Farias.

Il 21enne arrivò in giallorosso dopo le esperienze italiane con Pro Vercelli e, soprattutto, Crotone, dove ha disputato il campionato Primavera 2015/2016 prima di tentare l’avventura salentina. Roberto Rizzo, predecessore di Liverani, lo fece debuttare negli ultimi 8′ di Catania-Lecce 3-0, l’ultimo match della sua gestione prima dell’interregno di Maragliulo.

L’arrivo dell’ex Genoa coincise con passi in avanti nella crescita di Dubickas, che a dicembre 2017 trovò il primo gol, in Coppa Italia contro il Bisceglie (2-1). Il bis arrivò negli ottavi: 3-0 al Matera. Nella seconda parte di campionato, Liverani utilizzò spesso il lituano, schierato anche tre volte da titolare nelle quattordici presenze totali.

Nel pauroso finale prima della promozione raggiunta il 29 aprile 2017 (storico 1-0 alla Paganese), Dubickas appose la sua firma in una partita che, da facilissima, stava diventando rischiosissima. In casa dell’Akragas ultima in classifica, dopo la sconfitta casalinga con la Juve Stabia, il Lecce, in vantaggio con Saraniti, soffrì incredibilmente nel finale prima dello 0-2 depositato in rete proprio da Dubickas.

L’anno scorso, in B, Dubickas ha giocato per soli 8′: uno in casa con il Palermo e al Cabassi di Carpi. A gennaio scorso, sempre per cercare la maturità sportiva, arrivò il prestito alla Sicula Leonzio. A Lentini, 9 caps e 2 gol.

Quest’estate, dopo il rientro alla casa madre Lecce, i siciliani hanno a lungo tentato il rinnovo del prestito: nessun accordo. Stessa storia per la prospettiva Bisceglie: saltò tutto alla fine. Come nel 2018, quindi, sei mesi ai box in un attacco che conta su Lapadula, Babacar, La Mantia, Falco e Farias. Tanti allenamenti senza mollare un centimetro e ieri, come affermato da Liverani, il premio per il lavoro fatto.

Anche Edgaras Dubickas, a suo modo e in silenzio, è nella storia del Lecce: il quarto giocatore a percorrere la trafila dalla Serie C alla Serie A.

 

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Perfavore Ulivieri non farebbe panchina neanche in una squadra di serie C"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti